Skip to main content

Week end 16-17 dicembre a Firenze e in Toscana: spettacoli ed eventi

FIRENZE – Non mancano eventi e spettacoli nel prossimo week end a Firenze e in Toscana: accesi gli alberi di Natale in piazza della Signoria, in piazza del Duomo, in piazza Sant’Ambrogio, al piazzale Michelangelo e in piazza San Firenze; Fino al 7 gennaioil festivalGreen Line accenderà di luci e installazioni artistiche nel centro della città e non solo. In programma anche una speciale installazione dal titoloOltre, firmata da Nico Vascellari, nella Sala D’Arme di Palazzo Vecchio. Sul sagrato del Duomo, c’è il presepe con statue in terracotta a grandezza naturale: vere e proprie sculture a tutto tondo, pezzi unici creati dall’artigiano Luigi Mariani di una storica fornace imprunetina e da lui donate all’Opera del Duomo. Quest’anno alle statue si aggiunge la figura di San Francesco. Nella Basilica di Santa Croce, invece, i presepi sono ben 15, allestiti ai diversi altari. Torna anche ilPresepe storico di Villa La Quiete, importante testimonianza artistica dell’attività scultorea di artigiani toscani della prima metà del XVIII secolo, che si rifacevano ai presepi napoletani; visitabile con visite guidate di domenica alle 10.30 e 11.30 (via di Boldrone 2, Firenze), nei giorni 17, 24, 31 dicembre e 7 gennaio; necessaria la prenotazione allo 055-2756444edu@sma.unifi.it.

È stato inaugurato ancheFlorence Eye, l’imponente villaggio natalizio di Firenze con tanto diruota panoramica da 55 metri(destinata a rimanere almeno fino al 10 giugno) che prende vita, per la sua terza edizione, in piazza Vittorio Veneto,all’ingresso del Parco delle Cascine. Alle due principali attrazioni si aggiungono poi anche il luminosoalbero di Natalealto 11 metri ela slitta di Babbo Natale.

Tutto esaurito al Teatro della Pergola (via della Pergola 30) per Elio Germano e Teho Teardo, che dal 12 al 17 dicembre portano in scenaIl sogno di una cosa, liberamente tratto dal primo romanzo di Pier Paolo Pasolini (scritto fra il 1949 e il 1950, pubblicato nel 1962) in una versione per parole e musica. Posti ancora disponibili solo al Teatro Era di Pontedera, dove lo spettacolo passerà il 21 e 22 dicembre. teatrodellatoscana.vivaticket.it e nei punti vendita Vivaticket

Fine 𝘀𝗲𝘁𝘁𝗶𝗺𝗮𝗻𝗮 ricco, quello 𝗱𝗲𝗴𝗹𝗶 𝗔𝗺𝗶𝗰𝗶 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗮 𝗠𝘂𝘀𝗶𝗰𝗮 𝗱𝗶 𝗙𝗶𝗿𝗲𝗻𝘇𝗲: s𝗮𝗯𝗮𝘁𝗼 𝟭𝟲 alle 𝟭𝟲 al Teatro della Pergola la grande pianista Lilya Zilberstein esegue musiche di Ravel, Chausson, Czerny, Rachmaninov; d𝗼𝗺𝗲𝗻𝗶𝗰𝗮 𝟭𝟳 alle 𝟮𝟭 al Teatro Niccolini (via Ricasoli 3) Concerto Italiano presenta Roma: Passioni nell’Arcadia. Cantate e sonate nella Roma settecentesca; soprano Silvia Frigato, basso Gabriele Lombardi; clavicembalo e direzione Rinaldo Alessandrini; musiche di Corelli, Scarlatti, Marcello, Valentini, Gasparini; l𝘂𝗻𝗲𝗱𝗶 𝟭𝟴 alle 𝟮𝟭 nella Sala del Buonumore “P. Grossi” del Conservatorio Cherubini di Firenze (Piazzetta delle Belle Arti) Flavio Cucchi (chitarra) e il Quartetto di Fiesole in Concerto in memoria di Alvaro Company; musiche di Puccini, Debussy, Company, Castelnuovo-Tedesco. Sabato dalle 10 alle 15, alla Pergola, c’è anche il convegno “Oltre un secolo di musica insieme: una riflessione sul presente e uno sguardo sul futuro dell’attività cameristica in Italia”. Dettagli su https://amicimusicafirenze.it/

Fiorella Mannoia e Danilo Rea a lume di candela con “Luce” al Teatro Verdi Firenze (via Ghibellina 99) sabato 16 alle 20.45: un tour che ha già collezionato sold out a ripetizione, con oltre 30 date da nord a sud, con la sua atmosfera intima e potente. Inizio ore 20,45. I biglietti (posti numerati da 49 a 79 euro) sono disponibili suwww.ticketone.it, sui siti ufficiali www.bitconcerti.it, www.friendsandpartners.it e www.teatroverdionline.ite nei punti vendita Boxoffice Toscanawww.boxofficetoscana.it/punti-vendita. Info tel. 055.212320 –www.teatroverdionline.it.

Domenica 17 dicembre alle 19al cinema La Compagnia di Firenze (via Cavour 50r) c’è Gospel experience; tutto il ricavato, tolti i costi vivi dell’evento,verrà devoluto interamente per l’emergenza dell’alluvione avvenuta in Toscana a novembre. Sul palco il pianistaVincenzo Genovese, il trombonistaFrancesco Cangi,il sassofonistaDario Cecchini,il bassistaMarco Galiero,il percussionistaSamuel Genovese,il batteristaAdriano Molinari,il chitarristaRiccardo Onori,il sassofonistaLuca Signorinieil trombettistaAndrea Tofanelli. Biglietti al link:https://www.eventbrite.it/e/biglietti-gospel-experience-733769844357?aff=ebdssbdestsearch

Il resoconto finale di un angelo caduto, di un nuovo Icaro, di un poeta, di uno che si è creduto dispensato da ogni morale, di uno di noi, di un’anima. Scritto e interpretato da Dimitri Milopulos, Una stagione all’inferno è lo spettacolo teatrale tratto dall’omonimo poema di Arthur Rimbaud, in scena domenica 17 al alle 20.30 Teatro Goldoni di Firenze (via Santa Maria 15) nell’ambito di AvampostiTeatro Festival organizzato dal Teatro delle Donne. Biglietti da 5 a 15 euro (riduzioni per over 60, under 25, soci Coop, Arci, Uisp, ATC, residenti nei Quartieri 4 e 1 e iscritti ai corsi di formazione del Teatro delle Donne). Prenotazioni e prevendite sul sito ufficialewww.teatrodelledonne.com(tel. 055.2776393 –teatro.donne@libero.it), prevendite online anche suwww.ticketone.it.

Al Teatro di Cestello in San Frediano Marco Predieri e Alamprese in E la musica va, prima nazionale, sabato 16 alle 20.45 e domenica 17 alle 16.45. Donatella Alamprese e Marco Predieri portano in scena ’E la musica va’ in prima nazionale a Firenze. L’appuntamento è èer sabato, alle 20,45, e domenica, alle 16,45, al teatro di Cestello. Predieri sarà in scena come protagonista insieme alla cantante Alamprese nota come la principale interprete in Italia del Faso e del Tango.

Domenica 17 dicembre, ore 10.30,all’Aula Magna del Nuovo Ingresso dell’Ospedale di Careggi(Largo Brambilla 3, Padiglione NIC 3, ingresso libero)è in programma il tradizionaleConcerto di Nataledella stagione“Careggi in Musica”a cura dell’Associazione A.Gi.Mus. Firenze.

Si esibirà in concerto il Coro Harmonia Cantata,diretto dal M°Raffaele Puccianti,con la partecipazione del sopranoAnastassiya Kozhukarovae diYing Jyunal pianoforte. Il programma prevede musiche di Bach, Mendelssohn, Händel, Elgar, Williams e brani tradizionali natalizi.

Due spettacoli per ragazzi al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino (Piazza Vittorio Gui): sabato 16 alle 16 la riduzione d’operaLa meravigliosa storia del flauto magico, daIl flauto magicodi Mozart, prodotta in collaborazione con Venti Lucenti; domenica 17 alle 11 in Sala Mehta Wolfi&Ludwi: la sinfonia K550 di Mozart e la Quinta di Beethoven,che chiude il brioso Ciclo C’è Musica & Musica, che per otto domeniche (più una, con la richiestissima replica diPierino e il lupo) ha accompagnato tantissimi ragazzi che insieme alle famiglie hanno riempito la Sala Mehta e il Teatro: dalle 9.30 è possibile fruire della colazione offerta al bar e giocare col materiale di cancelleria Viviverde. Info https://www.maggiofiorentino.com/

Una commedia esilarante che si prende gioco dei cooking show e della smania di successo, offrendo anche momenti profondi ed emozionanti: Un menù di risate è il nuovo spettacolo di Associazione Zera in scena sabato 16 alle 20.45 e domenica 17 alle 17 al Teatro Lumière di Firenze (via di Ripoli, 231); posto unico 12/15 euro, ridotto fino a 12 anni; biglietti disponibili suwww.ticketone.ite nei punti Box Office Toscanawww.boxofficetoscana.it(tel. 055.210804). Info e prenotazioni tel. 055 389 0214 (lun/mer/ven dalle 17 alle 19), Whatsapp 3534622650, email ainfo@teatrolumiere.it.

Al Teatro di Rifredi sabato 16 alle 21 I promessi sposi, ovvero: questo spettacolo non s’ha da fare, brillante rilettura del capolavoro di Alessandro Manzoni firmata da Angelo Savelli, che ne cura anche la regia insieme a Ciro Masella. Una compagnia di giovani, formata da Olmo De Martino, Mauro D’Amico, Antonio Lanza, Fabio Magnani, Simone Marzola, Diletta Oculisti, Elisa Vitiello, scrolla via un po’ di timorosa soggezione dalle pagine dell’immortale testo utilizzando una delle più autentiche e spesso ignorate peculiarità della scrittura del Manzoni: l’ironia. Intero € 17 – Ridotto € 15 Dove acquistare: Biglietteria Teatro di Rifredi, via Vittorio Emanuele II, 303, Firenze dal lunedì al sabato dalle 16 alle 19 Tel 055.4220361/2 rifredi@teatrodellatoscana.it Online teatrodellatoscana.vivaticket.it Durata: 1h e 50’, incluso intervallo.

Al Viper Theatre (via Pistoiese 309/4) sabato 16 il rapper Nitro, domenica 17 alle 21.30 Bud Spencer Blues Explosion presentano in concerto il nuovo album Next Big Niente.

Ultimo fine settimana per il Weihnachtsmarkt,tipico mercatino natalizio alla tedesca, con oltre cinquanta stand nelle casette di legno in Piazza Santa Croce, fino al 18 dicembre; mercatino di Natale anche nella piazza del centro San Donato a Novoli, con cinquanta casette di legno tra artigianato, curiosità, prodotti tipici, street food, musica e animazioni. Dal 19 novembre al 7 gennaio (tutti i giorni dalle 10,30 alle 19). Da sabato 25 novembre (ore 15) apre lapista di pattinaggio sul ghiaccio al parco di San Donato (lato via di Novoli).Fino al 7 gennaio la pista è aperta nei giorni feriali dalle 15,30 alle 13 e dalle 14 alle 20 e, nei giorni festivi, dalle 10,30 alle 13 e dalle 14 alle 20. Per la vacanze di Natale l’orario sarà dalle 10,30 alle 13 e dalle 14 alle 20.Mercato dell’Avvento alle Cascine domenica 17dalle 8 alle 18 in viale Lincoln.

Fino al 24 dicembrea Firenze c’è ilnegozio di Natale di Emergency, con artigianato dai paesi in cui l’associazione lavora, prodotti equo e solidali, moda etica (in via Gioberti 61, tutti i giorni 10-19.30). Dai cesti e tessuti dall’Uganda agli accessori realizzati con materiali di riciclo, dai dolci natalizi alle magliette dell’associazione.

