Emergenza in Toscana, problema gravissimo per la regione

Meningite, nuovo caso a Pistoia. Colpito un ragazzo di 24 anni, è il malato n. 13 del 2016

di Redazione - - Cronaca, Primo piano

Stampa Stampa

meningit

PISTOIA – Ancora un caso di meningite in Toscana, a Pistoia. Colpito un ragazzo di 24 anni che, ha fatto sapere l’assessore regionale Stefania Saccardi, “appare in discrete condizioni”. E’ il tredicesimo caso nel 2016, l’undicesimo di meningococco C. “del ceppo st11 che purtroppo si sta verificando in Toscana”, soprattutto “nell’area vasta del Centro”, ha aggiunto Saccardi. Resta da appurare come mai in tutto il Paese sia questa la zona particolarmente colpita e perché ancora non si sia riusciti a frenare il fenomeno, forse inizialmente sottovalutato.

RETTIFICA – L’Asl informa: “si tratta di un ragazzo affetto da meningite batterica invasiva in corso di tipizzazione al Meyer – centro di riferimento regionale – al momento il giovane è ricoverato nel reparto degenze protette del presidio ospedaliero San Jacopo di Pistoia. Il giovane non è stato vaccinato”.

NESSUN PROFUGO – “Nessun profugo, nessuno che venga da oltremare, ad oggi, rientra tra coloro che si sono ammalati di meningite in Toscana”. Lo ha ricordato l’assessore al diritto alla Salute, Stefania Saccardi, in Consiglio regionale. “Sono tutti di qui, smentisco, certo che lo smentisco, che vi sia qualcuno arrivato da oltremare -ha aggiunto, rivolgendosi ai banchi dell’opposizione- è irresponsabile demonizzare certe categorie di persone. Se avessimo un sospetto su una cosa di questo genere, ci muoveremmo immediatamente. In questo sistema -ha rivendicato Saccardi- si curano tutti, tutti quelli che hanno un passaporto o non ce l’hanno, quelli che hanno il permesso di soggiorno e quelli che non ce l’hanno: è uno degli orgogli della nostra regione. Abbiamo esteso la vaccinazione gratuita anche agli studenti che si trovano in toscana ma sono residenti altrove”. Nel corso del dibattito, il consigliere e medico Paolo Sarti (Sì Toscana a Sinistra) ha precisato: “nella fascia cosiddetta della meningite dell’Africa sub-sahariana il ceppo diffuso è quello A, da noi C e B”.

VACCINO – Grazie anche all’aiuto di Aifa, in Toscana “nei giorni scorsi sono arrivate 150.000 dosi di vaccino antimeningite e ne sono in arrivo altre 300.000, tra mono e tetravalente. Complessivamente abbiamo stanziato risorse per acquistare altre 800.000 dosi con l’obiettivo di coprire almeno 1,5 milioni di persone”. Lo ha riferito l’assessore  Stefania Saccardi, che ha anche ricordato:  “ieri è stata portata in Giunta regionale una delibera che stanzia 15 milioni di euro per l’acquisto dei nuovi vaccini. Questo perché abbiamo scelto la strada della vaccinazione massiccia a causa dell’incertezza su diffusione batterio”. La vaccinazione, ha ricordato, “oggi è il metodo più efficace, nel 95% dei casi, contro il batterio”.

 

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.