Skip to main content

Treni: consegnato il nuovo Blues alla Toscana. E’ il cinquantesimo su cento. Giani: “Ora interventi forti”

La consegna del nuovo treno Blues (Foto Trenitalia)

FIRENZE – Consegnato oggi, 7 marzo 2024, il cinquantesimo nuovo treno regionale di Trenitalia (Gruppo Fs) in Toscana, un convoglio Blues a tripla alimentazione elettrica, diesel e a batterie, che si aggiunge ai Pop e Rock già consegnati, e che entrerà in servizio sulle linee (elettrificate e non) dell’area Senese e del Mugello.

Si raggiunge così la metà della fornitura dei treni di ultima generazione previsti dal contratto di servizio con la Regione Toscana. Il treno Blues, progettato e costruito da Hitachi Rail, offre 219 posti a sedere in composizione a 3 carrozze e 300 in composizione a 4 carrozze.

Il nuovo treno Blues (Foto Trenitalia)

Il treno è ibrido, potendo anche utilizzare le batterie in luogo del motore diesel per entrare nei centri abitati, ed è dotato di un sistema di climatizzazione con ottimizzazione dei consumi in base all’effettivo numero di passeggeri trasportati.

“Nel momento in cui è stato sottoscritto il contratto di lunga durata – ha detto Maria Annunziata Giaconia, responsabile del trasporto regionale e sviluppo intermodale di Trenitalia – sono stati investiti 1,4 miliardi per il rinnovo della flotta, 100 treni nuovi, che hanno ridotto l’età media dei treni in Toscana di otto anni, quindi una flotta giovanissima, oltre agli investimenti per le nuove tecnologie”.

Eugenio Giani, presidente della Regione, ha detto: “In questi giorni partiranno i lavori, dopo aver visto respingere al Tar i ricorsi, per quattro interventi forti, fra questi quello verso Siena, fra Empoli e Granaiolo, per il raddoppio della linea ferroviaria e l’elettrificazione”.

E ancora: “La Regione Toscana nella rete regionale, e questo riguarda sia i treni che i bus, mette ogni anno 660 milioni di euro: questi si articolano nella gestione dei servizi e nel rinnovo della flotta, perché è fondamentale avere una dimensione di strategia che porti mezzi adeguati, che offrano qualità e naturalmente limitino poi i costi di manutenzione. In questo caso Trenitalia sta facendo davvero la sua parte”.

Giani ha quindi voluto dare “la sollecitazione” all’azienda “a cercare di ridurre al massimo i disagi per le corse che troppe volte vengono segnalate con ritardo”. Con Giani erano presenti alla consegna l’assessore regionale ai trasporti, Stefano Baccelli, Cosimo Guccione, assessore alle politiche giovanili e sport del Comune di Firenze, Maria Annunziata Giaconia, direttore Business regionale e sviluppo intermodale di Trenitalia, Natalia Giannelli, direttore regionale Toscana di Trenitalia.

giani, Toscana, Treno Blues


Ernesto Giusti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741