Skip to main content

Firenze, Teatro Puccini: spettacoli di aprile 2024

Teresa Mannino (da martedì 9 a domenica 14, esaurito da mesi)

FIRENZE – Mentre molti teatri si avviano alla chiusura della stagione 2023-2024, il Teatro Puccini di Firenze mantiene per aprile un calendario molto fitto, con qualche tutto esaurito in prevendita. Ma andiamo con ordine

Giovedì 4 aprile ore 21 I Bugiardini e Altra Scena presentano B.L.U.E., il musical completamente improvvisato. Un Musical mai visto e che mai sarà possibile rivedere (che non è uguale a quello che è già passato con lo stesso titolo): grazie ai suggerimenti del pubblico gli attori in scena realizzeranno un musical unico e irripetibile. Non ci sarà mai un’altra replica simile. La storia, le battute, le canzoni, le musiche e persino le coreografie saranno ideate sul momento dagli attori e dai musicisti che li accompagneranno dal vivo, con risultati ogni volta sorprendenti ed esilaranti. Posto unico numerato € 25,

Venerdì 5 aprile ore 21 Cornelia dance company presenta Hybridus, coreografie Maša Kolar, Nyko Piscopo e Nicolas Grimaldi; un progetto di danza contemporanea ispirato al tema dell’ibrido ed è articolato in tre brevi creazioni coreografiche (trittico) firmate da Maša Kolar (Artistic Director – Croatian National Theatre), Nyko Piscopo e Nicolas Grimaldi Capitello (coreografi della compagnia CORNELIA). In linea con la ricerca coreografica della compagnia, che tende a mettere in connessione la tradizione con l’innovazione, questo progetto trova riferimento nei Ballets Russes del Novecento, rispetto ad alcuni dei più rinomati titoli messi in scena da questa storica compagnia che hanno come protagonisti degli esseri ibridi. Posto unico numerato € 20,00

Lunedì 8 aprile ore 21 DNA Concerti presenta Edoardo Ferrario col suo Performante, nuovo spettacolo di stand up comedy. Tempi duri per i pigri e i poco mondani: non è più tollerata alcuna forma di ozio o di privacy, e oggi anche l’elettrauto sotto casa deve fare show business. Quindi manteniamo la calma e confrontiamoci con i temi che tediano le nostre pause pranzo: crisi climatica, iper-esposizione mediatica, ex compagni delle elementari riesumati come venditori di NFT, valutare se intraprendere la professione di neurologo o quella di streamer… I settore € 30,00 II settore € 27,00

Da martedì 9 a domenica 14 aprile ore 21 (domenica ore 16.45) Stregonia srl presenta Teresa Mannino in Il giaguaro mi guarda storto, scritto da Teresa Mannino e Giovanna Donini in collaborazione con Maria Nadotti, regia Teresa Mannino, produzione esecutiva Sava’ Produzioni Creative. La Mannino torna sul palco e fa il tutto esaurito in prevendita già dallo scorso settembre, per tutta la settimana.

Giovedì 18 aprile ore 21 Altra Scena presenta Francesco De Carlo in Bocca mia taci, ispirato a un’espressione ricorrente della nonna quando la faceva arrabbiare troppo (ma che è una storia completamente inventata); nuovo spettacolo di stand up. Sconsigliato ai minori di 16 anni; più che un monologo, una marachella. Posto unico numerato € 20,00

Venerdì 19 e sabato 20 aprile ore 21 Compagnia Lombardi Tiezzi, La Fabbrica dell’Attore – Teatro Vascello presentano Roberto Latini in Pagliacci all’uscita, da Leoncavallo e Pirandello di Roberto Latini, e con Elena Bucci, Ilaria Drago, Savino Paparella, Marcello Sambati; musiche e suono Gianluca Misiti. Pagliacci, dal libretto dell’opera di Ruggero Leoncavallo, con debutto a Milano nel 1892 e All’uscita, l’atto unico che Pirandello definisce “mistero profano”, andato in scena a Roma per la prima volta, nel 1922. Sono due testi molto diversi per stile e contenuto, ma capaci di una comune sensazione che li rende profondamente accostabili: il primo è immerso nel Verismo di fine ‘800, nella trama spietata del delitto d’onore e d’amore, il secondo è una parabola metafisica, quasi filosofica. Sembrano, per struttura e doti, collocabili da una parte all’altra di un ponte ideale, fondamentale per la letteratura teatrale, che a cavallo dei due secoli, riesce a trasformare i percorsi sintattici in prospettive drammaturgiche; uno accanto all’altro, creano un terzo materiale, indipendente, per evocazione e compromissione: il sipario metateatreale che Pirandello aprirà sul nuovo secolo viene scucito da Leoncavallo nel suo Pagliacci. Insieme, sono una dichiarazione d’indipendenza tra il Verismo e il teatro borghese. Posto unico numerato € 20,00

