Skip to main content

Elezione Speaker Congresso Usa: Mc Carthy avrebbe trovato accordo con ribelli repubblicani, cedendo alle loro richieste. Si va alla 12.ma votazione

The US Capitol Building EPA/SAMUEL CORUM

NEW YORK . Dopo l’11.ma votazione infruttuosa il deputato repubblicano Mc Carthy ha intavolato una trattativa con i 20 ribelli del suo partito, riuscendo, sembra, a trovare un accordo. Alcuni dei “rivoltosi” avrebbero mandato segnali positivi nella notte. Non è chiaro ancora quanto la situazione potrebbe cambiare fin dalla prossima votazione, ma McCarthy si aspetta di crescere nei consensi, salendo dai 200 voti ottenuti all’undicesimo turno, ieri sera.

Era da 164 anni che la corsa a speaker non si prolungava così, ma con il passare delle ore forse l’atto finale si sta avvicinando.
McCarthy ha accettato di concedere ai ribelli posti chiave nelle commissioni più importanti, di sposare le loro richieste ultranazionaliste, ed ‘ disposto a sottoporre il suo mandato anche a una futura mozione di sfiducia. Tutte scelte che potranno garantirgli l’elezione a speaker, ma che ne indeboliranno la leadership.

congresso, McCarthy, repubblicano, speaker

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741