Skip to main content

Natale 2023 a Firenze: attese 500mila presenze (+ 4% rispetto a un anno fa). Brindisi e auguri in tante lingue

Natale 2023 con un nuovo pienone. Dopo il ponte dell’8 dicembre, che ha segnato per le strutture ricettive un tasso di occupazione superiore all’80% con oltre 100mila pernottamenti, anche per il periodo natalizio è atteso un significativo aumento dei flussi turistici a Firenze.

Le richieste di prenotazione nelle strutture alberghiere registrano infatti un aumento del 5,3 per cento; più contenute, ma sempre in crescita, anche le richieste pervenute alle strutture extralberghiere (+3%). Complessivamente, si stima che il movimento turistico in città aumenterà del 4,6% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Si tratterà in prevalenza di turisti stranieri (61,5%), mentre la quota stimata per gli italiani si attesterà al 38,5% del totale. Il 25% dei pernottamenti sono attesi per i giorni del Natale, mentre il rimanente 75% del movimento è previsto nei giorni successivi al Natale, la fine dell’anno e l’Epifania. E’ la sintesi che emerge dall’indagine del Centro Studi Turistici di Firenze su un campione di 375 strutture ricettive della città (116 hotel e 259 strutture extralberghiere).

“I dati del ponte dell’Immacolata e le previsioni per le imminenti festività – ha detto la vicesindaca e assessora alla Cultura e al turismo Alessia Bettini – confermano un trend positivo che sarà distribuito su tutto il periodo fino all’Epifania. Cittadini e visitatori avranno la possibilità di godere dei tantissimi appuntamenti culturali pensati per fornire un’offerta di qualità legata non solo ai principali attrattori, ma distribuita in tanti luoghi della cultura e in diverse piazze della città. Andiamo avanti con il nostro sostegno alla promozione di un turismo diffuso e consapevole, meno impattante per il nostro centro storico”.

In base alle informazioni ricevute, ponderate con i posti letto del campione, le presenze nelle strutture ricettive della città dovrebbero attestarsi a 495mila. Le variazioni stimate per la domanda straniera sono del +7,2%, mentre gli incrementi della domanda italiana si fermano al +0,7%. I pernottamenti stimati per gli stranieri sono circa 304 mila, a fronte dei 190 mila attesi per gli italiani.

Rispetto alle nazionalità straniere, a prevalere saranno ancora quelle europee, in particolare tedeschi, svizzeri, austriaci, britannici, olandesi, belgi, francesi. Per le provenienze extraeuropee, sono segnalati in aumento statunitensi, brasiliani, coreani e australiani. Rallentano le provenienze da Spagna e Ungheria, mentre in calo risultano gli arrivi da Giappone, Cina, India, Russia, Canada, Polonia e Repubblica Ceca. E allora avanti: brindisi collettivo. E auguri. In tante lingue.

Centro studi turistici, Firenze, Natale 2023


Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post Scrivi al Direttore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741