Sedici casette in legnodall’8 al 21 dicembreinpiazza Santa Maria Novellaper i mercatini di Natale organizzati dall’associazione “Ars Manualis” con le eccellenze dell’artigianato artistico toscano, arti orafe, pelletteria, legatoria, tessuti, ceramica, legno, cappelli di Signa, mosaico fiorentino ed enogastronomia.Tutti i giornidalle 10 alle 20.

Seconda edizione delPalaghiaccio Giglio Bianco(Lungarno Aldo Moro, 7), la pista indoor più grande in Toscana, l’impianto resterà aperto tutti i giorni da Novembre a Febbraio (lunedì giorno di chiusura al pubblico) con un biglietto unico, suddiviso in tre fasce orarie e per tutte le scuole di Firenze e provincia, la mattina su prenotazione, a prezzi ridotti e convenzionati.

Dal 25 novembre al 24 dicembre ci sarà il Mercatino di Natale in Piazzale Resistenza aScandicci(ore 10-19). Apre anche la pista di pattinaggio sul ghiaccio in Via Francoforte sull’Oder (ang. Via Pantin), dal 24 novembre fino al 28 gennaio.

Una giornata di festa ed emozioni, per tutto il movimento paralimpico toscano. Sabato 16 dalle 10, al Castello dell’Acciaiolo di Scandicci, si svolgerà lacerimonia di consegna delle onorificenze sportive paralimpiche, organizzata dal Comitato Italiano Paralimpico della Toscana con il patrocinio del Comune di Scandicci. A ricevere i riconoscimenti (Stella al merito sportivo paralimpico, Palma al merito tecnico paralimpico, Medaglia al valore atletico paralimpico, Premio Pegaso Paralimpico CIP Toscana) saranno35tra atleti, tecnici, dirigenti e societàparticolarmente meritevoli, che con il loro impegno hanno contribuito a diffondere, promuovere ed onorare il movimento paralimpico nella regione.

ASesto Fiorentinoin piazza Vittorio Veneto ci sono il Villaggio di Natale, la pista di pattinaggio, le giostre e il mercatino. L’omino di pan di zenzero, la carrozza di Cenerentola, i personaggi Disney 3D, il grande Teddy Bear e altre attrazioni a tema in via Cavallotti, via Dante Alighieri e via Verdi, mentre giochi di luci e proiezioni natalizie coloreranno il Palazzo comunale. In piazza Ginori albero di Natale solidale: inserendo un euro nella gettoniera, l’albero, comunque illuminato, regalerà altri giochi di luci e musica; il ricavato sarà destinato alle iniziative a sostegno delle popolazioni alluvionate di Campi Bisenzio. Sempre in piazza Ginori il Mattoncini Village all’interno di Palazzo Pretorio e gli spettacoli del Fabulabus.

Al Teatro Manzoni di Calenzano (via Mascagni) sabato 16 alle 21.15 va in scenaLa sorella di Gesucristo di e conOscar De Summa. Uno spettacolo che ha avuto negli anni molti riconoscimenti quali il Premio della Critica ANCT Histryo 2016, il Premio Rete Critica 2016 e il Premio Mariangela Melato nel 2017; è il terzo capitolo dellaTrilogia della provincia. Siamo ancora una volta ad Erchie, piccolo paese pugliese, dove si fondano le origini di De Summa. Ancora sud Italia degli anni ’70 e ’80, ancora una volta la provincia gioca il ruolo principale. Dopo essersi raccontato in Stasera sono in vena, De Summa dipinge un nuovo quadro in cui il paese ed i suoi abitanti sono i protagonisti.

