Tante le versioni sull'accaduto alla stazione

L’ad Fiorentina Mencucci: «Campo di Marte? Un piccolo episodio…»

di Massimiliano Mugnaini - - Sport

 

Tifosi viola nel mirino per una contestazione notturna al Milan

Tifosi viola nel mirino per una contestazione notturna al Milan

FIRENZE. La notte agitata dei tifosi della Fiorentina con la contestazione ai tifosi del Milan non è ancora terminata. Anzi, la giornata è stata piena di versioni sull’accaduto, di tutti i tipi. Ha parlato un tifoso viola lamentando un’aggressione subita dai giocatori del Milan con tanto di referto medico che certifica un’escoriazione alla coscia, è stato diramato un comunicato da parte del club rossonero che assicura come non si sia andati al di là dei reciproci insulti verbali.

Di sicuro, forse, le cose non sono andate come pareva inizialmente in mattinata quando si era diffusa la voce di un autentico agguato anche di stampo razzista nei confronti dei giocatori di Allegri e in particolar modo di Mario Balotelli. C’è stata sì una contestazione, ma evidentemente anche quelli del Milan hanno reagito.

Il tifoso ferito giura che trascinerà in tribunale il preparatore dei portieri rossonero, Landucci: tra l’altro ex portiere della Fiorentina. Dall’altra parte si assicura che si andrà fino in fondo: tutti non vedono l’ora di vedere le immagini che le telecamere di sorveglianza della stazione hanno registrato.

Sull’accaduto stanno indagando anche le forze dell’ordine: qualcosa accadrà ma in questo momento l’impressione è che l’episodio sia stato ingigantito e che, pur condannabile, in fondo non sia accaduto nulla di particolare. Ha ragione quindi l’ad viola Sandro Mencucci quando dichiara – all’house organ del club viola – che, forse «l’episodio è stato esagerato, dando peso a piccoli cose rispetto a quello che è accaduto e che abbiamo visto tutti. La Fiorentina in ogni caso rifiuta qualsiasi episodio di razzismo».

Dalla Fiorentina, insomma, si tende a spostare nuovamente il discorso sui torti arbitrali e su ciò che è accaduto un campo: non è un caso che Mencucci abbia parlato nel suo intervento di una “Fiorentina giunta terza sul campo” e che, sempre in questa convulsa giornata, il Centro di Coordinamento abbia scritto una lettera aperta dal titolo inequivocabile: «Vergogna, ora tutti a casa: così si uccide il calcio».

Tag:, ,

Massimiliano Mugnaini

Massimiliano Mugnaini

Giornalista
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: