Skip to main content

Week end 1-2 aprile a Firenze e in Toscana: musei gratis, Half Marathon, spettacoli, eventi

Il Museo del Bargello, gratis domenica 2

FIRENZE – Molti spettacoli ed eventi nel Week end a Firenze e in Toscana, fin troppi tutti insieme. Domenica 2 torna l’iniziativa del ministero della Cultura “Domenica al museo”, con musei statali gratis per tutti; c’è poi la Domenica metropolitana sponsorizzata da Giotto FILA, in cui i residenti dell’ex provincia entrano gratis nei musei civici, nei quali sono organizzate anche visite guidate e attività speciali per famiglie. Orari: Uffizi dalle 8.15 alle 18.30, Palazzo Pitti dalle 8.15 alle 18.30 (chiusi gli appartamenti reali e il museo della moda per riallestimento); Giardino di Boboli dalle 8.15 alle 18.30 (orario primaverile-estivo), Galleria dell’Accademia dalle 8.15 alle 18.50, Museo del Bargello dalle 8.15 alle 13.50, Cappelle Medicee dalle 8.15 alle 13.50 (focus di approfondimento ore 10.30 e 11.30, senza prenotazione, massimo 10 persone fino a esaurimento posti); MAF – Museo archeologico nazionale dalle 8.30 alle 14. Chiuso (vergognosamente: chiudere i musei di domenica a Firenze è barbarie) per turno invece il Museo di San Marco. Orari dei musei civici: Palazzo Vecchio 9-19, Torre di Arnolfo dalle 9 alle 17 (in caso di pioggia è possibile visitare solo il camminamento di ronda), Complesso di Santa Maria Novella dalle 13 alle 17.30, Accesso da piazza Stazione 4; Museo Novecento e mostra Lucio Fontana. L’origine du monde dalle 11 alle 20, Palazzo Medici Riccardi e la nuova mostra su Luca Giordano dalle 9 alle 19, Museo Stefano Bardini dalle 11 alle 17, Cappella Brancacci, visita sui ponteggi del restauro dalle 13 alle 17, ma con prenotazione obbligatoria; Fondazione Salvatore Romano dalle 13 alle 17, Museo del Ciclismo Gino Bartali (Ponte a Ema) dalle 10 alle 16; inoltre visite guidate gratuite per i residenti nella Città metropolitana (su prenotazione entro il sabato): da Santa Maria Novella ai passaggi segreti di Palazzo Vecchio fino al Palagio di Parte Guelfa; per dettagli e prenotazioni consultare il sito dell’associazione Mus.E

 La XXXIX Half Marathon prende il via domenica 2 alle 9, dal Lungarno della Zecca e arrivo in piazza Santa Croce all’HMF Village. Sabato 1 Charity Walk a sostegno di Firenze in Rosa Onlus, per sostenerne l’attività per la prevenzione del tumore al seno, con vari attività pomeridiane promosse da UISP in Piazza Santa Croce.

Concerto straordinario sabato 1 alle 20 al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino (Piazza Vittorio Gui), dove alla guida dell’orchestra del Maggio sale Daniel Baremboim. Popolarissimo e monumentale il programma, tutto dedicato a Ludwig van Beethoven, con la Sinfonia n. 6 in fa maggiore Op. 68 detta Pastorale, composta tra il 1807 e il 1808 contemporaneamente alle ultime fasi compositive della Sinfonia n. 5 in do minore op. 67 e insieme a essa tenuta a battesimo da Beethoven stesso il 22 dicembre del 1808 a Vienna; verranno eseguite insieme anche in questo concerto. Rimasti pochissimi biglietti da 90 acquistabili senza sovrapprezzo dalla pianta del teatro online  I posti d’ascolto vengono venduti solo in biglietteria; il Servizio Cortesia (055 2779309) è attivo sabato 1 dalle 11 alle 14. Sabato 1 e domenica 2 alle 16.30 c’è “L’italiana in Algeri per i ragazzi” da Gioachino Rossini nella Sala Zubin Mehta; versione ridotta della celebre opera, col maestro Nicolò Jacopo Suppa alla guida dell’Orchestra Giovanile Italiana, la regia di Grischa Asagaroff e gli artisti dell’Accademia del Maggio.

Un concerto con musiche di Brahms e Mahler dedicato alla memoria di Michele Manzotti, giornalista de La Nazione, conduttore radiofonico e competentissimo critico musicale a largo raggio, scomparso improvvisamente e prematuramente un anno fa, è in programma sabato 1 aprile alle 16 al Teatro della Pergola di Firenze (via della Pergola 30), promosso dagli Amici della Musica Firenze; sul palco ci saranno il grande contralto Sara Mingardo, Grazia Raimondi e Federico Parravicini violini, Silvio Di Rocco viola, Luigi Piovano violoncello e Olaf John Laneri pianoforte. In programma: Brahms, 2 Gesänge op. 91; Mahler, Quartettsatz in la minore e 3 Rückert-Lieder; Brahms Quartetto con pianoforte n. 3 in do minore op. 60.

Perfetti sconosciuti è al Teatro della Pergola sabato 1 nalle 21 e domenica 2 alle 16; Paolo Genovese firma la prima regia teatrale, adattando per il palcoscenico il suo film cult vincitore di due David di Donatello e due Nastri d’argento, nel Guinness dei primati come pellicola con più remake in assoluto nella storia del cinema. A dare vita sul palco a questa brillante commedia sull’amicizia, sull’amore e sul tradimento ci sono Dino Abbrescia, Alice Bertini, Marco Bonini, Paolo Calabresi, Massimo De Lorenzo, Anna Ferzetti, Valeria Solarino. 1h e 20’, atto unico. Biglietti online su teatrodellatoscana.vivaticket.it La troupe del Théâtre de la Ville di Parigi è in esclusiva italiana sabato 1 alle 19 e domenica 2 alle 11 al Teatro della Pergola di Firenze con una nuova versione di Ionesco Suite diretto da Emmanuel Demarcy-Mota. Biglietti 17 / 15 euro. Durata: 1h e 15’, atto unico; biglietti su teatrodellatoscana.vivaticket.it con piccolo sconto.

Al Mandela Forum sabato 1 e domenica 2 alle 21 c’è Max Pezzali che celebra con un lungo tour i trent’anni di carriera; esaurita la data di sabato, posti disponibili per il concerto del 2; biglietti da 46 a 74,75 euro, prevendita su www.vivoconcerti.com, www.bitconcerti.it, www.ticketone.it 

Il 1992 è l’anno delle stragi di Capaci e via D’Amelio, un momento drammatico e cruciale che cambia per sempre la storia d’Italia. Trent’anni più tardi va in scena “L’ultima estate. Falcone e Borsellino 30 anni dopo”, spettacolo finalista al Premio in-Box 2022 che racconta gli ultimi mesi di vita dei due magistrati in programma domenica 2 aprile ore 19.00 al Teatro Cantiere Florida di Firenze (via Pisana 111R) nell’ambito del cartellone a cura di Versiliadanza. Il lavoro scritto da Claudio Fava, presidente Commissione Antimafia della Regione Sicilia e già autore della sceneggiatura del film “I 100 passi”,  prodotto dal Teatro Metastasio su progetto del regista e attore Simone Luglio, diretto da Chiara Callegari e interpretato dallo stesso Luglio e da Giovanni Santangelo, ripercorre attraverso fatti noti e meno noti, pubblici e intimi, fuori dalla cronaca e lontano dalla commiserazione, la forza di quegli uomini, la loro umanità e il loro senso profondo dello Stato, ma anche l’allegria, l’ironia, la rabbia e, soprattutto, la solitudine a cui furono condannati. Con una replica in matinée lunedì 3 aprile alle ore 11.00, “L’ultima estate” fa parte di “Dieci”, stagione teatrale 2022/2023 del Florida sostenuta da Ministero della Cultura, Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Comune di Firenze e Fondazione CR Firenze (info e ingressi: www.teatroflorida.it).

Domenica 2 alle 20.45 al Teatro Verdi (via Ghibellina, 99) Nino D’Angelo torna in scena con Il Poeta che non sa parlare – Tour 2023. Reduce da un tour estivo che ha fatto registrare praticamente ovunque il sold-out, I biglietti (posti numerati da 31 a 53 euro) sono disponibili sui siti ufficiali  www.teatroverdifirenze.it  www.bitconcerti.it www.ticketone.it e nei punti vendita Boxoffice Toscana www.boxofficetoscana.it/punti-vendita.

A detta di Donato Renzetti, “uno dei direttori più interessanti della sua generazione”; da tempo proiettato verso scenari internazionali, Andrea Vitello torna sul podio dell’Orchestra da Camera Fiorentina, domenica 2 e lunedì 3 alle 21 all’Auditorium di Santo Stefano al Ponte Vecchio (via Por Santa Maria). In programma la “Sinfonia concertante per fiati e orchestra” di Wolfgang Amadeus Mozart, opera cardine per solisti di fiati – Davide Guerrieri all’oboe, Francesco Darmanin al clarinetto, Gianni Calonaci al corno e Vincenzo Felicioni al fagotto – e ricca di sfumature che vanno dal tono lirico a quello giocoso. A seguire la non meno celebre “Sinfonia degli addii” di Franz Joseph Haydn, partitura particolare, sia per la struttura, sia per l’insolita, progressiva, uscita degli strumenti. Biglietti 15/20 euro. Prevendite online sul sito ufficiale www.orchestradacamerafiorentina.it, su www.ticketone.it e nei punti Box Office Toscana (www.boxofficetoscana.it/punti-vendita). Biglietti disponibili anche presso Opera Your Preview – via Por Santa Maria 13, Firenze – tutti giorni dalle ore 10 alle 18. Riduzioni per studenti, over 65 e soci Unicoop Firenze.

Sono 32 le dimore museo della Toscana che prendono parte alla seconda edizione delle Giornate nazionali delle Case dei personaggi illustri, promosse in tutta Italia sabato 1 e domenica 2 dall’associazione nazionale Case della memoria. Quest’anno, a simbolica chiusura dell’anno del centenario della nascita di Ugo Tognazzi (1922-1990) l’iniziativa vede come ambasciatore d’eccezione Gianmarco Tognazzi che coordina la Casa della memoria dedicata al grande attore, Casa Vecchia a Velletri. Obbiettivo dell’associazione è quello di celebrare questi luoghi e valorizzare la memoria del passato. In Italia sono oltre 100 le case museo italiane che apriranno le porte. In Toscana aderiscono all’iniziativa a Firenze lo Studio di Piero Bargellini, la Fondazione Casa Buonarroti, Casa Guidi – Casa della memoria di Elizabeth Barrett e Robert Browning (evento il 3 aprile), la Villa Il Tondo dei Cipressi di Giovanni Spadolini, il Cimitero evangelico agli Allori e il Cimitero degli Inglesi (evento il 3 aprile). Nella Città Metropolitana il Museo Casa di Giovanni Boccaccio a Certaldo Alto, Museo Casa Busoni di Empoli, Museo Casa Enrico Caruso di Lastra a Signa, Museo Primo Conti di Fiesole, la Casa natale di Leonardo da Vinci ad Anchiano (Vinci), la Fondazione Montanelli Bassi di Fucecchio, Villa Pozzolini di Bivigliano a Vaglia, Villa Tinti Fabiani a Petrazzi (Castelfiorentino). Ad Arezzo aprirà la Casa Museo dell’antiquariato Ivan Bruschi e, in provincia, il Museo casa natale di Michelangelo Buonarroti a Caprese Michelangelo e il Museo Venturino Venturi di Loro Ciuffenna. A Lucca, il Puccini Museum – Casa natale e in provincia, la Casa Natale Giosue Carducci a Valdicastello, Casa Fosco Maraini in località Pasquiglìora a Molazzana e la Casa Museo Giovanni Pascoli a Castelvecchio Pascoli. Prato è presente con la Casa Museo Francesco Datini e la Casa Museo “Leonetto Tintori” (in località Figline); in provincia, il Museo della Badia di Vaiano – Casa Agnolo Firenzuola e il Museo Villa del Mulinaccio – Casa Filippo Sassetti entrambe a Vaiano, la Casa Studio Quinto Martini a Seano (Carmignano).

Alessandro Riccio in prima nazionale al Teatro di Rifredi sabato 1 alle 21 e domenica 2 alle 16 presenta Draculazionismo -lezioni di sangue- la sua nuova commedia dark; in scena anche i giovani attori Fabio Magnani, Joe Manganas, Vieri Raddi, Marco Santi, Emanuele Taddei. Biglietti anche nei punti vendita Vivaticket e online suhttps://teatrodellatoscana.vivaticket.it

Fino al 7 aprile il Cinema La Compagnia (via Cavour 50r) diventa il punto di riferimento per tutti gli amanti del cinema e della cultura orientale, dalla Corea del Sud in particolare grazie al Florence Korea Film Fest. In programma prime visioni, classici contemporanei, cortometraggi (ad ingresso gratuito) e masterclass sui principali registi del cinema coreano, con la partecipazione degli stessi autori. Dttagli e biglietti nella sezione dedicata del sito de La Compagnia.

