Skip to main content

Week end 15-16 aprile a Firenze e in Toscana: spettacoli ed eventi

FIRENZE – Non mancano gli spettacoli e gli eventi in questo week end post-pasquale. Al alTeatro del Maggio Musicale Fiorentino(Piazza Cittorio Gui) ultima recita della Carmendi Georges Bizet; sul podio dell’Orchestra e del Coro del Maggio c’è Zubin Mehta; protagonista Clémentine Margaine, espertissima del ruolo; Don Josè è Francesco Meli, Valentina Nafornițăè Micaëla eMattia Olivieriinterpreta Escamillo. Un nutrito gruppo di talenti ed ex talenti dell’Accademia del Maggio dà corpo al resto del cast. Galleria esaurita sulla pianta online (ma conviene sempre chiedere alla biglietteria prima dello spettacolo); rimasti biglietti di platea e palchi in vendita anche sul sito del teatrosenza aggiunta dei diritti di prevendita

Al Teatro della Pergola, sabato 15 alle 21 e domenica 16 alle 16 Chiara Francini e Alessandro Federico sono i protagonisti di Coppia aperta quasi spalancata di Dario Fo e Franca Rame, per la regia di Alessandro Tedeschi. Una sorta di vaudeville sulla liberalizzazione della vita coniugale degno del miglior Feydeau, al quale l’ironia surreale di Fo e Rame sembra ispirarsi. Durata: 1h e 10’, atto unico. Biglietti da 12 a 34 euro. Per informazioni 055.0763333 – www.teatrodellapergola.com Biglietti online su teatrodellatoscana.vivaticket.it., con prezzo leggermente ridotto.

AlTeatro di Rifredi (via Vittorio Emanuele II, 303 – 50134 Firenze tel. 055/422.03.61) da giovedì 13 a domenica 22 aprile(feriali, ore 21; festivi, ore 16:30) torna in scena Il principio di Archimede di Josep Maria Miró, che già riscosse gran successo nel 2018 e l’anno scorso; lo spettacolo, tratto dal testo tradotto in 15 lingue e rappresentato in 21 paesi che ha imposto il drammaturgo catalano sulla scena internazionale, lancia un occhio spietato sulla società d’oggi, ossessionata dalla sicurezza, incapace di correre rischi e affamata di mostri da condannare; la traduzione italiana e la regia sono diAngelo Savelli, che si avvale dell’intensa interpretazione di alcuni dei migliori attori della scena toscana comeMonica Bauco, Riccardo Naldini e Samuele Picchie di quella diGiulio Maria Corso, giovane volto del cinema e della televisione. Biglietti online su https://teatrodellatoscana.vivaticket.it Da quest’anno chi acquista on line ha un prezzo ridotto.

Concerto per Stelle e Piccola Orchestra Pop: il cantautore fiorentino Pierfrancesco Nannoni presenta il nuovo live sabato 15 alle 21 al Teatro Lumière (via di Ripoli 231). Le costellazioni sono ottantotto, come i tasti del pianoforte… E alle stelle guarda Pierfrancesco Nannoni: un vero spettacolo che alla musica raffinata e particolarissima di Pierfrancesco e del suo ensemble unisce arti coreutiche e video, seguendo quello che potremmo definire “il riverbero del firmamento sul pentagramma”. I biglietti, posto unico 15 euro, sono disponibili in prevendita su www.ticketone.ite nei punti Box Office Toscana (www.boxofficetoscana.it/punti-vendita). Infowww.teatrolumiere.it,www.pierfrancesconannoni.com.

Sabato 15 alle 21 e domenica 16 alle 17 al Teatro le Laudi (via Leonardo da Vinci 2) Signorina Julie di Strindberg diretta da Marco Lombardi, con Raffaella Afeltra, Fabio Rubino, Brenda Potenza; assistente alla regia Sandra Bonciani, luci Silvia Avigo, scene Lorenzo Scelsi.

A Cango (Via Santa Maria 25) nell’ambito de La Democrazia del corpo sabato 15 alle 19 e domenica 16 alle 16 la coreografa svizzera Yasmine Hugonnet presenta Le Récital des Postures. Concerto per un solo strumento, il corpo, con il quale la solista esegue una serie di posture su una partitura sospesa nel silenzio. Tante pose tenute, mentre il movimento scorre nell’immaginazione dello spettatore. Il disegno dell’insieme, il lavoro sulla sagoma, l’umorismo della Hugonnet, fanno eco alla materialità della presenza. Nel bianco della scena, il corpo svela i suoi semplici misteri con potenza evocativa, si impone e si fa dimenticare, fino a farsi voce e a parlarci da dentro la pelle; info e prenotazioni 055 2280525 | whatsapp 331 2922600 www.virgiliosieni.itbiglietti intero 10 € | Ridotto under 26, over 65 > 8 € | Studenti Universitari, Scuole di Danza > 5 €

Domenica 16 alle 16.45 al Teatro Puccini di Firenze (via delle Cascine 41) la nuova produzione del Teatro popolare d’arte per tutta la famiglia: Cenerentola rock. Partendo da un palco semi vuoto due attori (Roberto Caccavo e Marco Natalucci) e un musicista (Francesco Giorgi) faranno rivivere attraverso situazioni comiche esilaranti e utilizzando solo qualche parrucca e pochissimi oggetti, la celebre fiaba, Cenerentola, che grazie alla presenza dei musicisti I Fratelli Marelli (Pedro Judkowski e Lorenzo Lucci) diventa Cenerentola rock; età consigliata dai 6 anni – durata 60 minuti Biglietti: € 12,00 (under 12 anni € 8,00) (esclusi diritti di prevendita) prevendite ticketone.it

Sabato 15 alle 21.45
, un nuovo appuntamento alBUH! Circolo Culturale Urbano di Firenze (via Panciatichi 16). Una serata con tutta l’energia funky di Super Bad, gruppo che ispirandosi ai padri fondatori del genere volge uno sguardo al futuro con un personalissimo crossover di funk, rock, jazz ed elettronica. A seguire dj set con Hugolini dj. Ingresso € 12 / ridotto soci Arci, Under 25 € 10 Infowww.eventimusicpool.it

Domenica 16 alle 21 a Le Murate Caffè Letterario (Piazza delle Murate) secondo e ultimo appuntamento con le semifinali del Firenze Suona Contest 2023, concorso nazionale per band e cantautori di musica originale, quest’anno dedicato al musicista e fonico recentemente scomparso Jeppe Catalano; ingresso gratuito; il pubblico può votare l’artista o il gruppo preferito. Durante la seconda semifinale, condotta da Rick Hutton, si affronteranno: Quiet Quartet, Minerva 40, Marco Russo, La Monarchia, Ganugi e i suoi dubbi, Le canzoni giuste.

Sabato 15 alle 22.30 al GLUE (viale Manfredo Fanti) Le Lame + DRI. Ingresso gratuito con tessera annuale 22/23 (13 €).

Alla Casa del Popolo Il Progresso (via Vittorio Emanuele II, 135) domenica 16 alle 16 Così parlò Zarathustra, ispirato a Nietzsche; drammaturgia e regia Filippo Frittelli, assistenza tecnica Lorenzo Latini, con Ludovica Rio, Giorgia Stornanti, Michele Jommi, Tatiana Carcereri, Cristiana La Fauci, Eleonora Saladino. Ingresso 10 euro.

A Palazzo Corsini al Prato da venerdì 14 a domenica 16 aprile, con orario 11-18, settima edizione del Florence Vintage Market, con oltre 5mila tra capi di abbigliamento e accessori, 25 stand, oltre 50 donatori di vestiti; ingresso libero da Lungarno Corsini 8. I fondi raccolti contribuiscono a sostenere File e il servizio di cure palliative e supporto psicologico offerto da oltre 20 anni ai malati gravi e alle loro famiglie sul territorio.

Il Finger Food Festival è dal 14 al 16 Aprile all’Ippodromo del Visarno, nel Parco delle Cascine; sabato e domenica ore 12-23.

