Durante il viaggio in Giappone del sindaco Dario Nardella

Firenze-Kyoto: si rinnova il gemellaggio nel segno di Giorgio La Pira

di Redazione - - Cronaca, Politica

Stampa Stampa
Il sindaco Nardella e Nicoletta Mantovani  con il sindaco di Kyoto

Il sindaco Nardella e Nicoletta Mantovani con il sindaco di Kyoto (foto Twitter Nicoletta Mantovani)

KYOTO – Dopo mezzo secolo, ricordando Giorgio La Pira, Firenze e Kyoto rinnovano lo storico gemellaggio: in trasferta nell’ex capitale nipponica, il sindaco Dario Nardella ha convenuto con Daisaku Kadokawa sulla necessità di rafforzare i legami. La pioggia, caduta fitta nel pomeriggio durante la conferenza stampa all’aperto, coi vertici della maison Ferragamo all’interno del suggestivo castello di Nijo, ha bagnato l’intesa e spinto Kadokawa a un altro gesto eccezionale verso Firenze con l’apertura per la cerimonia della firma di un padiglione, chiuso solitamente, all’interno del giardino che arricchisce un sito che ha 400 anni di storia ed e’ patrimonio tutelato dall’Unesco.

Nella dichiarazione, 50 anni dopo Giorgio La Pira, i due primi cittadini hanno espresso, si legge, il “comune desiderio su preservazione ambientale, sviluppo economico, benessere delle rispettive popolazioni residenti e il contributo a una pace perenne nel mondo”. Stretto contatto “sul lavoro in partnership, per una piu’ grande comprensione e per la mutua fiducia”. Impegno, infine, per liberta’ e felicita’ della cittadinanza e incoraggiamento degli scambi su cultura, attivita’ accademiche ed educative, industria e turismo. In calce le firme dei sindaci e dei “testimoni”, l’ambasciatore d’Italia Domenico Giorgi e il presidente dell’assemblea di Kyoto, Sannosuke Nakamura.

“Un passo basato su amicizia, fratellanza e condivisione di valori”, ha rilevato Nardella; “sono valori per i quali – ha osservato da parte sua Kadokawa che a giugno sara’ a Firenze e all’Expo di Milano – continuero’ a battermi in futuro”. Intanto, tra le due citta’ l’attenzione e’ rivolta anche al settore economico. Il sindaco di Firenze ha visto una ventina di imprese nipponiche nella nuova residenza del console generale Marco Lombardi (“e’ un primo passo, ho chiesto di trasferire la sede del consolidato a Osaka”, ha scherzato Kadokawa) allo scopo di sondare nuove opportunita’. Tra gli spunti di interesse, una azienda attiva nella robotica per anziani e diverse società dell’import/export.

“Cercheremo di far venire a Firenze” anche il colosso dei videogame Nintendo, ha anticipato Nardella, in merito a prossimi contatti. Durante la visita nell’ufficio del sindaco di Kyoto, Nardella ha consegnato un assegno di 600.000 yen (poco meno di 5.000 euro) a favore di un progetto caldeggiato da Kadokawa, molto sensibile ai temi dei bambini disabili.

In serata e’ andata in scena nel magnifico Seiryu-den, tempio in legno sulla cima del monte Higashiyama, Ferragamo, parte sostenitrice dei 50 anni di gemellaggio, ha presentato la collezione uomo e donna 2015/2016, e un’anteprima pre-spring 2016. Domani, Nardella e l’assessore alle Relazioni internazionali, Nicoletta Mantovani, visiteranno il mercato di Nishiki, legato a quello centrale di San Lorenzo da un patto di amicizia stipulato nel  2006.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.