AEmpoli Città del Natale. Tanti gli eventi e le attrazioni: in piazza Matteotti aprono giostre, pista di pattinaggio sul ghiaccio e ruota panoramica. Apre “Il Magico Mondo di Babbo Natale” (11-13 e 14:30-19:30) nel Chiostro degli Agostiniani, Via dei Neri. In piazza della Vittoria si terrà il Mercatino di Natale (nei giorni 16, 17, 20, 21, 22, 23, 24 dicembre, orario 10-20). Tutte le domeniche e i festivi, dal 18 novembre al 7 gennaio, dalle 17:15 alle 18:30 Parata di Natale in piazza della Vittoria. In Piazza Farinata degli Uberti, tutti i sabati e tutte le domeniche alle 16.30/17.30/18.30/19.30 ci sarà invece spettacolo della grande nevicata.

Il 𝗖𝗼𝗿𝗼 𝗱𝗶 𝘃𝗼𝗰𝗶 𝗯𝗶𝗮𝗻𝗰𝗵𝗲 𝗱𝗲𝗹𝗹’𝗔𝗰𝗰𝗮𝗱𝗲𝗺𝗶𝗮 𝗱𝗲𝗹 𝗠𝗮𝗴𝗴𝗶𝗼 scalderà l’atmosfera natalizia con un concerto a ingresso liberodomenica 17 alle 17al Teatro Niccolini di San Casciano Val di Pesa.

Nel Saloncino della Musica di Palazzo de’ Rossi a Pistoia sabato 16 alle 20.30 il Trio Debussy (Antonio Valentino pianoforte, Piergiorgio Rosso violino, Francesca Gosio violoncello) apre la stagione Pistoiese di Musica da Camera con Franz Schubert Trio per pianoforte e archi n. 2 in mi bemolle maggiore op. 100, D. 929 e Maurice Ravel Trio per pianoforte e archi in la minore.

Sergio Basile è protagonista diHistoire du Soldatdi Igor Stravinskij con la ballerina Nicole Perfigli, il balletto di Siena con la coreografia di Marco Batti, la Unconventional Orchestra di Amat diretta da Concetta Anastasi. L’anima, l’ombra, il violino. Un patto che mette in palio la vita stessa, nel suo senso spirituale oltreché esistenziale, per una storia sull’impossibilità dell’uomo di sfuggire al proprio destino. Lo spettacolo sarà al Teatro Era di Pontedera sabato 16 alle 21 e domenica 17 alle 17. www.teatrodellatoscana.it

AlTeatro Verdi di Pisa(via Palestro) sabato 16 alle 21 e domenica 17 alle 17 Umberto Orsini e Franco BranciaroliinI ragazzi irresistibili: dopo aver lavorato insieme per anni nel varietà omonimo, un’incomprensione li ha divisi. Adesso devono incontrarsi, in una trasmissione che li vuole insieme per celebrare la storia di quel glorioso varietà. Ma la crepa nella loro relazione esiste ancora… e fare finta di nulla non la risanerà! Questo testo – comico con una punta di malinconia – del grande drammaturgo Neil Simon, prenderà vita con la regia di Massimo Popolizio; https://www.teatrodipisa.pi.it/

Sono riprese le visite guidate del sabato mattina alMuseo Zeffirelliin Piazza San Firenze. Informazioni e prenotazionisul sito della Fondazione

Dal 7 ottobre 2023 al 4 febbraio 2024 a Palazzo Strozzic’è Untrue Unreal, grande mostra ideata e realizzata con lo scultoreAnish Kapoor, per la prima volta a Firenze.

Il FuturistaFortunato Depero(1892-1960) è a Palazzo Medici Riccardi (via Cavour) con la mostraDepero. Cavalcata fantastica; 240 opere visibilifino al 28 gennaio 2024, orario: tutti i giorni 9-19, chiuso mercoledì.

A Palazzo Pitti ha finalmente riaperto, dopo il riallestimento, il Museo della Moda e del Costume; 12 le nuove sale.

