Skip to main content

Grosseto, corriere scomparso sull’Amiata: interrogati datore di lavore e un collega

GROSSETO – Proseguono senza sosta le indagini sulla scomparsa di Nicolas Matias Del Rio, il corriere italo-argentino scomparso il 22 maggio 2024, esattamente una settimana fa, nella zona dell’Amiata mentre trasportava un carico di merce di lusso, borse confezionate per Gucci del valore totale di 500.000 euro.

Oggi, 29 maggio, sono stati interrogati alla procura di Grosseto il titolare e un dipendente dell’azienda New Futura di Piancastagnaio (Siena) per cui Del Rio lavorava. I due, sentiti come persone informate sui fatti dalla pm Valeria Lazzarini, hanno ricostruito le ultime ore prima della scomparsa del corriere, residente ad Abbadia San Salvatore (Siena) dal febbraio di quest’anno.

Intanto i carabinieri hanno allargato il raggio delle ricerche rispetto alla strada provinciale vicino ad Arcidosso (Grosseto) dove, il 24 maggio, è stato trovato il furgone bruciato, a meno di 10 chilometri di distanza da Castel del Piano, dove l’uomo avrebbe fatto l’ultima telefonata al suo datore di lavoro dopo aver effettuato il carico di borse di lusso. Sono zone di montagna isolate e poco trafficate ma negli abitati qualcuno potrebbe aver notato movimenti sospetti. Con le testimonianze gli investigatori possono ricostruire la cronologia e i luoghi dove Del Rio si è spostato. Quando è scattato l’allarme della sparizione sembra che l’ultima cella che ha agganciato il segnale del suo telefono cellulare sia stata quella a Santa Fiora.

borse di lusso, carabinieri, corriere scomparso sull'amiata, Nicolas Matias Del Rio


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741