Sabato 15 e domenica 16 dalle 9.30 alle 20 Creative Factory in piazza Santissima Annunziata con 30 artigiani. Sabato 15 e domenica 16 con orario 8.30-19.30 tornaIndipendenza Antiquaria, appuntamento mensile col piccolo antiquariato e il collezionismo in piazza Indipendenza. Sabato 15 e domenica 16 dalle 10 alle 20alla Manifattura Tabacchi in via delle Cascine torna Vinokilo,la più grande vendita al chilo europea di vintage e second hand. Domenica 16 dalle 9 alle 19 Fierucola in piazza Santo Spirito: prodotti dell’agricoltura biologica su piccola scala, dell’artigianato manuale e della vita vernacolare. Domenica 16 dalle 11 alle 20 Vintage Market al Tsh Firenze(The Social Hub, ex Student Hotel), in viale Lavagnini. Piazza Isolotto shopping è l’evento di domenica 16 dalle 8 alle 20, in piazza dell’Isolotto. Domenica 16 dalle 8 alle 20 Galluzzo in fiera in piazza Niccolò Acciaioli.

Sabato 15 alle 21.15 il Teatro Manzoni di Calenzano (via Mascagni 18) ospita Il figlio riuscito, scritto e interpretato da Paolo Cioni, attore toscano fra i protagonisti dei “Delitti del BarLume” (è il celebre Marchino), in teatro con “Pinocchio” di Ugo Chiti e “Chi è di scena” di Alessandro Benvenuti e al cinema, fra gli altri, con il cult movie “I primi della lista”. La storia di un uomo che va a rinnovare la carta d’identità in Comune e ne esce trasformato, come gli eroi dei miti. ntero: 14 euro Ridotto under 20 e over 65, soci Coop e allievi Scuola Foà: 12 euroInfo e prenotazioni:www.teatromanzonicalenzano.it

Domenica 16 alle 16 al Teatrodante Carlo Monni di Campi Bisenzio (Piazza Dante 23) lo spettacolo per bambini e famiglie Lupo e capra, di Guido Materi, Valentina Cappelletti e Vania Rotondi, con Guido Materi e Valentina Cappelletti, liberamente ispirato a In una notte di temporale di Yuichi Kimurauna; storia di amicizia e diversità per pubblico dai 3 ai 7 anni. Prezzo 12€ adulti e 8€ bambini.

È in corso l’edizione 2023 di Fiorinfiera a Borgo San Lorenzo: fino a domenica 16, in Piazza Dante, decine di espositori del settore florovivaistico coloreranno i giardini di Borgo San Lorenzo.

ACalenzano in via Cilea, via del Molino e villa Martinez Festa di primavera e Mercato dei fiori domenica 16 dalle 9 alle 20.

Sabato 15 alle 17, per InCanto, all’Istituto Ernesto de Martino, Villa San Lorenzo al Prato – via Scardassieri, 47 Sesto Fiorentino (Fi) Tel/Fax. 0554211901 Massimo Bondioli presenta il suo libro “Mario Lodi e Piadena. Una vita tra educazione e impegno in un microcosmo padano”, pubblicato nel 2022 da Editoriale Sometti. Nel centesimo anniversario della nascita di Lodi, questa ricostruzione biografica, frutto di un meticoloso lavoro di ricerca, affronta le varie sfaccettature del suo lungo impegno educativo e civile con l’intento di restituirne un’immagine a trecentosessanta gradi. Ingresso libero.

Domenica 16 aprile ore 17.30 presso Palomar – Casa della Cultura – Piazza della Libertà 15 – San Giovanni Valdarno Letizia Fuochi presenta il suo ultimo disco e il suo libro insieme a Giampiero Bigazzi; info e prenotazioni 055 9126303

Da giovedì 13 a domenica 16 aprile al Teatro Metastasio arriva il Cyrano de Bergerac di Edmond Rostand adattato e diretto dal regista e attore Arturo Cirillo (feriali 20.45, sabato 19.30, domenica 16.30). Questo riallestimento del classico di Rostand fa appello al ricordo del musical di Domenico Modugno e Caterine Spaak visto da Cirillo a Napoli da bambino, ma non è una sua riproposizione quanto una riscrittura contaminata per “similitudini tra nasi” con il Pinocchio di Collodi e quello di Carmelo Bene, e virata verso il Teatro Canzone con musiche da Edith Piaf a Fiorenzo Carpi, autore della colonna sonora del Pinocchio televisivo di Luigi Comencini. In uno sfavillante carosello di mantelli, piume, cappelli a cilindro e paillettes, è il teatro canzone a raccontare con parole e note la famigerata storia del poeta e cavaliere dal naso lungo e sgraziato: Cyrano ama perdutamente la cugina Rossana, ma non è ricambiato a causa del proprio ingombrante naso. Rossana, da parte sua, è innamorata di Cristiano, bello d’aspetto ma oratore poco facondo, al quale Cyrano offre i propri versi per impressionare la donna, che infine sposerà. Parole, poesia e musica esaltano il ritratto del nasuto guascone in una forma più visionaria, ben oltre il canone dell’uomo di spada ed eroe della retorica: il poeta spadaccino di Rostand abbandona le sue malinconie per diventare un performer, capace di riconoscersi fino in fondo solo sul palco. Biglietti: da 15 a 18 euro – tutte le info su www.metastasio.it

Domenica 16 alle 17al Teatro Ciro Pinsuti di Sinalunga il nuovo spettacolo della stagione di Musica Comica. Sul palco, lo scoppiettante spettacolo di Dosto&Yevski con Donna Olimpia: Rap-Sodia, incidenti, gag e burle esclusivamente su suoni, gesti e atmosfere divertenti.

In Valdichiana Senese, nel sud della Toscana, c’è un evento itinerante e goloso che si svolge ogni anno in un Comune diverso: è il mercato dei produttori a Km0 di Valdichiana Eating, un progetto nato per portare nelle piazze della Valdichiana le eccellenze locali. Giunto alla quinta edizione, quest’anno l’appuntamento sarà a Montefollonico (Torrita di Siena) sabato 15 e domenica 16 aprile. Organizzato dalla Strada del Vino Nobile di Montepulciano e dei Sapori della Valdichiana Senese l’obiettivo che si pone è dare ancora più valore a tutti quei prodotti che in questo territorio o nelle immediate vicinanze trovano qualità, unicità e sempre più apprezzamento da parte dei “food lovers”. Chi arriva infatti qui non si lascia sfuggire l’occasione di scoprire tutto il buono dei suoi prodotti enogastronomici che trovano spazio nel mercato di Valdichiana Eating: dall’aglione della Valdichiana ai grani antichi, dal formaggio pecorino al vino Nobile di Montepulciano, solo per citarne alcuni. L’edizione 2023 vedrà protagonisti i produttori della Valdichiana Aretina e Senese, con un focus specifico sulle produzioni biologiche (saranno infatti presentate anche le bio box di Valdichiana Eating), e la possibilità di degustare i vini prodotti a Montepulciano presso il Wine corner in compagnia dei sommelier Fisar. Valdichiana Eating si svolge in contemporanea ad un altro importante evento del borgo di Montefollonico,“Lo gradireste un goccio di Vin Santo?” ,l’appuntamento interamente dedicato al prezioso liquore dolce toscano che proprio qui ha una lunga tradizione. Durante la due giorni, sarà quindi possibile degustare ottimi Vin Santo locali, partecipare alle tante iniziative organizzate dalla Proloco di Montefollonico, oltre che scoprire, assaggiare ed acquistare, i prodotti tradizionali e genuini presentati dai produttori di Valdichiana Eating.

Dal 10 al 16 aprile torna Tuscany Cocktail Week, la prima cocktail week al mondo che coinvolge un’intera regione. Creata per dare risalto ai migliori Cocktail Bar della Toscana, precede la Florence Cocktail Week in85 cocktail bar selezionati di tutta la Toscana. Durante i 7 giorni i Cocktail Bar TCW23 presentano una Cocktail List esclusiva composta da 3 cocktail: 1 Signature Cocktai #TCW23, 1 drink RiEsco a Bere Italiano dedicato al Made in Tuscany e 1 Eco Cocktail dedicato alla sostenibilità.

“Officina Grey Cat”,tre giorni di musica presso il Teatro Fonderia Leopolda promossi dal Comune di Follonica e organizzati da Music Pool con la collaborazione della Scuola Comunale di musica AMF. Tre concerti e un laboratorio di approfondimento per scoprire, con i grandi nomi del panorama musicale, le più varie sfumature del jazz, dalle sue tradizioni alle più importanti novità.Sabato 15 dalle 14:30presso la Scuola di Musica B. Bonarelli workshop condotto da Alfredo Golino e Alessandro Galati; alle 18i due artisti si riuniranno per un concerto inedito, sempre alla Scuola di Musicacon un terzo gigante del panorama jazzistico italiano, Ares Tavolazzi. Info e prevendite– 055 240397 –www.eventimusicpool.it

Aperto al pubblico il Museo diCasa Siviero(Lungarno Serristori, 1/3, senza bisogno di prenotazione: sabato ore 10-18; domenica ore 10-13; lunedì ore 10-13; negli altri giorni solo piccoli gruppi su prenotazione).

Aperta al pubblico laFondazione Franco Zeffirelliin Piazza San Firenze; Info https://www.fondazionefrancozeffirelli.com/. Sabato alle 11 visite guidate a cura dello staff della Fondazione Zeffirelli. La guida è gratuita compresa nel costo intero del biglietto d’ingresso. Per prenotazionihttps://bit.ly/3WgCYGH

La FondazionePalazzo Strozzi fino al 18 giugnopresentaReaching for the Stars. Da Maurizio Cattelan a Lynette Yiadom-Boakye, mostra che propone una celebrazione delle stelle dell’arte di oggi attraverso oltre 70 opere dei più importanti artisti contemporanei italiani e internazionali, tra cuiMaurizio Cattelan, Cindy Sherman, Damien Hirst, Lara Favaretto, William Kentridge, Berlinde De Bruyckere, Sarah Lucas, Lynette Yiadom-Boakye.Promossa e organizzata dalla Fondazione Palazzo Strozzi e Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Reaching for the Stars esplora le principali ricerche artistiche degli ultimi decenni attraverso una costellazione di opere esposte in tutti gli spazi di Palazzo Strozzi, dal Piano Nobile alla Strozzina, con una speciale nuova installazione per il cortile rinascimentale. Curata da Arturo Galansino, Direttore Generale della Fondazione Palazzo Strozzi, l’esposizione si pone come celebrazione dei trent’anni della Collezione Sandretto Re Rebaudengo, una delle più famose e prestigiose raccolte d’arte contemporanea a livello internazionale; sono presenti opere fondamentali come1000 Names(1983)di Anish Kapoor oLove Is Great(1994) di Damien Hirst, insieme a un’ampia selezione di lavori di Maurizio Cattelan, artista centrale per un’esplorazione dell’arte italiana tra anni Novanta e Duemila, insieme, tra gli altri, a Paola Pivi o Lara Favaretto. In parallelo si snodano sezioni tematiche come quella dominata dalla celebre serieUntitled Film Still(1978-1980) di Cindy Sherman che propone una riflessione sociale e politica sul tema dell’identità in rapporto a opere di Shirin Neshat, la serigrafiaUntitled(Not ugly enough)(1997) di Barbara Kruger o la scultura in materiali organiciSelf- Portrait(1993) di Pawel Althamer. L’indagine sulla scultura si amplia nei grandi lavori di Andra Ursuţa, Adrián Villar Rojas, Berlinde De Bruyckere, Mark Manders, le cui pratiche investigano il corpo e la figura tra decostruzione e ricomposizione. A questa fa eco la perlustrazione della ricerca pittorica attraverso dipinti di artisti come Lynette Yiadom-Boakye, Sanya Kantarovsky, Michael Armitage, Cecily Brown, Avery Singer, testimoniando la perdurante vitalità di questo medium, tra figurazione e astrazione, soprattutto nelle generazioni più giovani. Completa il percorso un’ampia sezione dedicata alla Video arte con opere manifesto di artisti quali William Kentridge, presente conHistory of Main Complaint(1996), Douglas Gordon e Philippe Parreno, con la celebre videoinstallazioneZidane. A 21st Century Portrait(2005) e Ragnar Kjartansson conThe End – Rocky Mountains(2009).

AlMuseo degli Innocenti di Firenze(piazza della Santissima Annunziata, 13) una grande mostra rende omaggio all’artista olandeseMaurits Cornelis Escher.Esposti fino al 7 maggio 2023oltre200 pezzitra cui alcune opere che lo hanno reso noto in tutto il mondo come il mago delle illusioni e dei paradossi:Mano con sfera riflettente,Vincolo d’unione,Metamorfosi II,Giorno e Nottee la serie degliEmblemata, che appartengono all’immaginario del grande artista..La sua arte nasce proprio in Italia il primo paese che Escher visita dopo la scuola, rimanendo profondamente affascinato dai paesaggi del sud come la Sicilia, la Calabria, la Campania, Roma e anche la Toscana dove ha visitato Pisa, Siena e San Gimignano. In Italia conosce anche il suo grande amore Jetta Umiker che sposerà e che gli darà tre figli. Ma è solo dopo aver lasciato l’Italia nel 1935 per trasferirsi in Svizzera perchè contrario ai principi del Fascismo che inizierà a realizzare le sue opere più famose, i suoi mondi impossibili basati su riflessioni geometriche e matematiche. Biglietto 16 / 14 euro; info e prenotazioni https://www.mostraescher.it/

Palazzo Strozzi Sacrati (Piazza del Duomo 10, Firenze),dal 22 marzo al 20 aprilemostra di opere diFrancesco Invernidal titoloIl seme umile del Sacropromossa dal comune di Poggio a Caiano. Curata da Giampaolo Trotta, architetto e storico dell’arte fiorentino, la mostra offre ai visitatori la possibilità di ammirare parte delle opere esposte alle Scuderie medicee di Poggio a Caiano realizzate da Inverni fra gli anni ‘50 e gli anni ‘80 del Novecento, che attraversano tutti i suoi periodi pittorici; dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12.30 e dalle 14 alle 16.30; il sabato dalle 10 alle 12.30. Per prenotarsi occorre telefonare dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 al numero 0554385616.

Dal 5 aprile al 4 settembre 2023 il Museo Nazionale del Bargello (via del Proconsolo) ospita in mostra il San Giovanni Battista di Lorenzo Ghiberti, l’Incredulità di san Tommaso di Andrea del Verrocchio e il San Luca del Giambologna, provenienti dal Museo di Orsanmichele.

Palazzo Medici Riccardi dedica una grande mostra al pittore napoletano Luca Giordano(1634-1705), che, fra gli artisti più virtuosi e prolifici del Barocco italiano, lasciò a Firenze, all’interno proprio di Palazzo Medici Riccardi, splendide testimonianze del suo operato. Si tratta delledue volte dipinte per la Galleria degli Specchi e per la Biblioteca Riccardiana.Il palazzo, prima grande residenza dei Medici, simbolo del potere di famiglia e del Banco Mediceo, acquisita alla metà del Seicento dalla famiglia Riccardi, viene così arricchito secondo il gusto decorativo dell’epoca. In virtù di queste straordinarie opere, la Città Metropolitana di Firenze e MUS.E dedicano al pittore napoletano e al suo legame con il palazzo e con la città di Firenze la mostra“Luca Giordano. Maestro barocco a Firenze”, curata da Riccardo Lattuada, Giuseppe Scavizzi e Valentina Zucchi e organizzata con il sostegno di Business Strategies, che si terràa Palazzo Medici Riccardi dal 30 marzo al 5 settembre 2023.In mostra una selezione di circa 50 opere alcune delle quali mai viste a Firenze prima d’ora,centrata sull’attività fiorentina di Giordano, nel 1682-1683 e nel 1685-1686,profondamente connesse agli affreschi. Fra queste spiccano una serie di diecibozzetti della Galleria degli Specchi e della volta della Biblioteca Riccardiana, di proprietà della National Gallery di Londra, che per l’occasione saranno messi in dialogo diretto con la volta.

