Skip to main content

Prato: Bobo Rondelli in concerto gratis al Colibri

FIRENZE – Un cacciucco di ironia e poesia: istrionico e irriverente, Bobo Rondelli porta la sua musica e un po’ della sua Livorno al Colibrì di Prato, venerdì 2 giugno, per il primo grande evento live dello spazio estivo. Un concerto rigorosamente a ingresso libero, come tutte le proposte del Colibrì. Visto il grande afflusso previsto, chi vuole può prenotare a questo link https://bit.ly/45zCjVk (a scanso di equivoci, la prenotazione non è obbligatoria); dalle 19 si servono tre menù etnici sfiziosi: siciliano, greco e orientale (prenotazione tavoli via whatsapp, 370 3017013); alle 22 tutti davanti al palco: Bobo ripercorrerà i suoi “ciuchi di battaglia”, come lui stesso ama definire le canzoni più conosciute e amate dal pubblico, insieme ai nuovi brani e a una selezione di successi che ha fatto la storia della musica italiana. Con Bobo ci saranno gli amici di sempre – Claudio Laucci al piano e tastiere, Simone “Bimbo” Soldani alla chitarra e Simone Padovani alle percussioni – perché Rondelli sa che sul palco bisogna stare bene se si vuol far star bene il pubblico: un’esperienza unica e sempre diversa da condividere con chi ti è più vicino.

Arrivato alla soglia dei 60 anni, Bobo si sente vivo come non mai. Un percorso unico e inimitabile, fatto di musica e parole, teatro e cinema, risate e pianti, tanti dischi ma soprattutto centinaia di concerti fatti su grandi palchi e piccole pedane, nelle piazze più sconfinate come nei piccoli paesi, in teatri importanti e osterie dimenticate. Spinto da sempre a dare tutto al suo pubblico, a sviscerare le sue emozioni senza filtri, senza concessioni alla morale pubblica, è sempre stato il peggior manager di se stesso ma allo stesso tempo considerato da pubblico, critica e colleghi uno dei più importanti cantautori del nostro tempo. Bobo Rondelli è solo il primo grande evento del Colibrì. In arrivo venerdì 23 giugno Clavdio, epigono della nuova scuola capitolina (Calcutta, Carl Brave, Franco 126, Fulminacci…) salito alla ribalta col singolo “Cuore” e con un nuovo album da farci ascoltare, “Guerra Fredda”: una raccolta di pensieri e riflessioni, un diario intimo dal sapore agrodolce, scritto a cuore aperto.  Con il patrocinio del Comune di Prato, che ha incluso il concerto nel cartellone Prato Estate 2023. E ancora, venerdì 14 luglio è la volta di Sandro Joyeux: parigino di nascita, giramondo per vocazione, ha percorso quasi un milione di chilometri con la chitarra sulle spalle raccogliendo tradizioni, dialetti e suoni del Sud del mondo. Venerdì 28 luglio spazio al “cantautorato illogico d’avanguardia” del Duo Bucolico, dalla Romagna con molta musica e un pizzico di cabaret: stile volutamente ebbro e ironico, mosso da una leggerezza pensosa e anarcoide.

Colibrì è aperto tutte le sere a ingresso libero fino al 31 agosto (via Pasubio 23, Prato). Info tel. 370 3017013 – colibriprato@gmail.com. Programma completo e aggiornamenti sui canali social www.facebook.com/colibriprato www.instagram.com/colibri_prato/

Bobo Rondelli, cantautori italiani, Musica, prato, spazi estivi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741