Firenze dedica per la prima volta al pittoreGiovanni Stradano(Jan van der Straet, Bruges 1523 – Firenze 1605) unamostraper i cinquecento anni dalla sua nascita. Un evento eccezionale per un artista fiammingo che molto operò per la città nella quale scelse di vivere fino alla fine dei suoi ottantadue anni.“Giovanni Stradano a Firenze 1523-2023. Le più belle e strane invenzioni del mondo”è il titolo della mostra che prende vita alMuseo di Palazzo Vecchiodi Firenze dal17 novembre 2023al 18 febbraio 2024per celebrare questo straordinario artista. Promossa dal Comune di Firenze – Ufficio Patrimonio Mondiale e Rapporti con UNESCO e MUS.E, con il supporto del Ministero del Turismo, la direzione scientifica e il coordinamento generale di Carlo Francini e Valentina Zucchi e la curatela di Alessandra Baroni, l’esposizione conta circaottanta operetradipinti, disegni, stampe, libri, arazzi e strumentie offre un approfondimento inedito su Stradano, che fu il principale e più versatilecollaboratore di Giorgio Vasarinella decorazione di Palazzo Vecchio. Orari: LUN-DOM H9:00 – H19:00 / GIO H9:00 – H14:00 La biglietteria chiude un’ora prima della chiusura Ingresso museo: Intero € 17,50 Ridotto € 15,00 (18-25 anni e studenti universitari) – Card del Fiorentino: 5,00 €, gratis fino a 18 anni.

AlleGallerie degli Uffizifino al 30 giugno mostra ‘Divina Simulacra. Capolavori di scultura classica della Galleria’, curata da Fabrizio Paolucci e visibile nelle sale espositive al piano terreno (orario: tutti i giorni 8.15-18.30, chiuso lunedì).

A Michelangelo e d’Annunzio, in occasione delle doppie celebrazioni per i 160 anni dalla nascita del Vate e per i 460 anni della morte del Buonarroti, viene dedicata la mostra “Michelangelo e d’Annunzio. Il corpo e l’anima”, nelle splendide sale del primo piano di Palazzo Guadagni Strozzi Sacrati a Firenze Piazza Duomo 10), sede della Presidenza della Regione Toscana. Voluta dal presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, dal presidente del Vittoriale degli Italiani Giordano Bruno Guerri e realizzata da Opificio delle Arti e della Musica, in collaborazione con il Vittoriale e la Fondazione Casa Buonarroti di Firenze, Michelangelo e d’Annunzio. Il corpo e l’anima sarà visitabile dal 15 dicembre 2023 al 18 febbraio 2024, con ingresso libero.

Nell’occasione del cinquecentenario della morte del pittore Pietro Vannucci, detto il Perugino, inoltre, l’Ufficio Firenze Patrimonio Mondiale e Rapporti con UNESCO del Comune di Firenze e MUS.E propongono, grazie a una fruttuosa collaborazione con laGalleria dell’Accademia di Firenze,una straordinaria visita fra le sale del museo. Qui, grazie ad un racconto che ripercorrerà le attività della bottega fiorentina del Perugino, sarà possibile ammirare alcuni pregiati capolavori del pittore dal vivo.

La mostra “Federigo Angeli. Il rinascimento fiorentino nel XX secolo”è nelleSale FabianidiPalazzo Medici Riccardifino al7 gennaio 2024. Il progetto espositivo, curato da Francesca Baldry e Daniela Magnetti, nasce e si sviluppa attorno a due grandi dipinti in pendant di Federigo Angeli (1891-1952) dal titolo“Dama a cavallo con corteo cavalleresco”e“Signore a cavallo con corteo cavalleresco”, appartenenti alla collezione di Sella Sgr su cui il laboratorio Thierry Radelet di Torino ha effettuato un importante lavoro di restauro. Le tele si possono ricondurre in modo diretto al ciclo di affreschi dipinto da Benozzo Gozzoli per la Cappella dei Magi di Palazzo Medici Riccarditra il 1459 e il 1464 circa, sia per l’impostazione complessiva della scena che per precise citazioni letterali: il destriero al passo e quello rampante, i palafrenieri in livrea, il fondale roccioso su cui campeggiano città turrite, la trattazione della vegetazione. Rispetto al precedente gozzoliano, però, la bottega di Angeli si distingue per le innovazioni e la contaminazione delle fonti.