Martedì 23 aprile ore 21 Mismaonda presenta Paolo Borzacchiello in Bada a come parli. Paolo Borzacchiello è uno dei massimi esperti di intelligenza linguistica. Da oltre quindici anni si occupa di studio e divulgazione di tutto ciò che riguarda le interazioni umane e il linguaggio. Autore di bestseller e podcast di successo, consulente e divulgatore, è il co-creatore di HCE, Human Connections Engineering, la disciplina che studia le interazioni umane. Ogni anno forma migliaia di persone in aula e segue la formazione di aziende, imprenditori e manager in tutto il mondo. Ha scritto e scrive per diverse testate giornalistiche, tra cui “Il Sole 24 Ore”, ed è spesso in televisione e in radio per promuovere la sua missione, “La conoscenza rende liberi”. Su Audible i suoi podcast sono tra i più seguiti e apprezzati. Ha pubblicato con Mondadori il ciclo di romanzi bestseller La parola magica, Il Super Senso e La quinta essenza, i saggi Basta dirlo e Forse sei già felice e non lo sai; con Elisa Sednaoui Nessuno può farti star male senza il tuo permesso e, con Paolo Stella, Colleziona attimi di altissimo splendore. Posto unico numerato € 18,00

Inoltre ci sono tre spettacoli nel ridotto, battezzato Laboratorio:

venerdì 5 aprile pigna production presenta Andrea Rivera in Qualcuno m’aiuti!! (io non v’ho detto niente!): un uomo di mezza età si reca, non molto convinto, per la prima volta da uno psichiatra. tra giochi di parole satiriche, inaspettate improvvisazioni sceniche e canzoni (i suoi sogni onirici), il protagonista passa un’ora e un quarto nello studio dove i ruoli di medico-paziente spesso si ribaltano; posto unico numerato € 13,00

venerdì 12 aprile Teatro d’Almaviva presenta Il mercante di maschere. Parole sensibili e maschere senza età tra umorismo, poesia, emozioni di, con, maschere Duccio Barlucchi; collaborazione artistica e musicale: Andrea Donnini; una raccolta di testi inediti interpretati con e senza maschere; posto unico numerato € 13,00

sabato 20 aprile ore 21.30 Cristiana Vaccaro in Brutta, storia di un corpo come tanti di Giulia Blasi, regia Francesco Zecca, musiche originali Stefano Switala, luci Rocco Giordano; monologo brillante tratto dal successo letterario edito da Rizzoli, racconta la storia del corpo della protagonista. l’umorismo dello spettacolo dona leggerezza e profondità a questa riflessione sul femminile più che mai attuale, mai retorica, che attraversa un universo caleidoscopico fatto di strade polverose calabresi di fine anni ‘70, di cartoni animati anni ‘80, di guaine contenitive sotto i vestiti e di primi amori (e prime delusioni) a ritmo di successi sanremesi anni ’90, fino ai giorni nostri. Posto unico numerato € 13,00

I prezzi sono al netto dei diritti di prevendita. La biglietteria è aperta ogni giovedì, venerdì e sabato dalle ore 16.00 alle ore 19.00 e un’ora prima dell’inizio degli spettacoli. Biglietti in vendita nel circuito regionale Box Office/Ticketone

Acquisto on line e dettagli su www.teatropuccini.it

Teatro Puccini, Via delle Cascine 41 50144 Firenze – 055.362067 – 055.210804

www.teatropuccini.itinfo@teatropuccini.itwww.facebook.com/teatro.puccini

cabaret, compagnia Lombardi Tiezzi, Firenze, musical, prosa, stand up comedy, teatro d'Almaviva, Teatro Puccini di Firenze, teresa mannino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741