Partitissima al Franchi con un'altra rivale diretta

Fiorentina-Milan (domenica ore 20,45), viola per la svolta. Occhio a Bacca. Montella: io corretto. Formazioni

di Sandro Bennucci - - Primo piano, Sport, Top News

Stampa Stampa
Borja Valero

Borja Valero: perno della Fiorentina di Paulo Sousa

FIRENZE – Occhio a Bacca e al giovane, scalpitante Niang. Sono loro le armi migliori del Milan. Il colombiano fece male alla Fiorentina già quando giocava nel Siviglia, in una semifinale di Europa League. L’anno scorso, nella prima di campionato al Franchi, fu tenuto sotto controllo. Così come Sousa dovrà riuscire a fare stavolta. Badando anche a quel Niang che dichiara di non essere più indisciplinato e di voler fare sfracelli per onorare la maglia rossonera. Ecco, fatte queste rapide considerazioni, penso che la Fiorentina abbia tutto quel che serve per battere il Milan. Il neo? Al solito, la difesa. Tomovic soffre di … amnesie. Dalla sua parte la Fiorentina prende gol. Ecco perché credo sia meglio far giocare Bernardeschi come esterno destro, in vece di Tello, per dare maggior copertura sulla fascia. Temo però che Sousa opti ancora per Tello. Così come, davanti, sceglierà di far giocare di punta solo Kalinic, lasciando fuori (e sarebbe un sacrilegio in questo momento …) un Babacar in formissima.

Un duello fra Bernardeschi e Montolivo

Un duello fra Bernardeschi e Montolivo

MONTOLIVO – Aggiungo che Montella e Montolivo vorranno vincere come se, per loro, fosse la partita della vita. L’allenatore ha il dente avvelenatissimo per non essere stato invitato alla festa dei 90 anni della Fiorentina e l’ex capitano vorrebbe far male ai tifosi che l’hanno fischiato e lo fischieranno. La Fiorentina, capace di battere la Roma, deve ripetersi rimandando a casa battuti anche i rossoneri. Dimenticando Udine, da dove avrebbe dovuto portar via 3 punti.  Va aggiunto che la partita potrebbe essere un crocevia per entrambe le squadre: vincere per correre e agguantare le posizioni di testa. Vincere anche per scrollarsi subito di dosso un’agguerrita concorrente per l’Europa League. Oppure per tentare addirittura la scalata alla difficilissima qualificazione Champions. Più dura della conquista della vetta più impervia. Ma intanto ecco che cosa pensano gli allenatori, impegnati in una sfida nella sfida.

Paulo Sousa

Paulo Sousa

SOUSA:  «Siamo una squadra in crescita e questo mi rende soddisfatto, anche se dobbiamo essere più concreti, più convinti, più consapevoli: ci sono avversari superiori ma io lavoro per convincere i miei giocatori che possono superarsi e quindi vincere con tutti. La squadra rossonera ha qualità, un allenatore che fa buon calcio e ha fatto investimenti seguendo idee precise, ma non credo che il Milan lotterà per lo scudetto, penso che sia comunque da primissimi posti». Difficile il recupero di Astori, che ancora non si è allenato in gruppo, sulla disponibilità di Vecino verrà presa una decisione forse all’ultimo momento.

Vincenzo Montella (Foto Giacomo Morini)

Vincenzo Montella

MONTELLA – L’allenatore del Milan si prepara a tornare a Firenze, dove ha vissuto la parentesi più bella” della sua carriera, nonostante l’esonero alla fine della stagione 2014/15. Dice: «Mi è dispiaciuto moltissimo, credo di essere stato correttissimo con la società: capendo quali erano le potenzialità e le strategie di investimento avevo detto che non mi sentivo più motivato a continuare e avevo chiesto che mi lasciassero libero. Mi era stato detto che era giusto, e che l’avevano capito. Poi è andata com’è andata. Il mio ciclo a Firenze era chiuso, non ero nelle condizioni per esprimermi al massimo. Nonostante avessimo fatto cinque vittorie consecutive in quel campionato, la società decise di esonerarmi… sono stato estremamente leale e corretto. Posso sembrare distaccato, ma sono sincero: col pubblico di Firenze c’è stato un momento in cui ho esagerato, ma l’ho dovuto fare per proteggere i giocatori che poi ci hanno permesso di vincere cinque partite di fila e arrivare in Europa».

Probabili formazioni

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu; Tomovic, G. Rodriguez, De Maio; Bernardeschi, Sanchez, Badelj, Milic; Borja Valero, Ilicic; Kalinic. All.: Paulo Sousa

Squalificati: –

Dubbi: Astori

Indisponibili: Astori

Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Paletta, Romagnoli, De Sciglio; Kucka, Montolivo,Bonaventura; Suso, Bacca, Niang. All.: Vincenzo Montella

Squalificati: –

Indisponibili: Zapata, Bertolacci, Mati Fernandez

Arbitro: Orsato di Mestre

Tag:, , ,

Sandro Bennucci

Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post
sandro.bennucci@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.