AlMuseo Novecento(Piazza Santa Maria Novella) mostraMapplethorpe Von Gloeden. Beauty And Desire,che approfondirà il rapporto tra il lavoro fotografico dello statunitense Robert Mapplethorpe e gli scatti del tedesco Wilhelm von Gloeden.

AlMuseo degli Innocenti(Piazza SS. Annunziata) la mostra «Alphonse Mucha. La seduzione dell’Art Nouveau» che espone opere del grande artista ceco (fino al 7 aprile 2024), non dimentica che la corrente artistica interessò anche l’Italia e dedica una sezione al fiorentino Galileo Chini, uno dei protagonisti dell’Art Nouveau in Italia, nato 150 fa, il 2 dicembre 1873 (iniziative per commemorarlo sono un po’ in tutta la Toscana).

La mostra “Andature III – Helene Appel / Eva Marisaldi”, a cura di Marcella Cangioli e Antonella Nicola, al Museo Marino Marini, Piazza San Pancrazio, è stata prorogata fino a lunedì 8 gennaio 2024. Sabato 16 e sabato 23 dicembre,alle 17,prosegue il programma di visite guidate all’esposizione. La visita è gratuita, è compresa nel costo del biglietto di ingresso, i posti sono limitati ed è consigliata la prenotazione al linkhttps://museomarinomarini.it/visite-guidate-alla-mostra-andature-iii/.Si suggerisce di arrivare al Museo 10 minuti prima dell’inizio della visita. Orari del Museo Marino Marini durante le festività natalizie: sabato 23 dicembre, 10-19 (ultimo ingresso alle 18); domenica 24 dicembre, 10-15 (ultimo ingresso alle 14); lunedì 25 dicembre, chiuso; sabato 30 dicembre, 10-19 (ultimo ingresso alle 18); domenica 31 dicembre, 10-15 (ultimo ingresso alle 14); lunedì 1° gennaio,15-19 (ultimo ingresso alle 18); sabato 6, domenica 7 e lunedì 8 gennaio, orario normale.

Dal 29 novembre 2023 al 28 gennaio 2024alla Cattedrale dell’Immagine in piazza Santo Stefano a Firenze arrivaInside Van Gogh, una nuova mostra immersiva nel mondo di Vincent van Gogh.

Nella reggia diPalazzo Pittiè esposta in maniera permanente lacollezione di 78 icone russe,raccolta a Firenze già dai Medici e soprattutto dai Lorena nel corso del Settecento e del secolo successivo, la più antica del genere al mondo al di fuori della Russia stessa, verrà infatti per la prima volta esposta in un nuovo allestimento. Si tratta di quattro grandi sale con affreschi seicenteschi affacciate sul cortile al piano terra di Palazzo Pitti, appena restaurati. Icone dotate di didascalie descrittive in italiano, inglese e cirillico. Finora, questi ambienti della Reggia medicea non sono mai stati regolarmente aperti al pubblico. Anche la suggestiva, elegantissima Cappella Palatina, con gli affreschi ottocenteschi di Luigi Ademollo, ora interamente restaurata, è riaperta e visitabile.

Scoprire la storia delle Nazionali italiane di calcio attraverso maglie, coppe e cimeli che ne fanno ripercorrere gli oltre centodieci anni di storia: tutto questo è possibile al Museo del Calcio, situato aFirenze, in zona Coverciano (ingresso da Viale Palazzeschi 20), accanto al Centro Tecnico Federale, casa degli Azzurri e delle Azzurre; aperto sette giorni su sette, con orario continuato dalle 10 alle 18. Oltre alle maglie di Piola, Facchetti, Riva, Baggio, Buffon e tanti altri campioni, i visitatori avranno la possibilità di vedere dal vivo anche la coppa originale degli Europei, conquistata dai ragazzi di Mancini nella finale di Wembley contro l’Inghilterra a Euro2020.All’interno del Museo del Calcio è presente uno shop dedicato alla partnership con adidas. Nel negozio è possibile trovare il materiale indossato dagli Azzurri e dalle Azzurre, sia da allenamento che da gara; disponibile sia in taglie da adulti che da bambini.

