Skip to main content

Imprese editoriali: bando della Regione Toscana per l’innovazione. Come fare le domande. L’Ast ringrazia

Il presidente della Regione, Eugenio Giani, con il presidente dell’Ast, Sandro Bennucci (Foto Assostampa Toscana) (Foto Palinko/Gilda)

FIRENZE – La Regione Toscana ha pubblicato il 28 agosto il bando per la concessione di contributi alle imprese editoriali, riservato a micro, piccole e medie imprese con sede operativa nel territorio regionale. In particolare si tratta di un sostegno mirato alle aziende piùdirettamente interessate ai processi di innovazione del digitale terrestre televisivo e della tecnologia Dab per le radio. Un milione mezzo di euro le risorse messe a disposizione.

Le domande per partecipare al bando devono essere presentate entro il 9 ottobre 2023, solo online dal sito di Sviluppo Toscana all’indirizzo https://accessosicuro.sviluppo.toscana.it. I progetti ammessi, si spiega, potranno godere di contributi fino all’80% della spesa sostenuta. Per usufruire del sostegno le aziende dovranno avere alle proprie dipendenze personale giornalistico assunto con un contratto di categoria sottoscritto dalla Fnsi e dalla Federazione radio televisioni, oltre ad essere in regola con il pagamento di stipendi e contributi.

Nel caso vi siano anche collaboratori, gli stessi dovranno avere contratti giornalistici ed essere retribuiti mediante equo compenso come definito dalla legge 233 del 2012. “Come Regione – spiega il presidente della Toscana, Eugenio Giani – vogliamo difendere e tutelare il pluralismo dell’informazione. E’ un tema che ci è caro e che vuoldireanche difendere i posti di lavoro di quelle aziende: una battaglia che ci vede al fianco, oggi come in passato, dell’Associazione stampa Toscana, ovvero il sindacato dei giornalisti. Occorre infatti essere consapevoli che l’innovazione è essenziale per rimanere competitivi e garanzia, dunque, anche dell’occupazione”. Come riporta una nota della Regione, il bando, che non è il primo per la Toscana, era stato sollecitato e caldeggiato dal sindacato regionale dei giornalisti.

“La Toscana è una delle poche regioni che si è attivata su questo fronte – sottolinea il presidente dell’Ast Sandro Bennucci -. Il settore sta vivendo una situazione di grave crisi e il fatto che i contributi di questo bando vengano riconosciuti solo alle aziende che assumono e pagano con contratti e in modo regolare è un ulteriore elemento di valore. Per questo ringrazio il presidente Eugenio Giani anche a nome delle Federazione nazionale della stampa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741