La rabbia dei tifosi sul web

Fiorentina, l’addio di Jovetic fa infuriare la città

Jovetic prepara lo sbarco a Manchester
L'addio di Jovetic
L’addio di Jovetic da Firenze

FIRENZE – Gli indizi c’erano da settimane, ma oggi è arrivata la certezza: Stevan Jovetic andrà via dalla Fiorentina, direzione Torino lato Juventus. Il montenegrino si congeda attraverso un’intervista alla Gazzetta dello Sport : “Sono arrivato ragazzino, me ne vado uomo. Ora ho bisogno di stimoli altrove”. E poi ancora: “Valgo 30 milioni? Non so. I bianconeri? Nella loro lista vengo prima di Ibra, Tevez e Higuain. Chi non sarebbe lusingato?”

Nell’intervista Jovetic sottolinea di aver “dato il massimo in questi anni”, di essere stato ricambiato con una “atmosfera incredibile” e di “essere orgoglioso di rappresentare il Montenegro ai Mondiali di calcio”.

Ma è il caso Fiorentina al centro del suo ragionamento: “Sono alla Fiorentina dal 2008, cinque stagioni intensissime – sottolinea Jovetic alla Gazzetta dello Sport -. Sento davvero di aver dato tutto, di non avere altro da offrire e trasmettere agli altri. Sono giovane e ambizioso, è normale che possa sentire il bisogno di misurarmi altrove. Non credo ci sia nulla di male nel desiderarlo, e non faccio come altri che fanno casino dietro e poi non si espongono. Firenze e i tifosi viola mi hanno sempre chiesto di metterci la faccia: eccola. Ho bisogno di stimoli altrove, ho bisogno di consacrarmi in un top club. La Fiorentina mi ha portato a partecipare in Europa, ora in Europa vorrei provare a vincere”.

I progetti per il futuro non li svela: “Ora andrò in vacanza. Non voglio pronunciare la parola fine, non mi piace. Vorrei invece che di me a Firenze avessero sempre un’immagine positiva. E’ li che sono diventato Jo-Jo, un soprannome affettuoso. Lo stesso sentimento, unito alla riconoscenza, che provo io”, concluse Jovetic.

L’addio soft da Firenze però è una prospettiva che  non gli sembra concessa: i tifosi sono in subbuglio anche sul web. “Che schifo, congedarsi con un’intervista…”, e poi ancora: “Parole dettate dal suo procuratore”, “Come si fa a chiede alla propria squadra addirittura uno sconto pur di andare alla Juve?”.

 

Fiorentina

Commento

  • Ormai i calciatori sono professionisti prezzolati che vanno dove sono piu’ pagati, grazie ai procuratori. Jovetic non avrebbe dato molto in futuro ai viola e,oltretutto, e’ spesso infortunato. Alla Juve ovviamente nessuno sconto, anzi merita un sovrapprezzo. P Padoin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080