Skip to main content

Al Teatro della Limonaia di Sesto Fiorentino il «Dracula» di Barbara Nativi

Dracula (foto di Enrico Gallina)

FIRENZE – Al Teatro della Limonaia di Sesto Fiorentino (via Gramsci 426) mercoledì 26 e giovedì 27 ottobre alle 21 torna in scena il «Dracula» di Barbara Nativi, disegnato e diretto da Dimitri Milopulos, con (in ordine di entrata) Teresa Fallai, Daniele Bonaiuti, Elena Talenti, Chiara Renzi, Niccolò Curradi, Annibale Pavone; musiche originali composte ed eseguite da Marco Baraldi, drammaturgia Dimitri Milopulos; testi aggiuntivi di Bram Stocker dal romanzo originale, di Barbara Nativi e di Dimitri Milopulos; arrangiamenti musicali Guido Calabrò, Gabriele Bellu, Vanni Cassori; coreografie Giuseppe Iacoi; realizzazione costumi Silvana Castaldi.

Spiegano le note di presentazione: «Dracula non è un estraneo. Non è un ospite malvagio a cui noi, poveri ingannati, permettiamo di avvicinarsi rendendoci cosi vittime consenzienti. Dracula è una parte di noi. Una parte spesso ben nascosta. Una parte oscura che non permettiamo a noi stessi di lasciar emergere. Dracula è quanto c’è di proibito; di sacrilego, di lussurioso. Dracula è il desiderio. Dracula è il vivere la vita. Dracula è la vita. Ma non è la vita così come ci viene fatta intendere dalla nostra società contaminata, indottrinata nel peggiore dei modi dalla religione. Non è una vita morta, repressa e soppressa da un innato proibizionismo dei sensi, pieno di catechismi di un’eterna passione e di un infinito e terribile senso di colpa. Dracula é vivere davvero la vita nella sua arrogante bellezza, nella sua oscura natura, nella sua estrema violenza. Sì perché la vita è violenta. Lo è sin dalle grida che accompagnano la nascita fino al dolore che accompagna la morte. Ma, se andiamo oltre alla nostra vita preconfezionata cosa succederà? Saremmo capaci a sopportare e apprezzare quello che troveremo? Se i nostri desideri, passioni e voglie segrete saranno realizzate, saremmo in grado di gestire noi stessi? Se il desiderio viene soddisfatto cosa ci rimane? Dracula/Lucifero è sempre destinato a cadere?». Sicuramente una lettura non banale del mito del vampiro.

Biglietti 15 / 13 euro. Info www.teatrodellalimonaia.it

Dracula, Teatro della Limonaia di Sesto Fiorentino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741