Raffica di multe in via Lorenzo il Magnifico. Tra i sanzionati, anche Giovanni Galli

Raffica di multe in via Lorenzo il Magnifico. La denuncia è di Giovanni Galli
Raffica di multe in via Lorenzo il Magnifico. La denuncia è di Giovanni Galli

FIRENZE – Lavaggio strade e multe, un connubio difficile, che a Firenze torna a far discutere. Stavolta è toccato ai cittadini residenti nella zona di via Lorenzo il Magnifico e nelle strade limitrofe, che la scorsa notte si sono visti multare – a decine – le auto in sosta dalla Polizia Municipale. La causa? La periodica pulizia delle strade a cura di Quadrifoglio. Tra i mezzi sanzionati, anche le vetture della famiglia di Giovanni Galli, che oggi è intervenuto sull’episodio non mancando di criticare, in parte, l’amministrazione comunale.

“Da cittadino dico: bene, ho sbagliato e pago la multa, ma occorre a questo punto svolgere una riflessione che riguarda il sottoscritto come molte altre migliaia di fiorentini”, ha esordito il capogruppo della Lista Galli Cittadini per Firenze.

Per cominciare, l’informazione. In via Lorenzo il Magnifico, infatti, è previsto il lavaggio stradale con Sweepy Jet: soltanto una volta al mese l’auto deve essere quindi spostata per far passare la “classica” macchina spazzatrice. “Peccato si tratti di un ragionamento solo teorico – punta il dito Galli -, perché nei tre anni trascorsi da quando è entrata in vigore la novità voluta dal nostro sindaco, la spazzatrice si è vista assai di rado, mentre la Polizia Municipale non si è proprio mai vista, tanto che in molti, come me, non ci hanno capito più nulla, e l’auto l’hanno regolarmente lasciata dove non sarebbe potuta evidentemente stare”.

Ma non è tutto. Galli sottolinea un altro aspetto, a suo giudizio, da tenere in considerazione: la presenza, durante il giorno, degli agenti della Municipale. “Ieri notte, per effettuare la quantità di multe trovate stamattina sui parabrezza delle auto dei residenti, deve essere stato effettuato un vero e proprio ‘blitz’ con diverse pattuglie in azione contemporaneamente. Bene, ma dove sono tutti questi vigili durante il giorno, quando sulle stesse strade parcheggia chiunque ad ogni ora, compresi camion e camper lasciati lì a volte per intere settimane? – domanda il capogruppo – Perché chi è residente e dunque paga le tasse per ricevere i servizi dal Comune non viene tutelato, ma solo stangato quando commette un errore, oltretutto indotto dalla disorganizzazione di questa amministrazione, specializzata negli annunci ad effetto molto più che nell’applicazione delle regole che fissa?”.

E pensare che proprio pochi giorni fa la comandante della Polizia Municipale Antonella Manzione ha presentato il nuovo piano di riorganizzazione del Corpo, che prevede oltre 80 vigili in più in strada e la creazione, tra le altre novità, di un nuovo reparto con l’impiego di 50 addetti per servizi prevalentemente “appiedati”, a tutela della sicurezza dei fiorentini.

“Quando l’intera riorganizzazione del Corpo sarà a regime – ha spiegato Manzione – ovvero entro l’anno, il personale in borghese diminuirà dal 17 per cento attuale del totale all’8 per cento, il personale che lavora all’interno dal 30 al 26 per cento, mentre il personale in servizio all’esterno – ha concluso – salirà dal 53 al 66 per cento”. 

 

 

giovanni galli, lavaggio strade, multe


Giulia Ghizzani

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080