Per l'accesso alle cure delle malattie rare. Tra i firmatari anche Gina Lollobrigida

Staminali, arriva la Fondazione Onlus «Voa Voa!» per Sofia e gli altri bimbi

di Giulia Ghizzani - - Cronaca

E' nata in Palazzo Vecchio Voa Voa Onlus, la Fondazione dedicata alla piccola Sofia per l’accesso alle cure delle malattie rare

E’ nata in Palazzo Vecchio Voa Voa Onlus, la Fondazione dedicata alla piccola Sofia per l’accesso alle cure delle malattie rare

FIRENZE – Uniti per la vita. E’ nato il Comitato promotore per la Fondazione Onlus «Voa Voa!». L’atto notarile è stato firmato giorni fa a Firenze – nella sala Incontri di Palazzo Vecchio – da Gina Lollobrigida, dal pilota di Superbike Michel Fabrizio, dal presidente del Consiglio comunale Eugenio Giani, dalla dottoressa Cristina Pagani, dall’avvocato Giuseppe Conte, dall’editore Giovanni Gentile, da Andrea Piazzolla e dai genitori della piccola Sofia, Caterina Ceccuti e Guido De Barros, che da anni si battono per dare una speranza a tante persone affette da patologie complesse.

Voa Voa! Onlus si impegnerà a sostegno di opere umanitarie e altruistiche destinate alla ricerca mirata e alla somministrazione delle cure più idonee attualmente disponibili in Italia e all’estero per contrastare malattie rare ed incurabili, orfane di terapie farmacologiche e o sperimentali.

“Grazie all’interesse crescente del pubblico verso la storia della nostra piccola Sofia – spiega Guido De Barros – e verso la difficile tematica delle malattie rare incurabili, che ogni anno colpiscono migliaia di bambini e adulti, siamo riusciti a incanalare le forze verso un obiettivo comune e a realizzare il sogno di un Comitato da cui presto origineremo l’omonima Onlus. Grazie a questa Fondazione, contiamo di valutare soluzioni concrete e attuabili nell’immediato per tutti i pazienti”. 

Proprio oggi, in occasione della corsa di Superbike ad Imola, Michel Fabrizio sarà in pista e indosserà il casco “Forza Sofia”appositamente disegnato e realizzato a favore della raccolta fondi per Voa Voa Onlus. Sono in totale tre i caschi “Forza Sofia” che saranno messi all’asta online nel sito www.voavoa.org a partire dalle 12 di martedì 2 luglio fino alle 12 di lunedì 8 luglio. Chiunque potrà tentare di aggiudicarsi uno dei tre caschi intervenendo all’asta con una propria offerta libera.

Gina Lollobrigida intanto ha già deciso di destinare alla nascente Fondazione parte del ricavato dell’asta dei suoi gioielli storici, avvenuta lo scorso 14 maggio a Ginevra presso la nota casa d’aste Sotheby’s.

Prima beneficiaria dei progetti di Voa Voa sarà la Fondazione Onlus Stamina che si occupa delle cure compassionevoli presso gli Spedali Civili di Brescia.

Tag:,

Giulia Ghizzani

Giulia Ghizzani

Giornalista

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.