Un’opera importantissima del maestro di Leonardo da Vinci, Andrea del Verrocchio, concessa in deposito dagli Uffizi ad una chiesa del territorio fiorentino circa un secolo fa, torna ora agli Uffizi per una mostra speciale. Si tratta della sontuosa pala d’altare raffigurante la Sacra Conversazione con i Santi Zanobi, Francesco, Giovanni Battista e Niccolò, detta “Pala Macinghi” dal nome della famiglia per la quale fu realizzata: l’opera, appena restaurata all’Opificio delle Pietre Dure, è in mostra al secondo piano degli Uffizi, negli spazi espositivi tra la sala dedicata a Leonardo e quella di Raffaello e Michelangelo. Gallerie degli Uffizi Firenze Gli Uffizi, Sala A37 – ingresso con il biglietto del museo.

Nella reggia diPalazzo Pittiè esposta in maniera permanente lacollezione di 78 icone russe,raccolta a Firenze già dai Medici e soprattutto dai Lorena nel corso del Settecento e del secolo successivo, la più antica del genere al mondo al di fuori della Russia stessa, verrà infatti per la prima volta esposta in un nuovo allestimento. Si tratta di quattro grandi sale con affreschi seicenteschi affacciate sul cortile al piano terra di Palazzo Pitti, appena restaurati. Icone dotate di didascalie descrittive in italiano, inglese e cirillico. Finora, questi ambienti della Reggia medicea non sono mai stati regolarmente aperti al pubblico. Anche la suggestiva, elegantissima Cappella Palatina, con gli affreschi ottocenteschi di Luigi Ademollo, ora interamente restaurata, è riaperta e visitabile.

AlMuseo Marino Marini di Firenze(Piazza San Pancrazio) c’è la prima mostra italiana diEnrique Martínez Celaya, artista cubano ormai da anni residente negli Stati Uniti. Si intitolaGuardare e aspettare. Sculture selezionate 2005-2023, è curata da Giorgio Verzotti e proseguiràfino al 29 maggio. Dal 5 maggio al 29 luglio, l’artista sarà ospitato, con le sue opere pittoriche, anche alla galleria Secci, sempre a Firenze.

Da sabato 26 novembre al 1 maggiola Cattedrale dell’Immagine di Santo Stefano al Ponte Vecchio (ingresso via Por Santa Maria) diventa la casa della street art mondiale ospitando all’interno la mostra digitale immersiva non autorizzata dedicata al sovversivo e satirico writer britannico Banksy. Attraverso un mix di immagini, suoni e musiche, capaci di evocare immediatamente la cultura underground di Bristol, la mostra vuole far comprendere la protesta sottesa all’arte di Banksy.

Fino al 18 aprile al Museo Ferragamoin Piazza di Santa Trinita c’è la mostra donne in equilibrio.

Gianfranco Mello, La Luce e il Coloreè il titolo dell’esposizione visitabile a ingresso gratuitofino al 16 aprile in sala d’Arme a Palazzo Vecchio (dalle 10 alle 18), a cura della Fondazione Mello.

Si intitola“Viaggio”la collettiva che apre la nuova stagione dellaGalleria Comunale di Barga, curata da Gian Guido Maria Grassi con l’organizzazione dell’associazione stART – Open your eyes e il patrocinio del Comune di Barga. Una serie di progetti che segneranno l’anno in corso, fino a gennaio 2024, per indagare il contemporaneo nel contesto medievale della “capitale” della Media Valle del Serchio, scelta da artisti internazionali, nomadi digitali e residenti di ritorno. “Viaggio” rientra infatti nella più ampia agenda “InComune”, ideata dalle artiste Giorgia Madiai e Kerry Bell con l’obiettivo di aggregare la comunità artistica del territorio, invitando a partecipare i creativi che vivono e sono legati alla Valle del Serchio, alla Garfagnana e alla Lucchesia. Un itinerario in oltre trenta opere attraverso le pitture di Gaia; le ceramiche, le cianotipie e le tele di Aris; i disegni, le sculture e i dipinti di Muz, che realizzerà anche interventi pittorici sulle pareti della galleria, i quali daranno vita a spazi architettonici in dialogo con le opere degli altri artisti. La mostra sarà visitabiledal 25 marzo al 21 maggio 2023, dal giovedì alla domenica, dalle 18 alle 20(ingresso libero).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741