Skip to main content

Firenze, Teatro di Rifredi: Lino Musella in «Tavola tavola, chiodo, chiodo…»

Un viaggio alla riscoperta del grande Eduardo (e dei problemi pratici dei teatranti), con l’aiuto di Tommaso De Filippo, da sempre impegnato nella cura dell’eredità culturale della famiglia e nel dialogo intergenerazionale in scena, e di Maria Procino
Tavola tavola, chiodo chiodo (foto M. Spada)

FIRENZE – Al Teatro di Rifredi da giovedì 9 a sabato 11 febbraio Lino Musella in Tavola tavola, chiodo chiodo… un progetto di Lino Musella e Tommaso De FIlippo tratto da appunti, articoli, corrispondenze e carteggi di Eduardo De Filippo, di e con Lino Musella musiche dal vivo Marco Vidino scene Paola Castrignanò disegno luci Pietro Sperduti suono Marco D’Ambrosio ricerca storica Maria Procino collaborazione alla drammaturgia Antonio Piccolo assistente alla regia Melissa Di Genova costumi Sara Marino fotografie Mario Spada produzione Elledieffe, Teatro di Napoli – Teatro Nazionale. Rifugiarsi nelle parole dei grandi per cercare conforto e ispirazione. Da questa riflessione Lino Musella è partito per riscoprire Eduardo De Filippo, e soprattutto l’Eduardo capocomico: dalle lettere indirizzate alle Istituzioni fino ai carteggi relativi all’impresa estenuante per la costruzione e il mantenimento del Teatro San Ferdinando. Con Tavola tavola, chiodo chiodo… Musella ci regala un ritratto d’artista non solo legato al talento e alla bellezza delle sue opere, ma anche alle sue battaglie condotte instancabilmente tra poche vittorie e molti fallimenti.

Con l’aiuto di Tommaso De Filippo, da sempre impegnato nella cura dell’eredità culturale della famiglia e nel dialogo intergenerazionale in scena, e grazie alla ricerca storica di Maria Procino, Musella è partito per un viaggio alla riscoperta del grande Eduardo.

Il protagonista di Tavola tavola, chiodo chiodo…, infatti, presta voce e corpo alle parole scritte dal capocomico nelle lettere indirizzate alle Istituzioni, nel discorso al Senato, negli appunti e nei carteggi relativi all’impresa estenuante per la costruzione e il mantenimento del Teatro San Ferdinando. Il polistrumentista Marco Vidino affianca il vincitore del Premio Le Maschere del Teatro italiano 2022 e del Premio Ubu 2019 come Miglior attore, eseguendo dal vivo le musiche originali dello spettacolo. «Tavola tavola, chiodo chiodo… – spiega Lino Musella – sono le parole incise su una lapide del palcoscenico del Teatro San Ferdinando, lapide che Eduardo erige a Peppino Mercurio, il suo macchinista per una vita, che tavola dopo tavola, appunto, era stato il costruttore di quello stesso palco, distrutto dai bombardamenti del ’43.»

Teatro di Rifredi via Vittorio Emanuele II 303, Firenze

Da giovedì 9 a sabato 11 febbraio

Intero € 17 Ridotto (over 65, under 35, abbonati Teatro della Toscana e altre tessere come da convenzioni) € 15 Promozione speciale Soci Coop € 14 (2 ridotti per tessera) per tutte le repliche; prevendita inclusa. Le riduzioni sono valide tutti i giorni a esclusione del sabato. Tutte le convenzioni aggiornate al link www.teatrodirifredi.it/it/info/biglietteria/

È possibile acquistare i biglietti online su https://teatrodellatoscana.vivaticket.it con un piccolo sconto

Firenze, Lino Musella, Teatro di Rifredi, teatro Eduardo De Filippo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741