Skip to main content

Fiorentina: battuta anche la Salernitana (2-1). Terza vittoria di fila. Gol di Bonaventura e Jovic. Pagelle

Bonaventura esulta al 15′ del primo tempo contro la Salernitana dopo aver segnato la rete dell’1 a 0 (foto Violachannel)

FIRENZE – Evvai! Quinta vittoria consecutiva per la Fiorentina: battuta la Salernitana (2-1) anche se con un po’ di batticuore. In campionato è il terzo successo di fila, dopo Spezia e Genova con la Samp. Decisivi i gol di Bonaventura e Jovic, ora cannonieri viola in campionato con tre gol a testa. Primo tempo dominato nettamente dalla Fiorentina che però, dopo il centro di Bonaventura, non riesce a chiuderla nonostante una superiorità nettissima, con la Salernitana letteralmente schiacciata nella sua tre quarti. Solito problema: costruisci tanto e non la butti dentro. E nella ripresa arriva il batticuore forte, con il momentaneo pareggio di Dia, subentrato al fantasioso ma incolore Vilhena. Poi Italiano vince la scommessa: toglie Cabral, poco incisivo sotto porta, e inserisce Jovic. Mopssa felicissima. Il serbo s’imbuca su una palla “lavorata” da Bonaventura e Saponara e la mette dentro. Brivido per il 2no2 dell’arbitro. Fuorigioco? No, interviene il Var. E La Penna, inviato al monitor, si ricrede. Fa il gesto del rettangolo e indica il centrocampo. Gol buono. Decidsione giusta. Vittoria meritata, lo sottolineo, ma bisogna che Italiano insegni ai suoi attaccanti ad essere più concreti. Ora la classifica migliora. Servirebbe, nell’ultima giornata prima della sosta, una prodezza a San Siro contro il Milan.

La targa dedicata a Rialti in tribuna stampa

RIALTI – E’ stata scoperta, prima della partita, la targa che dedica la tribuna stampa del Franchi al giornalista Alessandro Rialti, scomparso nel 2020, in piena pandemia. Nella dedica figurano Associazione Stampa Toscana, Ussi Toscana, Gruppo “Amici di Ciccio”, Comune di Firenze, Fiorentina. Il Franchi ha applaudito. E ora la partita: Italiano rilancia Cabral. Nella Salernitana c’è l’ex Piatek. Pronti via e Salernitana in avanti. Ma la prima occasione è della Fiorentina: Kouamè (2′) entra in area da sinistra e fa partire un tiro che costringe Sepe a una deviazione non facile oltre la traversa.

BONAVENTURA – Al 6′ show di Dodò che blocca con stile Vilhena (olandese di origine angolana) e fa ripartire i viola. Biraghi serve Bonaventura ma i due non s’intendono e l’azione sfuma. Al 9′ ancora Biraghi da sinistra, stavolta per Cabral, anticipato di testadalla difesa. Nicola inventa una ragnatela a tre quarti, chiudendo gli spazi. La Fiorentina cerca di forzare il blocco: al 14′ Ikonè parte da destra e crea scompiglio nelle linee campane. Serve Biraghi a sinistra che la rimette al centro, dove Cabral è di nuovo anticipato. Ma è questione di poco: meno di un minuto dopo la Fiorentina va in vantaggio: altro assist di Ikonè per Bonaventura che, a pochi metri dalla porta, la butta dentro. Nulla da fare per Sepe. Terzo gol per Jack in questo campionato.

SEPE – Difesa campana in difficoltà: al 18′ intervento rischioso di Pirola su Cabral che va a terra, ma l’arbitro non fischia e il gioco prosegue. Al 24′ avvolgente giocata della Fiorentina, con Bonaventura che libera al tiro Mandragora, ma la conclusione è centrale. Sepe blocca. Occasionissima viola al 28′: Manmdragora libera Ikonè a sinistra, il francese scatta bene, arriva a pochi metri da Sepe ma non tira, pallone indietro dove arriva Kouamè che tira ma Sepe compie un’altra super parata e devia.

KOUAME’ – Insiste la Fiorentina, onestamente padrona del campo. Al 32′ l’azione parte da Milenkovic che recupera palla a tre quarti, serve Kouamè che gliela restituisce e la mette poi in mezzo per Cabral che colpisce di punta. Sepe non ha problemi a parare. Il problema? La Fiorentina avrebbe bisogno di una punta più cinica e incisiva. Salernitana schiacciata nella sua metà campo. Ma quando non si segna si rischia: contropiede della Salernitana difesa viola in affanno. Cabral (44′) scarica a sinistra per Kouamè che calcia al volo ma non trova la porta.

DIA – In avvio di ripresa, Nicola inserisce Dia e Maggiore. Fuori Bonazzoli e Vilhena. Salernitana più aggressiva. Candreva avanza sulla destra e crossa al centro: palla respinta in angolo. Al 4′ ci prova Mazzocchi: Terracciano blocca in presa alta. Reagisce la Fiorentina: al 7′ Kouamè serve indietro per Amrabat che dal limite lascia partire un tiro col giro che vola solo pochi centimetri sopra la traversa. Ma il calcio ha la sua regola tremenda: se sbagli poi subisci. E infatti, al 10′, la Salernitana trova l’insperato pareggio: segna Dia, il subentrato. Azione di Maggiore che imbecca Dia, il quale si esibisce in un doppio scambio con Piatek, che gli accomoda il pallone davanti a Terracciano. Dia non sbaglia. E’ il pareggio campano. Immeritato, ma è colpa della Fiorentina se non ha messo la partita al sicuro dopo un dominio straripante ma sterile.

JOVIC – Al 14′ Nicola cambia ancora: fuori Bohinen, in campo Radovanovic. Italiano risponde chiamando in panchina un Kouamè attivo ma un po’ pasticcione. Entra Saponara. La Fiorentina cerca il gol, ma la Salernitana ora è equilibrata: aspetta e, pericolosamente, riparte. Spunto viola al 23′: Saponara serve debolmente Ikonè che prova a fare l’assist per Sasponara ma il passaggio è sbagliato. Al 28′ punizione di Biraghi che mette al centro per Milenkovic che spizza sul secondo palo, dove arriva Bonaventura: tiro lento e Sepe para. Esce Mazzocchi, entra Bradaric. Quindi tre cambi viola: fuori Biraghi, Mandragora e Cabral. Entrano Terzic, Barak e Jovic. Italiano si sforza nell’alternanza dei centravanti. E Jovic va quasi subito in gol: è il 35′. Ma l’arbitro dice che è fuorigioco. Interviene il Var. La Penna va al monitor e concede il gol. Esplode il Franchi. Terzo gol per Jovic. Cannoniere con Bonaventura. Che esce sostituito da Duncan. Italiano si copre.

Nicola replica togliendo Coulibaly per Botheim. Bene la Fiorentina. Che ora spinge per metterla al sicuro ed evitare le palpitazioni degli ultimi minuti. Al 42′ grande discesa di Terzic (molto bene il serbo, ancora una volta) che traversa al centro dove… non arriva nessuno. Cinque minuti di recupero. E batticuore finale. éroma dell’esplosione di gioia per la terza vittoria consecutiva.

[table id=957 /]

Alessandro Rialti, Bonaventura, Fiorentina, italiano, Nicola, Salernitana


Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post Scrivi al Direttore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741