Skip to main content

Pisa Book Festival: edizione XXI dedicata alle donne 

Il Pisa Book Festival

FIRENZE – Si è aperta oggi, giovedì 28 settembre, la XXI edizione del Pisa Book Festival, il salone dell’editoria indipendente che dal 28 settembre al primo ottobre si svolge agli Arsenali Repubblicani di Pisa. Lo ha inaugurato alle 16.30 il presidente della Regione Eugenio Giani. Insieme a lui, il sindaco di Pisa, Michele Conti, la direttrice del Festival Lucia Della Porta, Stefano Del Corso, presidente della Fondazione Pisa, Andrea Camilli, direttore del Museo delle Navi Antiche, Pierluigi Nieri, direttore del Museo di Palazzo Reale e Filippo Bedini, assessore alla cultura del Comune di Pisa. Alle 17 all’Auditorium del Museo delle Navi Antiche il discorso inaugurale del presidente Giani su “Pisa e i Medici”. 

Quest’anno il Pisa Book Festival, un’edizione che apre una collaborazione importante tra il Festival e Regione Toscana, è dedicato “alle donne, tutte: le donne iraniane che lottano e le donne ucraine che resistono – recita la locandina della manifestazione – le donne che sognano e le donne che ricordano, le sorelle, le figlie, le madri, le donne che scrivono e le donne che leggono, le donne poeta e, naturalmente, le coraggiose donne editrici”. A tal proposito, questo pomeriggio, la Toscana delle Donne, progetto della Regione Toscana, presenta un’anteprima del Festival presso il Royal Victoria Hotel di Pisa, sul Lungarno Pacinotti, dal titolo “Donne, mare e libertà”, performance letteraria e musicale. con le scrittrici Lorenza Pieri ed Evelina Santangelo”, moderata dalla giornalista Maria Cristina Carratù. L’evento è in collaborazione con l’associazione La Nottola di Minerva, che questo pomeriggio inaugura la rassegna Animae Loci che si svilupperà poi a novembre. 

“Animae loci – ha detto Cristina Manetti, capo di Gabinetto della Regione – cioè i luoghi dell’anima, è un itinerario speciale che nasce nell’ambito della Toscana delle donne, progetto voluto dal presidente Eugenio Giani, e che avrà il suo pieno sviluppo a novembre con la seconda edizione della manifestazione legata alla Toscana delle donne e vede non a caso la sua inaugurazione all’interno del Pisa Book Festival. Attraverso la lettura e i libri prendono forma e sostanza i luoghi dell’anima di ciascuna di noi, che abitiamo nella complessità e componiamo la diversità, ognuna con la sua storia. La Toscana delle donne è anche questo: un caleidoscopio di luoghi dell’anima in fondo, un insieme variopinto e luminoso che restituisce i tanti modi di guardare il mondo e li condivide in una rete che si fa patrimonio di tutte e di tutti”.

Animae loci, Fiere, libri, Pisa Book Festival

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741