Domenica 2 alle 21 a Le Murate Caffè Letterario (Piazza delle Murate) si terrà la prima semifinale live del Firenze Suona Contest 2023, concorso nazionale per band e cantautori di musica originale, quest’anno dedicato al musicista e fonico recentemente scomparso Jeppe Catalano; si affronteranno: Una (Lucca), Asa’s Mezzanine (Siena), Porthos (Siena), Aftersat (Napoli), Keruak (Firenze), Gargane (Modena). Ingresso libero.

L’Areonautica Militare compie 100 anni. Per celebrarla, Compagnia delle Seggiole ed Istituto di Scienze Militari Areonautiche di Firenze presentano un viaggio Teatrale all’interno della sede dell’Istituto alle Cascine: La fantastica storia del volo… e di alcuni protagonisti, il 1 e 2 aprile 2023. Per ogni appuntamento sono previsti più viaggi per gruppi di 50 persone. Info https://www.lacompagniadelleseggiole.it/la-fantastica-storia-del-volo/ Lo spettacolo è scritto da Marcello Lazzerini e diretto da Sabrina Tinalli, con costumi di Silvia Avigo.

Sabato 1 dalle 17 alla BiblioteCanova di Firenze (via Chiusi, Isolotto) il sesto salotto  condotto da Giancarlo Passarella, organizzato dall’Associazione Lucana Firenze e il Quartiere 4 / Comune di Firenze e avrà come titolo Case della Memoria e Memoria Casalinga: anche ricercare i luoghi dove una persona importante ha vissuto, è uno stimolo per interessarsi alla sua vita di comunicatore, comenell’ambito della nostra famiglia è basilare valorizzare quello che aleggia come tradizione orale. Ospiti il giornalista lucan/empolese Emilio Chiorazzo, il combattivo Franco Quercioli e l’iper attivo Marco Capaccioli.

La rassegna di visite guidate EnjoyFirenze, curata da Cooperativa Archeologia, inizia con un doppio appuntamento, domenica 2 aprile. Il primo è a Palazzo Pitti (ore 9), con la riproposizione della mostra “Eleonora da Toledo e l’invenzione della corte dei Medici a Firenze”. Un tour che condurrà i partecipanti alla visita della residenza ducale di Cosimo I de’Medici e della moglie Eleonoraper scoprire la “quadreria” dei Granduchi, una collezione straordinaria di opere di grandi artisti come Raffaello, Tiziano, Rosso Fiorentino, Fra’ Bartolomeo, Caravaggio, Rubens, con le loro ricche cornici che coprono tutte pareti delle sale, secondo la tradizione delle quadrerie secentesche. Nei sontuosi spazi del Tesoro dei Granduchi è stata allestita la grande mostra che indaga la figura della Duchessa di Firenze immortalata da Agnolo Bronzino, la più grande mai dedicata ad Eleonora di Toledo, la “Gran signora del Cinquecento”. Eleonora svolse un ruolo fondamentale nella costruzione della corte medicea, introducendo l’etichetta spagnola a Firenze, rivoluzionando la moda delle élite, contribuendo alla trasformazione del paesaggio toscano. Il secondo appuntamento è alle 16: visita a Palazzo Vecchio, un must tra le visite guidate targate EnjoyFirenze, per ripercorrere 2000 anni di storia in un solo luogo. Si tratta di un eccezionale excursus sulla storia della città di Firenze: nell’area in cui sorge il Palazzo e nell’antistante Piazza della Signoria si concentrano infatti testimonianze che vanno dal periodo di fondazione della città romana, impiantata tra il 30 e il 15 a.C., fino agli interventi attuali; prenotazione obbligatoria allo 055-5520407 

Sabato 1 e domenica 2 ultimi giorni per le Giornate Europee dei Mestieri d’Arte 2023, la manifestazione nata in Francia e promossa dall’Institut National des Metiers d’Art di Parigi, organizzata in Toscana da Artex in collaborazione con OMA, Unicoop Firenze, Cna Toscana, Confartigianato Imprese Toscana. Per tutta la settimana delle GEMA (www.artex.firenze.it/GEMA2023) fa aprire al pubblico le botteghe di artigianato artistico toscane; i maestri saranno lì per mostrare i segreti del mestiere, raccontare le loro storie, illustrare le tecniche di lavorazione e mostrare le opere che nascono tra le loro mani; terranno gratuitamente laboratori, organizzeranno aperture straordinarie e visite guidate.

Domenica 2 alle 16 l’Istituto Ernesto de Martino di Sesto Fiorentino (via Scardassieri) presenta il primo appuntamento di InCanto 2023 con “Un olivo per Alessandro”. Verrà piantato un albero di olivo per ricordare Alessandro Grassi a un anno dalla sua scomparsa con gli interventi musicali de I Disertori e Resistenza Acustic. Ingresso libero.

Sabato 1 e domenica 2 aprile a Fiesole (Fi), in località Caldine arriva il campionato Toscano Minienduro e per l’occasione saranno organizzati eventi per grandi e piccini. Il sabato, infatti, dalle 11 alle 18 sono in programma attività rivolte ai bambini di età compresa tra i 6 e i 13 anni che potranno salire su una vera  e proprio moto da cross, con giochi e dimostrazioni gestiti da alcuni tecnici federali e dalla Dmg Academy, scuola certificata guidata dal tecnico di secondo livello Duccio Graziani. Sempre  sabato, anche per i grandi, previste prove aperte a tutti dei nuovi modelli di E-Bike in commercio. Tutto si svolgerà in Via Bersaglio alle Caldine che sarà chiusa al traffico in entrambi i giorni della manifestazione, dalle ore 10 di sabato 1 aprile alle ore 18 di domenica 2 aprile. La domenica, poi, il piatto forte dell’evento: la tappa del campionato Minienduro con protagonisti bambini e ragazzi di età 8-16 anni  con prove preliminari e con la gara, ben sei giri di un circuito che si snoda attraverso campi e boschi dove non mancheranno salti, curve,  acrobazie e tanta adrenalina.

Sabato 1 e domenica 2 dalle 9 alle 20 al Giardino Corsini al Prato c’è Firenze Flower Show, una delle più importanti fiere florovivaistiche nazionali.

Domenica 2 dalle 9 alle 19 ultima fiera della Quaresima nel parco delle Cascine; oltre 200 banchi lungo viale Lincoln e piazzale Kennedy. Altri mercati e fiere: domenica 2 dalle 8 alle 20 Viale Europa in Fiera nei controviali di Viale Europa, con banchi di artigianato, abbigliamento e stand enogastronomici. Mercatino Marchigiano al Centro San Donato di Novoli, sabato 1 ore 9-22.30 e domenica 2 ore 9-20, con artigianato e prodotti tipici per sostenere le aziende terremotate delle Marche. In piazza dei Ciompi sabato 1 dalle 10 alle 20 torna Artefacendo, la mostra mercato di CNA Firenze Metropolitana; oltre all’esposizione e vendita, consente ai visitatori di osservare dal vivo le varie tecniche di lavorazione dei prodotti. 20 le imprese in mostra. Domenica 2 dalle 8 alle 20 in Piazza Savonarola c’è Savonarola Antiquaria: antiquariato, modernariato, artigianato e collezionismo. ARTour del Gusto Toscano è in Piazza Strozzi fino a domenica 2 (ore 10-20): una kermesse dell’enogastronomia toscana di qualità patrocinata dal Comune di Firenze; 22 aziende del settore: olio, vino, birra artigianale, condimenti, biscotti, salumi, formaggi, confetture, miele, caffè, liquori, cioccolato e le immancabili, considerato il periodo, uova di Pasqua, oltre agli accessori per la cucina dell’artigianato artistico.

Al Museo Marino Marini (Piazza San Pancrazio) BAMMM! Books &Art, l’occasione unica per poter trovare libri d’arte e d’artista, di design e architettura, fotografia, vinili rari, musica, poster, manifesti introvabili nei banchi allestiti da librai provenienti da tutta Italia, dalle 10 alle 18.

Sabato 1 alle 21,15 al Teatro Manzoni di Calenzano (via Mascagni 18), va in scena il penultimo appuntamento della stagione del Teatro Manzoni 2022/23. Si tratta di Insania, uno spettacolo dell’emergente La Compagnia della Marca con cui il Teatro Manzoni ha iniziato una fruttuosa e produttiva collaborazione; un racconto teatrale che ha come tema il disagio psichico. Biglietti 14 / 12 euro. Info e prenotazioni: www.teatromanzonicalenzano.it

Al Giardino del Bardo di Sesto Fiorentino si rinnova l’appuntamento con “Wander and pick Giardini diffusi”: sabato 1 dalle 15.30 il Giardino del Bardo accoglierà i visitatori che vorranno passeggiare tra i 35mila tulipani e raccogliere, a fronte di una donazione libera, qualche fiore. Il giardino fiorito resterà aperto tutti i giorni dalle 10.30 alle 19 per circa tre settimane.

Dal 31 marzo al 10 aprile in 𝗩𝗶𝗮𝗹𝗲 𝗔𝗿𝗶𝗼𝘀𝘁𝗼 – 𝗔𝗻𝗴𝗼𝗹𝗼 𝗩𝗶𝗮 𝗧𝗮𝘀𝘀𝗼𝗻𝗶 a Sesto Fiorentino c’è il circo di Rinaldo Orfei.

La Mostra mercato Fiesole con Fiori e colori è in piazza Mino domenica 2 dalle 9 alle 20.

Domenica 2 dalle 9 alle 19 Collezionisti in Piazza nel centro storico di Scarperia.

Sabato 1 e domenica 2 a Empoli Festa del Cioccolato; a Vicchio domenica 2 Festa dei Fichi Secchi: in via Garibaldi, piazza Giotto e piazza della Vittoria produttori agricoli, mercatino e  musica.

È in programma sabato 1 e domenica 2 la seconda edizione della Cicloclassica Puccini, ciclopedalata non agonistica a partecipazione gratuita, abbinata alla visita di luoghi, musei, concerti ed altri eventi tutti legati al Maestro, alla scoperta delle terre a lui tanto care. Due i percorsi ad anello, da Lucca (Piazza del Giglio) o da Viareggio (passeggiata prospicente Piazza Puccini), e rientro in bici al luogo di partenza. Oggi la presentazione a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze. 

Sabato 1 e domenica 2 ad Arezzo per le vie del centro c’è la Fiera antiquaria.

Aperto al pubblico il Museo di Casa Siviero (Lungarno Serristori, 1/3, senza bisogno di prenotazione: sabato ore 10-18; domenica ore 10-13; lunedì ore 10-13; negli altri giorni solo piccoli gruppi su prenotazione).

Aperta al pubblico la Fondazione Franco Zeffirelli in Piazza San Firenze; Info https://www.fondazionefrancozeffirelli.com/. Sabato alle 11 visite guidate a cura dello staff della Fondazione Zeffirelli. La guida è gratuita compresa nel costo intero del biglietto d’ingresso. Per prenotazioni https://bit.ly/3WgCYGH

La Fondazione Palazzo Strozzi fino al 18 giugno presenta Reaching for the Stars. Da Maurizio Cattelan a Lynette Yiadom-Boakye, mostra che propone una celebrazione delle stelle dell’arte di oggi attraverso oltre 70 opere dei più importanti artisti contemporanei italiani e internazionali, tra cui Maurizio Cattelan, Cindy Sherman, Damien Hirst, Lara Favaretto, William Kentridge, Berlinde De Bruyckere, Sarah Lucas, Lynette Yiadom-Boakye. Promossa e organizzata dalla Fondazione Palazzo Strozzi e Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Reaching for the Stars esplora le principali ricerche artistiche degli ultimi decenni attraverso una costellazione di opere esposte in tutti gli spazi di Palazzo Strozzi, dal Piano Nobile alla Strozzina, con una speciale nuova installazione per il cortile rinascimentale. Curata da Arturo Galansino, Direttore Generale della Fondazione Palazzo Strozzi, l’esposizione si pone come celebrazione dei trent’anni della Collezione Sandretto Re Rebaudengo, una delle più famose e prestigiose raccolte d’arte contemporanea a livello internazionale; sono presenti opere fondamentali come 1000 Names(1983)di Anish Kapoor o Love Is Great (1994) di Damien Hirst, insieme a un’ampia selezione di lavori di Maurizio Cattelan, artista centrale per un’esplorazione dell’arte italiana tra anni Novanta e Duemila, insieme, tra gli altri, a Paola Pivi o Lara Favaretto. In parallelo si snodano sezioni tematiche come quella dominata dalla celebre serie Untitled Film Still (1978-1980) di Cindy Sherman che propone una riflessione sociale e politica sul tema dell’identità in rapporto a opere di Shirin Neshat, la serigrafia Untitled (Not ugly enough) (1997) di Barbara Kruger o la scultura in materiali organici Self- Portrait (1993) di Pawel Althamer. L’indagine sulla scultura si amplia nei grandi lavori di Andra Ursuţa, Adrián Villar Rojas, Berlinde De Bruyckere, Mark Manders, le cui pratiche investigano il corpo e la figura tra decostruzione e ricomposizione. A questa fa eco la perlustrazione della ricerca pittorica attraverso dipinti di artisti come Lynette Yiadom-Boakye, Sanya Kantarovsky, Michael Armitage, Cecily Brown, Avery Singer, testimoniando la perdurante vitalità di questo medium, tra figurazione e astrazione, soprattutto nelle generazioni più giovani. Completa il percorso un’ampia sezione dedicata alla Video arte con opere manifesto di artisti quali William Kentridge, presente con History of Main Complaint (1996), Douglas Gordon e Philippe Parreno, con la celebre videoinstallazione Zidane. A 21st Century Portrait (2005) e Ragnar Kjartansson con The End – Rocky Mountains (2009).

