Skip to main content

Caso Ilaria Salis, il padre:”Dal governo solo no, resterà in carcere”

Roberto Salis (foto Ansa)

ROMA – Roberto Salis, il padre della 39enne Ilaria, antifascista in carcere in Ungheria, ha incontrato oggi, 5 febbraio 2024, i ministri degli Esteri e della Giustizia Antonio Tajani e Carlo Nordio. Al termine dell’incontro ha detto: “Eandata molto peggio di quanto ci aspettassimo, non vediamo nessuna azione che possa alleviare la situazione di mia figlia. Siamo stati lasciati soli. Abbiamo chiesto due cose, i domiciliari in Italia o in alternativa in ambasciata in Ungheria e entrambe ci sono state negate. Credo che mia figlia resterà ancora per molto tempo in carcere e la vedremo ancora in catene ai processi”.

Così il ministro Tajani in conferenza stampa: “Ho incontrato in maniera riservata il padre di Ilaria Salis”, accompagnato dal legale, “ed è stato un incontro privato e cordiale”. “uello che fa l’Italia sulla vicenda “è noto e non c’è nulla da aggiungere, continuiamo a impegnarci affinché possa essere rispettata la normativa comunitaria in materia di diritti dei detenuti, continuiamo in questa direzione e quello che abbiamo fatto continueremo a farlo”, ha aggiunto Tajani.

Ilaria Salis, Nordio, roberto salis, tajani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741