Nuovo grave episodio in un centro per migranti

Cassano delle Murge (Ba): la garante per l’infanzia sequestrata da minori stranieri non accompagnati

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica, Top News

Stampa Stampa

CASSANO DELLE MURGE (BARI) – Altro grave episodio in un centro di accoglienza per stranieri, con l’aggravante che stavolta si tratta di minori non accompagnati. Che hanno sequestrato per un’ora una delegazione in visita e i gestori del centro. Dopo quello di Cona un altro episodio che desta preoccupazione e getta allarme sulla presenza di troppi migranti sul nostro territorio.

Questa volta è stata coinvolta la garante nazionale per l’infanzia e l’adolescenza, Filomena Albano, insieme con altre persone, sequestrata all’interno della comunità per minorenni stranieri non accompagnati di Cassano delle Murge (Bari) mentre stava effettuando un giro di incontri in Puglia. Il sequestro è durato circa un’ora e sono stati i carabinieri a liberare le persone costrette a rimanere chiuse nella struttura dove ci sono circa 30 ragazzi provenienti prevalentemente da Gambia, Nigeria ed Egitto.

I ragazzi erano arrabbiati perché, pur mantenuti dal punto di vista alloggiativo e alimentare, sembra che non andassero a scuola e non vedevano garanzia per il loro futuro. La garante regionale per l’infanzia, Rosy Paparella, ha raccontato che gli ospiti urlavano:  «Non facciamo niente, non vediamo nulla per il nostro futuro, dicevano. Non crediamo più a nessuno, perché sono venuti dal Ministero e ci hanno detto un sacco di balle.» «Alcuni dei ragazzi -aggiunge Paparella – hanno bloccato le vie d?uscita, impedendo alle auto di muoversi, stendendosi per terra e usando sedie e panchine per evitare che la delegazione abbandonasse il centro». La tensione si è fatta altissima quando una decina di ragazzi, rivolgendosi alla responsabile della comunità, le hanno detto: «Ti taglio la gola». La situazione, dopo l’intervento dei carabinieri, è poi tornata sotto controllo. Indagini sono ora in corso da parte dei carabinieri per ricostruire l’accaduto e individuare eventuali responsabili.

Tag:, , , ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.