Skip to main content

Autostrada A1, Giani: “Casello di Scandicci raddoppia. Ora il progetto. Nel 2029 fine lavori”

SCANDICCI – Il casello di Scandicci, sull’Autostrada A1, è un calvario, ogni giorno, per migliaia di automobilisti che si muovono sull’asse Firenze-Empoli. Sul raddoppio del casello, visto come un miraggio, è intervenuto il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani. Che ha annunciato: “Mi ha inviato proprio in questi giorni il cronoprogramma l’amministratore delegato di Aspi Roberto Tomasi. Prevede che entro la fine di quest’anno ci possa essere il progetto definitivo e che entro il 2029 si arrivi alla realizzazione”.

“Ho visto una buona volontà da parte dell’ingegner Tomasi – ha proseguito Giani -, in passato se ne parlava genericamente, ora vedo delle cose concrete, c’è un programma preciso. E’ molto importante per la Fi-Pi-Li perché noi oggi abbiamo impropriamente sulla direttrice Lastra a Signa-Firenze una carreggiata che si riduce sostanzialmente a una corsia, perché impropriamente entrano da Scandicci tutti i veicoli, i camion che per entrare in autostrada nel casello di Firenze Scandicci devono percorrere per almeno 300 metri la Fi-Pi-Li”.

Per Giani, dunque, “il fatto di poterli fare entrare direttamente a Pontignale, dal reticolato urbano di Scandicci, e lì c’è bisogno di un semplice sottopasso e di 3-400 metri di strada, semplificherebbe il traffico sia nella Fi-Pi-Li sia per chi vuole andare in autostrada”.

autostrada A1, casello Scandicci, giani


Ernesto Giusti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741