InManifattura Tabacchi(via delle Cascine 35) mostraSenza te, senza nord, senza titolonegli spazi rigenerati della ex fabbrica di sigari fino al 28 gennaio 2024.

“Il giardino incantato. Un viaggio interattivo nell’arazzo millefiori”:Pistoia, al Museo dell’Antico Palazzo dei Vescovi,accogliefino al 29 febbraio2024 (apertura sabato 28 ottobre, il cui evento inaugurale è stato aperto al pubblico) una installazione immersiva capace di offrire un’esperienza inedita di uno dei capolavori di arte tessile fiamminga del XVI secolo, permettendo di esplorarlo, per la prima volta, in tre dimensioni. L’occasione è data dal prestito del manufatto alla mostra dedicata a Italo Calvino, in programma alle Scuderie del Quirinale a Roma (13 ottobre 2023 al 4 febbraio 2024). L’installazione è un progetto di Fondazione Pistoia Musei e Fondazione Caript ideato e realizzato in collaborazione con il collettivo artistico camerAnebbia, curato nei suoi contenuti scientifici da Annamaria Iacuzzi e Cristina Taddei, conservatrici di Fondazione Pistoia Musei, e Gaia Ravalli, storica dell’arte della Scuola Normale Superiore di Pisa con la supervisione di Monica Preti, direttrice di Pistoia Musei. L’arazzo millefiori di Pistoia detto “dell’Adorazione”, in seta e lana, di dimensioni considerevoli (267 x 790 cm), è una delle opere d’arte più importanti della città e raffigura un raffinato giardino fiorito popolato anche da animali selvatici e fantastici, come l’unicorno.

Dalla Pennsylvania alla Toscana, i capolavori delleAvanguardie del ‘900provenienti dalle raccolte delPhiladelphia Museum of Artapprodano alPalazzo BludiPisadal 28 ottobre al 7 aprileper dar vita ad un’imperdibile rassegna dedicata ai protagonisti dell’arte internazionale della prima metà del secolo; una selezione di opere, tra dipinti e sculture, dei maggiori esponenti delle correnti artistiche europee dei primi decenni del ‘900, da Duchamp a Kandinsky, da Picasso a Chagall, da Mirò a Dalí, da Matisse a Mondrian, Klee, Ernst e molti altri. Un percorso espositivo cronologico che segue il corso degli eventi tra il 1910 e il 1940 accompagnando il pubblico in un suggestivo viaggio temporale scandito da celeberrimi capolavori.

Presso il CIFA (Via delle Monache 2,Bibbiena– AR) mostra “Nino Migliori 75 anni di fotografia” e 14 nuove installazioni a completare la Galleria Permanente a cielo aperto che consacra la cittadina del Casentino Città della Fotografia.

Il caso della perduta Maschera di Fauno attribuita a Michelangelo è tra i più misteriosi e intriganti di una nuovamostrasulle vicende che legarono indissolubilmente il Casentino al salvataggio del patrimonio artistico fiorentino durante la Seconda guerra mondiale. La maschera, trafugata dai nazisti dal Castello dei Conti Guidi a Poppi (Arezzo) e mai ritrovata, per sfuggire ai bombardamenti era stata infatti posta in custodia nell’antico maniero, insieme a centinaia di capolavori degli Uffizi e dei musei fiorentini.Proprio nel Castello di Poppi, che insieme al monastero di Camaldoli e a Villa Bocci di Soci tra il 1940 e il 1944 divenne straordinaria roccaforte di protezione per le opere d’arte,si tiene, dal 20 luglio al 28 gennaio 2024 la mostra “Michelangelo rapito – Capolavori in guerra dagli Uffizi al Casentino”. L’evento, inserito nel programma degli ‘Uffizi Diffusi’, racconta la tormentata storia del salvataggio di centinaia di sculture e dipinti tra i più famosi al mondo, ed allo stesso tempo offre anche l’opportunità di un’esperienza di arte immersiva, perché le immagini in alta definizione di quelle stesse opere, compreso il Fauno perduto, tornano in via eccezionale all’interno del castello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741