Al Museo degli Innocenti di Firenze (piazza della Santissima Annunziata, 13) una grande mostra rende omaggio all’artista olandese Maurits Cornelis Escher. Esposti fino al 7 maggio 2023 oltre 200 pezzi tra cui alcune opere che lo hanno reso noto in tutto il mondo come il mago delle illusioni e dei paradossi: Mano con sfera riflettenteVincolo d’unioneMetamorfosi IIGiorno e Notte e la serie degli Emblemata, che appartengono all’immaginario del grande artista.. La sua arte nasce proprio in Italia il primo paese che Escher visita dopo la scuola, rimanendo profondamente affascinato dai paesaggi del sud come la Sicilia, la Calabria, la Campania, Roma e anche la Toscana dove ha visitato Pisa, Siena e San Gimignano. In Italia conosce anche il suo grande amore Jetta Umiker che sposerà e che gli darà tre figli. Ma è solo dopo aver lasciato l’Italia nel 1935 per trasferirsi in Svizzera perchè contrario ai principi del Fascismo che inizierà a realizzare le sue opere più famose, i suoi mondi impossibili basati su riflessioni geometriche e matematiche. Biglietto 16 / 14 euro; info e prenotazioni https://www.mostraescher.it/ 

Palazzo Strozzi Sacrati (Piazza del Duomo 10, Firenze), dal 22 marzo al 20 aprile mostra di opere di Francesco Inverni dal titolo Il seme umile del Sacro promossa dal comune di Poggio a Caiano. Curata da Giampaolo Trotta, architetto e storico dell’arte fiorentino, la mostra offre ai visitatori la possibilità di ammirare parte delle opere esposte alle Scuderie medicee di Poggio a Caiano realizzate da Inverni fra gli anni ‘50 e gli anni ‘80 del Novecento, che attraversano tutti i suoi periodi pittorici; dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12.30 e dalle 14 alle 16.30; il sabato dalle 10 alle 12.30. Per prenotarsi occorre telefonare dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 al numero 0554385616.

Palazzo Medici Riccardi dedica una grande mostra al pittore napoletano Luca Giordano (1634-1705), che, fra gli artisti più virtuosi e prolifici del Barocco italiano, lasciò a Firenze, all’interno proprio di Palazzo Medici Riccardi, splendide testimonianze del suo operato. Si tratta delle due volte dipinte per la Galleria degli Specchi e per la Biblioteca Riccardiana. Il palazzo, prima grande residenza dei Medici, simbolo del potere di famiglia e del Banco Mediceo, acquisita alla metà del Seicento dalla famiglia Riccardi, viene così arricchito secondo il gusto decorativo dell’epoca. In virtù di queste straordinarie opere, la Città Metropolitana di Firenze e MUS.E dedicano al pittore napoletano e al suo legame con il palazzo e con la città di Firenze la mostra “Luca Giordano. Maestro barocco a Firenze”, curata da Riccardo Lattuada, Giuseppe Scavizzi e Valentina Zucchi e organizzata con il sostegno di Business Strategies, che si terrà a Palazzo Medici Riccardi dal 30 marzo al 5 settembre 2023. In mostra una selezione di circa 50 opere alcune delle quali mai viste a Firenze prima d’ora, centrata sull’attività fiorentina di Giordano, nel 1682-1683 e nel 1685-1686, profondamente connesse agli affreschi. Fra queste spiccano una serie di dieci bozzetti della Galleria degli Specchi e della volta della Biblioteca Riccardiana, di proprietà della National Gallery di Londra, che per l’occasione saranno messi in dialogo diretto con la volta. 

Un’opera importantissima del maestro di Leonardo da Vinci, Andrea del Verrocchio, concessa in deposito dagli Uffizi ad una chiesa del territorio fiorentino circa un secolo fa, torna ora agli Uffizi per una mostra speciale. Si tratta della sontuosa pala d’altare raffigurante la Sacra Conversazione con i Santi Zanobi, Francesco, Giovanni Battista e Niccolò, detta “Pala Macinghi” dal nome della famiglia per la quale fu realizzata: l’opera, appena restaurata all’Opificio delle Pietre Dure, è in mostra al secondo piano degli Uffizi, negli spazi espositivi tra la sala dedicata a Leonardo e quella di Raffaello e Michelangelo. Gallerie degli Uffizi Firenze Gli Uffizi, Sala A37 – ingresso con il biglietto del museo.

