Nessuna scrivania del 700 in Palazzo Strozzi Sacrati

Bugli: “Il mio nuovo ufficio? Normale redistribuzione degli spazi”

di Redazione - - Politica

L'assessore regionale Vittorio Bugli

L’assessore regionale Vittorio Bugli

Dall’assessore regionale Vittorio Bugli riceviamo e pubblichiamo.

“Leggo su Firenze Post una maliziosa e maldestra ricostruzione della mia sistemazione in Palazzo Strozzi Sacrati come nuovo assessore alla Presidenza. Non ho preteso proprio nulla. E’ stato semplicemente ritenuto che data la mia delega alla Presidenza sarebbe stato logico e funzionale ricavare il mio ufficio all’interno del Palazzo.

Questo ha inevitabilmente comportato una redistribuzione degli spazi disponibili, alla quale hanno provveduto esclusivamente gli uffici senza alcuna mia indicazione se non per invitare i responsabili a realizzarla cercando di contemperare al meglio le esigenze di tutti quelli che vi lavorano.

E’ vero, dalla finestra del mio ufficio (ed è per me una bella fortuna) si vede la cupola del Brunelleschi. Ma ci sta, visto che il palazzo è all’indirizzo di Piazza del Duomo 10. Riguardo agli uffici essi sono molto meno prestigiosi e spaziosi di quelli che avrei trovato in piazza dell’Unità, ad iniziare dalla mia stanza, molto più semplice e piccola di quella che avrebbe potuto ospitarmi in quella sede.

Quanto agli arredi ci ha pensato il nostro settore Patrimonio e logistica, che ha utilizzato mobili già di proprietà della Regione, senza alcuna spesa aggiuntiva. La mia scrivania è un normalissimo “pezzo” del XXI secolo e nessuno ha cercato, né mi sarebbe mai venuta l’idea di farlo, di portare nei nuovi uffici mobili del ‘700 e amenità simili. Basta verificare di persona per capirlo.

Dispiace che si facciano ricostruzioni che danno un’idea così diversa, direi opposta, della mia persona da come è nella realtà, come sa bene chiunque mi conosca”.

Vittorio Bugli

Tag:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: