Morte violenta? Non è esclusa la caduta accidentale

Grosseto, trovato morto in casa con ferite alla testa

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

Un nuovo caso di omicidio-suicidio, la polizia al lavoroGROSSETO – Un uomo di 57 anni è stato ritrovato cadavere nella sua casa di Grosseto, lunedì 25 gennaio.

L’uomo aveva delle rilevanti ferite alla testa. E’ stata la compagna a dare l’allarme. Sul posto è in corso un sopralluogo della polizia scientifica. Potrebbe trattarsi di una morte violenta.

AGGIORNAMENTO ORE 15.58

La vittima si chiamava Bruno Bellucci, ed è stato trovato morto in camera da letto in un alloggio al piano terra di via Rossini, a Grosseto, una zona popolare. La squadra mobile della questura ha svolto un primo sopralluogo nell’appartamento e nello stabile insieme al pm Maria Navarro, che coordina le indagini. Sul posto anche personale dell’istituto di medicina legale di Siena. Confermata la presenza di ferite alla testa che fanno ipotizzare un caso di morte violenta. L’uomo avrebbe precedenti penali. La compagna è stata portata in questura dove viene sentita dagli investigatori della polizia.

AGGIORNAMENTO ORE 18.06

Bellucci, pregiudicato, originario della provincia di Viterbo, aveva il cranio fracassato. Lo riferisce il procuratore della repubblica di Grosseto, Raffaella Capasso. L’uomo, dicono gli inquirenti, era steso a terra sul pavimento e presentava il cranio fracassato e fuoriuscita di sangue. Le indagini devono accertare cause e dinamica del decesso. Secondo il procuratore Capasso «potrebbe, infatti, trattarsi sia di fatto accidentale (la ferita al cranio potrebbe essere conseguenza di una caduta), sia di morte naturale (la caduta potrebbe essere stata, a sua volta, conseguenza di un malore, ipotesi allo stato più accreditabile), sia di omicidio. Gli investigatori stanno ascoltando i parenti più vicini e conoscenti.

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.