Skip to main content

Passaporti: questura di Firenze si mobilita per consegnarli in tempo a chi va in vacanza

FIRENZE – La Questura di Firenze si sta mobilitando, in questi giorni, per consegnare i passaporti a chi deve partire per le vacanze 2023 all’estero. Si parla di “rush finale” estivo.

Le domande, si spiega in un comunicato da via Zara, sono sempre in aumento e – facendo un rapido raffronto delle richieste presentate nel capoluogo toscano agli sportelli della Polizia di Stato negli ultimi otto anni – emerge senza dubbio un netto incremento. Nei primi sette mesi del 2023, ad esempio, gli uffici della Questura, dei Commissariati e dei quattro comuni dell’hinterland (che nel dicembre scorso hanno aderito all’iniziativa voluta dal Questore Maurizio Auriemma per accorciare le distanze tra un fondamentale servizio della Pubblica Amministrazione italiana e i cittadini residenti fuori Firenze) hanno ricevuto sulle scrivanie oltre 50.000 richieste per il rilascio di documenti validi per l’espatrio.

L’anno precedente erano state complessivamente 44.562. Proprio nel 2022, complice anche la “Brexit” (che tra le altre cose, ormai da quasi due anni, ha reso necessario per i cittadini italiani il possesso del passaporto per varcare i confini del Regno Unito), il trend aveva avuto un importante incremento rispetto naturalmente agli anni della pandemia con 15.667 pratiche ricevute dagli agenti nel 2021 e 13.853 del 2020. Andando invece a ritroso nel tempo: dal 2019 al 2015 si è assistito invece ad un costante aumento del dato, passando dalle 26.080 domande presentate 8 anni fa alle 28.873 del 2016, 31.492 nel 2017, 34.555 nel 2018 e 37.633 nel 2019.

Nel 2022 le richieste dei titoli di viaggio sono aumentate di oltre il 70% rispetto al 2015 mentre, volendo fare un confronto non definitivo, in soli sette mesi, nel 2023 si è verificato un incremento delle richieste di circa il 98% rispetto a otto anni fa e del 16% se si prende in considerazione tutti e dodici i mesi del 2022. Un dato, quest’ultimo, destinato ad aumentare il prossimo dicembre, quando verrà definitivamente chiuso il bilancio dell’anno in corso.

A tale proposito, il vertice di via Zara ha investito costantemente risorse e servizi con l’obiettivo di soddisfare le esigenze del maggior numero di utenti in tutta la provincia, organizzando nel tempo anche aperture straordinarie degli sportelli della Questura e dei Commissariati di Pubblica Sicurezza. Ad esempio, da ieri e per tre giorni consecutivi (cioè fino a domani 3 agosto 2023) a Sesto Fiorentino, oltre che negli orari consueti, sarà possibile ritirare straordinariamente i passaporti in consegna (quelli già pronti) dalle ore 15 alle 19. Per coloro che devono ancora presentare la domanda si ricorda invece che attualmente, accedendo al sito https://www.passaportonline.poliziadistato.it con Spid/Cie e compilando i campi con i dati richiesti, si potrà prenotare un appuntamento presso l’ufficio passaporto di competenza per presentare la relativa domanda.

Per quanto riguarda Firenze, se le date disponibili online fossero terminate, in caso di urgenze adeguatamente motivate (lavoro, salute, studio, turismo o altro) o qualora l’utente sia oggettivamente impossibilitato ad usufruire del servizio della Polizia di Stato per richiedere online il passaporto, è possibile scrivere a dipps132.00n0@pecps.poliziadistato.it, (anche da posta elettronica non certificata). 

passaporti, questura di Firenze, vacanze 2023

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741