Skip to main content

Livorno: auto piena di cocaina e famiglia a bordo. Scoperto e arrestato al porto

Un’auto della Guardia di Finanza in un’immagine d’archivio

LIVORNO – L’episodio è accaduto al Porto di Livorno. La Guardia di Finanza di Livorno, durante i consueti controlli su mezzi e persone circolanti all’interno e nei pressi del Porto ha notato un’autovettura che si stava imbarcando per la Sardegna. L’utilitaria aveva a bordo una famigliola (genitori e due bambine) all’apparenza tranquilla, se non fosse che nel corso del passaggio vicino al veicolo i due cani labrador antidroga Jambo e Brook hanno dato segnali di interessamento sul veicolo, talchè i finanzieri hanno deciso di approfondire il controllo.

Quest’ultimo è stato realizzato garantendo la dovuta attenzione e cautela alle due bambine, ma anche la massima cornice di sicurezza per l’attività in corso ed il resto dell’utenza portuale, in quel momento molto attiva e variegata. La meticolosa perquisizione alla fine ha premiato l’eccezionale olfatto dei cani antidroga: occultati nel sedile posteriore sono stati rinvenuti diversi panetti di cocaina pura, per un peso complessivo di 11 kg. Lo stupefacente avrebbe fruttato, al dettaglio (per diverse decine di migliaia di dosi), oltre 3 milioni di euro.

Il conducente del mezzo nonché capofamiglia (40rantenne, straniero) è stato quindi tratto in arresto d’iniziativa, in flagranza di reato per traffico di sostanze stupefacenti, con l’aggravante dell’ingente quantità, e condotto in carcere a disposizione della locale Procura della Repubblica.

cani antidroga Jambo e Brook, cocaina pura nell'auto al porto di livorno, guardia di finanza di livorno


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741