Nella reggia di Palazzo Pitti è esposta in maniera permanente la collezione di 78 icone russe, raccolta a Firenze già dai Medici e soprattutto dai Lorena nel corso del Settecento e del secolo successivo, la più antica del genere al mondo al di fuori della Russia stessa, verrà infatti per la prima volta esposta in un nuovo allestimento. Si tratta di quattro grandi sale con affreschi seicenteschi affacciate sul cortile al piano terra di Palazzo Pitti, appena restaurati. Icone dotate di didascalie descrittive in italiano, inglese e cirillico. Finora, questi ambienti della Reggia medicea non sono mai stati regolarmente aperti al pubblico. Anche la suggestiva, elegantissima Cappella Palatina, con gli affreschi ottocenteschi di Luigi Ademollo, ora interamente restaurata, è riaperta e visitabile.

Al Museo Marino Marini di Firenze (Piazza San Pancrazio) c’è la prima mostra italiana di Enrique Martínez Celaya, artista cubano ormai da anni residente negli Stati Uniti. Si intitola Guardare e aspettare. Sculture selezionate 2005-2023, è curata da Giorgio Verzotti e proseguirà fino al 29 maggio. Dal 5 maggio al 29 luglio, l’artista sarà ospitato, con le sue opere pittoriche, anche alla galleria Secci, sempre a Firenze.

Da sabato 26 novembre al 1 maggio la Cattedrale dell’Immagine di Santo Stefano al Ponte Vecchio (ingresso via Por Santa Maria) diventa la casa della street art mondiale ospitando all’interno la mostra digitale immersiva non autorizzata dedicata al sovversivo e satirico writer britannico Banksy. Attraverso un mix di immagini, suoni e musiche, capaci di evocare immediatamente la cultura underground di Bristol, la mostra vuole far comprendere la protesta sottesa all’arte di Banksy.

Fino al 18 aprile al Museo Ferragamo in Piazza di Santa Trinita c’è la mostra donne in equilibrio.

Si intitola “Viaggio” la collettiva che apre la nuova stagione della Galleria Comunale di Barga, curata da Gian Guido Maria Grassi con l’organizzazione dell’associazione stART – Open your eyes e il patrocinio del Comune di Barga. Una serie di progetti che segneranno l’anno in corso, fino a gennaio 2024, per indagare il contemporaneo nel contesto medievale della “capitale” della Media Valle del Serchio, scelta da artisti internazionali, nomadi digitali e residenti di ritorno. “Viaggio” rientra infatti nella più ampia agenda “InComune”, ideata dalle artiste Giorgia Madiai e Kerry Bell con l’obiettivo di aggregare la comunità artistica del territorio, invitando a partecipare i creativi che vivono e sono legati alla Valle del Serchio, alla Garfagnana e alla Lucchesia. Un itinerario in oltre trenta opere attraverso le pitture di Gaia; le ceramiche, le cianotipie e le tele di Aris; i disegni, le sculture e i dipinti di Muz, che realizzerà anche interventi pittorici sulle pareti della galleria, i quali daranno vita a spazi architettonici in dialogo con le opere degli altri artisti. La mostra sarà visitabile dal 25 marzo al 21 maggio 2023, dal giovedì alla domenica, dalle ore 18 alle ore 20 (ingresso libero).

Dal 4 marzo al 2 aprile 2023, la Chiesa di San Franceschetto a Lucca ospita la mostra fotografica “Survivors – Hidden angels”, che espone una selezione di scatti di Mauro De Bettio. La mostra, organizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, presenta immagini forti, intense, dal potente impatto emotivo, che ci raccontano la disumana realtà delle donne del Bangladesh, fatta di violenza devastante, di fragilità e oppressione. L’esposizione sarà aperta ogni venerdì, sabato e domenica, dalle 10 alle 19.

Amici della Musica di Firenze, Cicloclassica Puccini, Daniel Barenboim, Domenica al museo, domenica metropolitana, Florence Korea Film Fest, Giornate nazionali delle Case dei personaggi illustri, Half Marathon Firenze, Max Pezzali, Nino D'Angelo, Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, Teatro della Pergola, Teatro Verdi di Firenze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741