Trasferimento nel 2014

Concordia, verrà raddrizzata entro fine estate

La Costa Concordia adagiata sui fondali davanti al Giglio
La Costa Concordia adagiata sui fondali davanti al Giglio

GROSSETO – Raddrizzamento entro fine estate, trasferimento nella primavera del  2014. Tempi e rimozione della Costa Concordia, naufragata il 13 gennaio 2012 al Giglio, scanditi dalle parole del commissario straordinario al recupero Franco Gabrielli, insieme al sindaco Franco Ortelli, al presidente dell’Osservatorio Maria Sargentini per la Regione Toscana, ai manager di Costa.

Gabrielli ha sottolineato che il raddrizzamento del relitto permetterà di verificare la condizione del lato ancora sommerso dopo i mesi trascorsi appoggiato sul fondo roccioso, e gli eventuali aggiustamenti che risulteranno necessari per la messa in opera dei cassoni di galleggiamento in vista del rigalleggiamento funzionale al successivo trasporto. Tempi che non dovrebbero interferire con le attività della stagione turistica in corso.

Per il commissario straordinario si sta rispondendo agli impegni assunti dopo la tragedia e la necessità di rispondere a quanto accaduto riportando la situazione a prima del disastro: rispetto per l’ambiente, rispetto della situazione socio-economica, nessun sezionamento il loco della scafo.

Maria Sargentini ha invece sottolineato la regolarità delle pratiche a tutela dell’ambiente condotte fin qui dall’Osservatorio in aperta collaborazione con Costa e Titan-Micoperi, che consentirà di proseguire il lavoro sulla tutela delle acque interne ed esterne nonché dell’ambiente in generale.

 

Concordia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080