Skip to main content

Medici di famiglia, 3820 diagnosi di dolore cronico

Uno dei tanti medici di famiglia italiani
Uno dei tanti medici di famiglia italiani

FIRENZE – Pazienti affetti da dolore cronico in netto aumento. In un anno ben 3820 le diagnosi in Italia da parte dei circa 300 medici di medicina generale impegnati nel progetto formativo Teseo, che ha l’obiettivo di fornire ai medici di famiglia adeguate conoscenze nell’ambito della terapia del dolore.

La metà dei pazienti è affetta da un dolore infiammatorio, un terzo da dolore di tipo meccanico strutturale e un quinto da dolore neuropatico. 2.725 pazienti sono stati inseriti nel registro delle cure «early palliative care» con l’obiettivo di identificare precocemente i malati con bisogno di approccio palliativo. Di questi, solo il 28% è malato oncologico, mentre gli altri pazienti sono affetti da altre patologie, soprattutto di natura cardiovascolare (16%).

Questo percorso formativo ha dato la possibilità a 350 medici di famiglia di riconoscere il tipo di dolore, misurarlo, favorire un aumento dell’appropriatezza diagnostico-terapeutica e identificare, tra i loro malati, coloro che si stanno avvicinando alla fine della vita. Dopo il progetto Teseo verrà sviluppato Arianna, uno studio su scala nazionale per facilitare l’accesso alle cure palliative domiciliari ai malati con patologie croniche.

dolore, medici


Massimiliano Mantiloni

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741