Skip to main content

Pasqua e Pasquetta: musei aperti a Firenze e in Toscana

La Tebaide appena passata dagli Uffizi al Museo di San Marco (foto Museo San Marco)

FIRENZE – Molti i luoghi d’arte della Direzione regionale musei della Toscana del Mic straordinariamente aperti a Pasqua e a Pasquetta, spostando in alcuni casi il giorno di chiusura settimanale; alcuni sono aperti esclusivamente con prenotazione obbligatoria; dettagli su https://museitoscana.cultura.gov.it/

A Firenze al Museo di San Marco, aperto entrambi i giorni festivi, sarà possibile ammirare nella Sala del Beato Angelico anche il grande dipinto della Tebaide, attribuito a Beato Angelico, appena trasferito dalle Gallerie degli Uffizi. L’itinerario del sacro si completa con gli affreschi monumentali dell’Ultima cena di Andrea del Castagno e di Andrea del Sarto rispettivamente nei Cenacoli di Sant’Apollonia e di San Salvi, aperti come sempre a ingresso gratuito.

La preziosa antologia di scultura rinascimentale fruibile nel rinnovato complesso di Orsanmichele, le straordinarie collezioni del Museo Nazionale del Bargello, i sepolcri della famiglia Medici alle Cappelle Medicee, le atmosfere e i percorsi di Palazzo Davanzati e Casa Martelli. Le festività pasquali si possono trascorrere insieme a Donatello e Michelangelo, Verrocchio, Giambologna e non solo, ai Musei del Bargello. Il gruppo di musei statali sarà infatti aperto nelle giornate di Pasqua e Lunedì dell’Angelo, 31 marzo e 1° aprile 2024. Il Museo Nazionale del Bargello sarà aperto dalle 8:15 alle 18:50 nelle giornate di Pasqua e Pasquetta (con un’apertura eccezionalmente prolungata fino alle 18:50 nel giorno di Pasqua) così come il Museo delle Cappelle Medicee (aperto anch’esso dalle 8:15 alle 18:50). Aperto dalle 8:30 alle 18:30 il complesso di Orsanmichele (con la sola interruzione delle visite alla chiesa la domenica alle 12, per lasciare spazio alla funzione religiosa). Occasione di visita che si rinnova anche martedì 2 aprile, quando il complesso sarà eccezionalmente aperto (il martedì è il giorno di chiusura ordinaria del museo) dalle 8:30 alle 18:30. Chi vorrà invece fare visita ai suggestivi ambienti e alle preziose collezioni del Museo di Palazzo Davanzati dovrà approfittare del sabato e della domenica (apertura dalle 13:15 alle 18:50) ma non potrà il lunedì 1° aprile, giorno in cui il museo osserva la chiusura settimanale. Il Museo di Casa Martelli, infine, gioiello nascosto nel centro di Firenze, sarà aperto gratuitamente, come di consueto, nella giornata di sabato, con visite guidate alle 9, alle 10, alle 11 e alle 12. Per info bargellomusei.it

Ricco programma di visite e di attività in tutti i Musei Civici Fiorentini e in Palazzo Medici Riccardi, grazie all’impegno di MUS.E col supporto di GIOTTO-F.I.L.A. Fabbrica Italiana Lapis ed Affini, Aquila Energie, Officina Profumo-Farmaceutica di Santa Maria Novella, Unicoop Firenze. In Palazzo Vecchio saranno fruibili le Visite a palazzo, con accesso esclusivo al Camerino di Bianca Cappello, gli intramontabili Percorsi segreti, le proposte per famiglie Vita di cortePer fare una città ci vuole un fioreFavola della tartaruga con la vela, oltre all’evento speciale legato alla tradizione fiorentina dello Scoppio del carro nel giorno di Pasqua: i bambini e le loro famiglie potranno infatti partecipare all’attività Lo scoppio del carro. Lo spettacolo di luce della Pasqua fiorentina (sabato alle h9.45). Inoltre, nell’ambito delle celebrazioni per i 450 anni dalla morte di Cosimo I de’ Medici e di Giorgio Vasari, la mattina di sabato 30 è in programma la lettura teatralizzata della Vita di Masaccio (h11.45), mentre sia sabato 30 sia domenica 31 sarà possibile visitare il palazzo sotto la guida di Giorgio Vasari in persona(sabato h10, domenica h10 e h11.30). Lunedì 1° aprile e martedì 2, poi, i bambini e i loro accompagnatori potranno fruire straordinariamente dell’attività dedicata alla storia del cioccolato Squisita scoperta. Il Granducato di Toscana e la via del cioccolato (h11).

In Palazzo Medici Riccardi sono previste le visite guidate alle bellezze del museo (sabato e domenica h16.30, martedì h9.45 e h11), alla mostra L’incanto di Orfeo, appena aperta al pubblico (sabato e domenica h15) e anche all’esposizione Roberto Innocenti. Illustrare il tempo (sabato h10 e h11.30); per i bambini sono inoltre attivi i percorsi animati Un nuovo canto per Orfeo (domenica h10.30) e Casa Medici (domenica h12).

Ancora, presso il Museo Novecento sono in programma le visite al museo (venerdì h15 e h16.30), alla mostra Ritorni. Da Modigliani a Morandi, in profondo dialogo con le collezioni civiche del museo e alle esposizioni dedicate ad André Butzer e a Jannis Kounellis (sabato e domenica h15 e h16.30, martedì h9.45 e h11), così come sarà possibile partecipare alle visite per giovani e adulti al Museo Sefano Bardini (venerdì, sabato e lunedì h14 e h15.30), a Santa Maria Novella (domenica h14 e h15.30, lunedì h9.45 e h11), al Memoriale delle deportazioni (sabato, domenica e lunedì h10 e h11.30), ai depositi delle collezioni civiche fiorentine (sabato h10, h11, h12), al Murate Art District e alle mostre in corso Agorà e Repose and resist (venerdì h9.45 e h11, domenica h10 e h11.30).

Per conoscere la storia della città e le sue meraviglie artistiche e naturali, con particolare riferimento al suo centro cittadino, Patrimonio Mondiale UNESCO, sono in programma le Passeggiate patrimoniali con i due itinerari Lungo le mura (sabato h11 in italiano e h15 in inglese) e Intorno a Porta San Gallo (domenica h11 in italiano e h15 in inglese).

Ultimi giorni infine (sino al 1° aprile) per visitare la mostra che omaggia il grande pittore Giovanni Mannozzi, con l’esposizione Bizzarro e capriccioso umore. Giovanni da San Giovanni. Pittore senza regola alla corte medicea, presso il Museo Terre Nuove e il Museo della Basilica di Santa Maria delle Grazie di San Giovanni Valdarno, inserita nel progetto Terre degli Uffizi di Le Gallerie degli uffizi e Fondazione CR Firenze. Sabato 30 marzo l’esposizione sarà arricchita da una speciale proposta di teatro nella storia, dando volto ai personaggi: La ricreazione delle pitture. il principe Lorenzo de’ Medici e Giovanni da San Giovanni (h16 e h17.30), mentre domenica 31 saranno attive negli stessi orari le visite guidate. Posti limitati, prenotazione obbligatoria. Per informazioni e prenotazioni presso i Musei Civici Fiorentini e il centro cittadinoinfo@musefirenze.it 055-2768224 Per informazioni e prenotazioni presso Palazzo Medici Riccardiinfo@palazzomediciriccardi.it 055-2760552 Per informazioni e prenotazioni presso il Museo Terre Nuoveinfo@museoterrenuove.it 055-9126213

Visitabili a Pasqua e Pasquetta le Ville medicee: dal parco di Villa il Ventaglio al parco romantico della Villa medicea della Petraia e il Giardino della Villa medicea di Castello Pasqua e Pasquetta di aperture sempre gratuite per le Ville medicee di Poggio a Caiano e di Cerreto Guidi.

Aperti per entrambe le festività anche i Tumuli di Montefortini e Boschetti a Comeana (Prato), il Museo archeologico nazionale di Castiglioncello e nella provincia di Grosseto le aree archeologiche di Roselle, Vetulonia e dell’antica Città di Cosa.

Il tumulo del Sodo a Cortona (Arezzo) sarà aperto solo il giorno di Pasqua. Ad Arezzo e provincia visitabili la Basilica di San Francesco, il Museo archeologico nazionale Gaio Cilnio Mecenate e l’Anfiteatro romano, il Museo Nazionale d’Arte Medievale e Moderna (chiuso a Pasqua), il Museo di Casa Vasari e il Museo delle Arti e Tradizioni Popolari dell’Alta Valle del Tevere – Palazzo Taglieschi di Anghiari, aperto solo a Pasquetta.

A Lucca saranno aperti i due musei nazionali di Villa Guinigi e Palazzo Mansi sia la domenica di Pasqua che il lunedì dell’Angelo. All’isola d’Elba aperte le due residenze napoleoniche di Villa san Martino e della Palazzina dei Mulini. A Pisa aperti sia il Museo nazionale di San Matteo che il Museo nazionale di Palazzo Reale. Il museo delle Navi di Pisa sarà aperto solo lunedì 1 aprile. Visitabile anche la Certosa monumentale di Calci.

Pistoia saranno aperti entrambi i giorni la Fortezza di Santa Barbara e l’Oratorio di San Desiderio e l’ex Chiesa del Tau. A Monsummano Terme si potranno attraversare con visite accompagnate le stanze della casa museo del poeta Giuseppe Giusti. In provincia di Siena aperto entrambi i giorni il Museo nazionale Etrusco di Chiusi.

Firenze, mostre, musei, Museo del Bargello, Museo di San Marco, Museo Novecento, palazzo davanzati, Pasqua 2024, Toscana, visite guidate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741