Skip to main content

Firenze: il mercato di Sant’Ambrogio compie 150 anni. Tanti eventi fino a metà gennaio

FIRENZE – Il Mercato di Sant’Ambrogio a Firenze ha spento 150 candeline. Oggi, 7 dicembre 2023, si è tenuta la cerimonia inaugurale delle celebrazioni di questo speciale compleanno, che gli operatori del mercato storico fiorentino vogliono condividere con l’intera città. Fino a metà gennaio, l’ottocentesca struttura cuore del commercio alimentare fiorentino, dove anche il “padre della cucina italiana” Pellegrino Artusi andava a fare la spesa, come ha ricordato il pronipote Luciano Artusi, ospiterà così una serie di iniziative che culmineranno nel pranzo di domenica 14 gennaio 2024.

Da non perdere la mostra fotografica che il dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze, “vicina di casa” del mercato, ha voluto dedicare alla storia, ai volti e ai tanti aneddoti che l’hanno animato in questo primo secolo e mezzo di vita. Per l’occasione sono state realizzate anche una moneta commemorativa (il “Sant’Ambrogino d’oro”), poi magliette, felpe e buste della spesa con il logo dedicato alla speciale ricorrenza.

Il taglio del nastro alla presenza del Gonfalone della Città di Firenze, con le rappresentanze dei quartieri del Calcio Storico, le forze dell’ordine e gli esponenti del mondo economico, politico e culturale fiorentino, comprese le tre comunità religiose che nel quartiere di Sant’Ambrogio convivono pacificamente: il vicario generale dell’Arcidiocesi di Firenze Monsignor Giancarlo Corti, il rabbino capo della Comunità Ebraica di Firenze Gadi Piperno e l’imam della comunità islamica fiorentina Izzedin Elzir. Una presenza particolarmente significativa, la loro, alla luce degli accadimenti internazionali. 

“Senza questo mercato Firenze non sarebbe Firenze – ha detto il sindaco Dario Nardella, presente insieme agli assessori Giovanni Bettarini, Stefano Giorgetti e Titta Meucci – questo anniversario è l’occasione per ricordare tutto lo sforzo che il Comune ha fatto per migliorarlo, investendo circa 3 milioni di euro in 10 anni, ma soprattutto per ricordare quanto sia importante. È un luogo dei fiorentini e per i fiorentini, senza il quale questo quartiere non avrebbe né identità né storia. È un luogo di cui siamo orgogliosi e per questo ringrazio la Confcommercio e tutti gli operatori del grande, magnifico, Mercato di sant’Ambrogio”.

La vicepresidente della Regione Toscana Stefania Saccardi ha ricordato: “I mercati in Toscana rappresentano un patrimonio di tradizione e tutela dell’enogastronomia. La Regione è impegnata in prima linea nella difesa dei prodotti agroalimentari di qualità, a partire dalla carne”. 

150 anni mercato di sant'ambrogio firenze, Luciano Artusi, sant'ambrogino d'oro


Ernesto Giusti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741