Skip to main content

Ecovandali: multe fino a 60mila euro fatte dai prefetti. L’annuncio del ministro Sangiuliano

Il blitz degli ambientalisti di Ultima Generazione che hanno lanciato vernice sulla facciata del Senato (Foto d’archivio)

ROMA – Decisione drastica del governo contro gli ecovandali. Il ministro Gennaro Sangiuliano, durante il question time alla Camera, ha annunciato: “Abbiamo approvato nel Consiglio dei ministri dell’11 aprile scorso una norma che punta a far pagare ai responsabili di ecovandalismo per il ripristino dei luoghi, una multa fino a 60mila euro comminata dal prefetto, quindi rapidamente”.

Rispondendo a un’interrogazione sulle iniziative volte ad assicurare la tutela del patrimonio artistico e culturale anche in relazione a recenti episodi di vandalismo, presentata da Maurizio Lupi (Nm) e altri, Sangiuliano ha citato Benedetto Croce quando diceva che il “paesaggio è il volto amato della patria”, quindi, ha proseguito il ministro, “chi attacca i monumenti attacca lo stesso ambiente che presume di voler tutelare perché il paesaggio che non ha solo fiumi e laghi ma anche tutto ciò che il genio umano ha prodotto nei secoli”.

Il titolare di Via del Collegio Romano ha spiegato che “fino a oggi i costi di ripristino dei beni danneggiati sono stati sostenuti dalla collettività: per la facciata del Senato sono stati spesi 40mila euro e per Palazzo Vecchio a Firenze più o meno la stessa cifra. Mentre per il monumento a Vittorio Emanuele a Milano si è dovuto procedere con una gara d’appalto a un costo di 200mila euro”.

Infine il ministro ha spiegato che va “sfatato il mito che per questi attacchi vengono usati materiali vegetali non dannosi: è una cosa da verificare. Ho dato mandato a una commissione di esperti di valutare e attendo i risultati delle analisi, ma già è emerso che i marmi sono porosi e quindi le sostanze rimangono dentro le strutture”.

ministro Sangiuliano, multe agli ecovandali, prefetti


Ernesto Giusti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741