In arrivo anche tende e mille brandine

Terremoto, chiesto lo stato di emergenza in Lunigiana e Garfagnana

di Marco Bastiani - - Cronaca

Stato d'emergenza per il terremoto in Garfagnana e Lunigiana

Stato d’emergenza per il terremoto in Garfagnana e Lunigiana

FIRENZE – La richiesta dello stato di emergenza per il terremoto che ha colpito la Lunigiana e la Garfagnana, tra le province di Massa Carrara e Lucca, è stata annunciata oggi dal presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, che sta visitando le zone del sisma. ”Oggi stesso – ha detto Rossi – predisporremo gli atti per inviare al Governo la richiesta di stato di emergenza. Ho parlato con il prefetto Gabrielli, responsabile della Protezione civile nazionale, che condivide questa iniziativa”.

Il governatore Rossi ha poi aggiunto che ”la situazione al momento non appare grave ma temo che le verifiche di stabilità in corso sugli edifici, da parte dei vigili del fuoco e del nostro genio civile, facciano aumentare il numero di coloro che avranno bisogno di trovare ospitalità in luoghi sicuri”.

Dopo una riunione avuta nella notte a Fivizzano, Rossi ha deciso di far arrivare in zona 4 moduli di tende per allestire campi di accoglienza con oltre mille brandine. ”Entro stanotte – aggiunge poi – saremo in grado di ospitare circa 2mila persone. Inoltre con il prefetto di Massa abbiamo concordato di individuare, in via preventiva, strutture pubbliche come scuole e palestre e private come gli alberghi, per ospitare le persone la cui abitazione é dichiarata inagibile ed eventualmente, ma speriamo che non ve ne sia bisogno, altri nuovi sfollati”.

Tag:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: