LIONS CLUB FIRENZE BAGNO A RIPOLI

Lions e Leo Club, ricchezze da scambiare

di Redazione - - Eventi

il Presidente dei Lions, Giorgio Zanasi (a destra) consegna il guidoncino al Presidente dei Leo Club Giuseppe Guarneri

Da destra il Presidente dei Lions, Giorgio Zanasi, con il Presidente dei Leo Club Giuseppe Guarneri

Riceviamo e pubblichiamo volentieri questa nota del “Lions Club Firenze Bagno a Ripoli”

Rame e stagno: metalli morbidi che mescolati insieme formano una lega molto resistente, il bronzo. Così il giovane e il vecchio, deboli entrambi se soli, costituiscono una forza vincente quando si uniscono. La forza fisica, l’entusiasmo del giovane se uniti all’esperienza e alla lungimiranza del vecchio costituiscono quel connubio che ha caratterizzato nel corso della storia le civiltà in crescita.

Lions e Leo del Club Firenze Bagno a Ripoli si sono incontrati lunedì 11 febbraio all’hotel Adriatico di Firenze per confrontarsi e dare inizio a una forma concreta di scambio di ricchezze. Il tema dell’incontro “Quali ricchezze scambiarci?” è significativo del riconoscimento dell’identità dell’altra età e della volontà di procedere insieme.

Dapprima si è sgomberato il campo dai pregiudizi: i vecchi sono noiosi, i giovani sono arroganti, i vecchi mancano di elasticità, i giovani sono teorici, i vecchi sono logorroici, i giovani non ascoltano.

Strategica la disposizione: a ogni tavolo tre giovani e tre “maturi” hanno dibattuto per tutta la serata il tema. Il primo risultato, sorprendente e non previsto, è stata la vivacità del confronto che ha coinvolto tutti i presenti. Tutti avevano meditato sul tema, tutti hanno portato contributi di spessore. Soprattutto tutti hanno espresso convinta volontà di realizzare quell’unione tra due generazioni che, dimostrando che il tutto è molto più della somma delle parti, può portare frutti copiosi.

Le proposte concrete, approvate con entusiasmo, sono state numerose: istituzionalizzare incontri periodici tra i Leo e i Lions, realizzare services in comune nei quali ogni età può offrire diverse peculiarità, fare intervenire rappresentanti Lions agli incontri Leo per trattare argomenti specifici e viceversa, partecipare insieme ad incontri informali e ludici, costruire insieme gli incontri, programmare insieme le attività ad inizio anno, parlarsi con intensità e frequenza.

Siamo usciti dall’incontro scoprendo che non lo sapevamo ma avevamo tutti, giovani e maturi, un gran desiderio di conoscerci più a fondo e una gran voglia di “fare” insieme!

Giorgio Zanasi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: