Skip to main content

San Giovanni 2024: “fochi” straordinari (anche se in ritardo per colpa di un aereo). E applausi alla banda della Polizia di Stato

foto Palinko/Firenzepost

FIRENZE – La pioggia non ha fermato la più bella edizione dei “Fochi” di San Giovanni degli ultimi 20 anni. Quaranta minuti di maestoso spettacolo pirotecnico, davanti a due persone che ricorderanno a lungo questo 24 giugno 2024: Sara Funaro, primo sindaco donna di Firenze, eletta oggi dopo il ballottaggio con Eike Schmidt e sue eminenza Gherardo Gambelli, nuovo arcivescovo, ordinato stamani in Cattedrale dal suo predecessore, il cardinale Giuseppe Betori, al termine di una lunga ma commovente cerimonia.

foto Palinko/Firenzepost

“Fochi” struggenti e coinvolgenti, cominciati con dieci minuti di ritardo per colpa di un aereo fuori orario. Dalla torre di controllo di Peretola hanno chiesto un breve rinvio. Accordato. Prima del crepitìo, con le basse fontane, alle esplosioni più alte, viste anche dalle case in collina, fino giù alla piana, a valle di Firenze, dove l’Arno arriva, gonfio delle piogge di questa settimana.

foto Palinko/Firenzepost

“Fochi” organizzati dalla Società di San Giovanni Battista, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, offerto quest’anno dal nuovo presidente, Bernabò Bocca. Ma con applauditissimo prologo grazie alla banda della Polizia di Stato, voluto dal questore, Maurizio Auriemma. Banda, ma la chiamerei grande orchestra, diretta dal maestro Maurizio Billi, interpretazioni del tenore Cataldo Caputo (splendide esibizioni di “Firenze sogna” e “Core ‘ngrato”) e delle bravissime coriste del complesso Divas. Un bel San Giovanni: che la pioggia non ha rovinato.

foto Palinko/Firenzepost


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741