Hanno giurato gli allievi del 7° corso della Scuola militare Douhet

Soffia il Ghibli su piazza della Signoria (VIDEO)

di Sandro Addario - - Cronaca

FIRENZE – Si chiama “Ghibli”, come il vento che soffia nel deserto libico e che nel mediterraneo è più noto con il nome di Scirocco da sud ovest. È il nome dato al 7° corso della Scuola Militare Aeronautica “Giulio Douhet” di Firenze, i cui trentacinque allievi (tra cui 7 ragazze) hanno appena giurato fedeltà all’Italia nella suggestiva cornice di piazza della Signoria a Firenze, salutati anche da una splendida giornata primaverile.

Sono stati loro – impeccabili nelle loro divise blu – i protagonisti assoluti dell’evento che ha visto arrivare tanta gente in una delle piazze più belle del mondo. Non solo autorità per dovere d’ufficio ma molti cittadini e turisti che hanno a lungo applaudito i “cadetti” in uniforme. Giovani di circa 16 anni , militari con le stellette a tutti gli effetti, divisi tra quelli che frequenteranno il liceo classico (18 in tutto) e il liceo scientifico (17). Dopo la maturità e l’esperienza di vita alla Douhet, decideranno se tornare alla cosiddetta vita civile e proseguire gli studi per conto proprio oppure fare il concorso per entrare in Accademia militare. I più emozionati di tutti erano i genitori e i parenti degli allievi, arrivati per l’occasione da ogni parte d’Italia.

Era presente il ministro della difesa Giampaolo Di Paola, che da capo di stato maggiore della Difesa e ammiraglio di marina nel 2007 aveva assistito al giuramento in piazza Santa Croce del 1° corso Astra della Douhet, appena costituita.

Si temeva qualche manifestazione di dissenso verso Di Paola, per la questione ancora irrisolta dei Marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, rimandati in India dopo che lo stesso governo aveva deciso di trattenerli in patria durante un permesso avuto per poter venire a votare. Lo stesso Di Paola era stato accolto da una salva di fischi di dissenso nello scorso ottobre allo stadio di Pisa durante la festa della brigata paracadutisti “Folgore”. Ma di contestazioni oggi a Firenze non ce ne sono state. Di Paola nel suo intervento di augurio agli allievi ha citato i Marò, indirizzando loro un saluto condiviso dalla piazza,

Dopo il suggestivo momento del giuramento è stato battezzato il gagliardetto del corso di colore verde. Si è quindi levato in cielo l’orifiamma, palloncini verdi con i nomi di tutti i nomi degli allievi.

Firenze era rappresentata dal sindaco Matteo Renzi. Numerose le autorità civili e militari presenti, con il Gonfalone della città, decorato di medaglia d’oro al valor militare. Per l’Aeronautica c’era il capo di stato maggiore, generale Pasquale Preziosa, accolto dal comandante dell’Ismi, generale Pietro Valente e dal colonnello Claudio Icardi, comandante della Douhet. Impeccabile, ma in cuor suo emozionato più di tutti i genitori presenti sulla piazza.

Tag:

Sandro Addario

Sandro Addario

Giornalista

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: