Skip to main content

Italia batte anche l’Ecuador: 2-0. Apre Pellegrini, chiude Barella. Spalletti soddisfatto. Pagelle

Guglielmo Vicario, ex portiere dell’Empoli ora al Tottenham (foto FB Nazionale Italiana Calcio)

NEW YORK – E’ rimasto soddisfatto, il ct Spalletti. Più da questa vittoria contro l’Ecuador (aperta dal gol di Pellegrini e chiusa dal raddoppio pregiato, preciso tocco sotto, di Barella) che dall’altra con il Venezuela. Bravi e attenti, gli azzurri, contro una formazione tecnicamente attrezzata e aggressiva.

PELLEGRINI – Partenza forte degli azzurri che trovano la rete del vantaggio dopo appena tre minuti grazie a Lorenzo Pellegrini, che lascia partire un gran tiro dal limite dell’area, imprendibile per Burrai. Tre minuti più tardi Dimarco ha una bella occasione per l’immediato raddoppio ma, su assist di Bellanova, non trova la porta da pochi metri.

VICARIO – Al 15′ l’Italia si ritaglia due nuove chance prima con Dimarco e poi con Zaniolo, ma in entrambi i casi c’è poca lucidità sotto porta. Al 25′ i sudamericani rispondono con una buona incursione in area di rigore di Minda, ma Darmian disturba l’azione e favorisce l’uscita di Vicario, al debutto in azzurero. Direi assai positiva la sua prestazione.

SPALLETTI – I ragazzi di Luciano Spalletti mantengono il controllo della sfida e al 30′ si rendono ancora pericolosi con Mancini che, su suggerimento di Pellegrini, ottiene solo un corner. Al termine dei 3′ di recupero si va a riposo sul parziale di 1-0 in favore degli azzurri.

RASPADORI – In apertura di ripresa Pellegrini, imbuca per Raspadori, che tenta il colpo di testa, ma Burrai è attento e blocca. Al 7′ l’Ecuador arriva alla conclusione con Franco, ma non il centrocampista non inquadra lo specchio. La squadra di Sanchez continua a spingere con insistenza e mette in grossa difficoltà i giocatori azzurri, che al 23′ si salvano sull’imprecisa conclusione di Estupinian.

BARELLA – Nel finale gli uomini di Sanchez tentano il tutto per tutto per agguantare il pareggio, mentre Retegui e compagni provano a chiudere i giochi in contropiede e al 94′ ci riescono con un delizioso tocco sotto di Nicolò Barella. L’Italia, dunque, batte 2-0 l’Ecuador e chiude fra gli applausi la tournée americana.

Tabellino e pagelle

ITALIA(3-4-2-1): Vicario 6; Darmian 6, Mancini 6.5, Bastoni 6; Bellanova 6.5 (1’st Di Lorenzo 6.5), Barella 7, Jorginho 6 (22’st Locatelli 5.5), Dimarco 6.5 (43’st Cambiaso sv); Pellegrini 7 (22’st Frattesi 6.5), Zaniolo 5.5 (31’st Orsolini 6.5); Raspadori 5.5 (31’st Retegui 6). Allenatore: Spalletti 6

ECUADOR (3-4-2-1): Burrai 6; Torres 5.5, Pacho 6, Hincapié 6.5; Preciado 5.5, M.Caicedo 6, Franco 6 (35’st Gruezo sv), Estupiñán 6.5; Plata 6, Minda 5.5 (20’st Paez 5.5), Sarmiento 6 (35’st Obando sv). Allenatore: Sanchez 5.5

ARBITRO: Freeman (USA) 6

MARCATORI: 3’pt Pellegrini, 49’st Barella

Ammoniti: Jorginho, Zaniolo, Mancini, Cambiaso

Angoli: 8-7

Recupero: 3′, 4′

Spettatori: 25mila circa


Sandro Bennucci

Direttore del Firenze PostScrivi al Direttore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741