I primi dati dello scrutinio

Amministrative, Pd verso il ballottaggio a Siena. Flop a 5 Stelle in Toscana

di Marco Bastiani - - Politica

Elezioni amministrative, bassa affluenza alle urne

Elezioni amministrative, bassa affluenza alle urne

FIRENZE – Non era mai successo prima, ma il candidato Pd per il Comune di Siena dovrebbe ricorrere al ballottaggio. I dati ancora sono tutt’altro che definitivi, ma quando sono state scrutinate 10 sezioni su 50 il candidato Pd Bruno Valentini è fermo al 39,5 per cento, con Eugenio Neri, sfidante sostenuto da liste civiche e centrodestra, attestato sul 24 per cento. Ottiene buoni consensi l’inossidabile Laura Vigni sostenuta da Rifondazione comunista e da liste civiche di sinistra, mentre i grillini nella città del Palio  si fermano al 7 per cento.

Segui la diretta dello spoglio di Siena e di tutte le altre città direttamente sul sito del Ministero dell’Interno.

Dove il centrosinistra non dovrebbe aver bisogno della prova di appello fra 15 giorni è Pisa: Marco Filippeschi si avvia a essere confermato primo cittadino. Dopo nove sezioni su 86 Filippeschi è al 55 per cento, mentre il centrodestra diviso con Franco Mugnai (Pdl) non va olgtre l’11 per cento. Male anche il Movimento 5 Stelle che non arriva al 10 per cento.

Verso il ballottaggio la città di Viareggio. Dopo 10 sezioni scrutinate su 63 il candidato del centrosinistra Leonardo Betti è fermo al 41 per cento, mentre lo sfidante di centrodestra Antonio Cima supera di poco il 20 per cento. Anche qui flop a 5 stelle con i grillini al 12 per cento.

A Massa (con 4 sezioni scrutinate su 80) il centrosinistra sembra confermarsi alla guida della città. Alessandro Volpi vola sopra il 55 per cento, mentre il Pdl con Stefano Caruso non arriva al 6 per cento e i grillini con Riccardo Ricciardi si fermano sotto il 9 per cento. Al secondo posto però arriva a sorpresa Gabriella Gabrielli sostenuta da Udc, Monti e liste civiche con oltre il 16 per cento dei consensi.

In provincia di Firenze giochi chiusi all’Impruneta: il nuovo sindaco si chiama Alessio Calamandrei (42,7 per cento), candidato del Pd di corrente renziana. Al secondo posto Riccardo Lazzerini, sostenuto da liste civiche con il 32,6 per cento. Anche Marradi ha votato un renziano: si chiama Tommaso Triberti (Pd) con il 51,9 per cento contro il 43,4% del sindaco uscente Bassetti di centrodestra.

A Campi Bisenzio, lo scrutinio è ancora in corso, ma Emiliano Fossi (Pd) si sta avviando a essere il successore di Adriano Chini: con 27 sezioni scrutinate su 39 Fossi è abbondantemente sopra il 60 per cento, davanti a Paolo Gandola (Pdl) con il 12 per cento. Male i grillini, bloccati al 10 per cento con la candidatura di Niccolò Rigacci.

Infine, in provincia di Prato, a Poggio a Caiano vittoria già accertata per il sindaco uscente Marco Martini, candidato del centrosinistra. Ha ottenuto il 53,5 per cento, con la candidata del Pdl Cristina Attucci che si è fermata al 29,2, debacle del M5S che si ferma all’8,4 per cento.

Un dato su tutti, è la vittoria dell’astensionismo. In Toscana ha votato solo il 60 per cento degli aventi diritto, contro l’80 per cento di cinque anni fa.

Tag:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: