Aduc: ecco i consigli da seguire per non farsi trovare impreparati

Toscana, è tempo di saldi. Caccia alle offerte nei negozi

Al via, questo fine settimana, i saldi in Toscana
Al via, questo fine settimana, i saldi in Toscana

FIRENZE – Non è più tempo di aspettare. Iniziano oggi in Toscana i tanto attesi saldi di fine stagione: un’occasione interessante per risparmiare e far girare l’economia del territorio, ancora in preda a una crisi che si fa sentire. Gli sconti andranno avanti per 45 giorni e consentiranno ai consumatori di acquistare merci che altrimenti sarebbero costate dal 30 al 50% in più. 

La speranza è che i negozianti possano beneficiare – in termini di ritorno economico – del momento dedicato alle offerte, anche se da parte delle categorie economiche non arrivano segnali di grande ottimismo. Secondo Confesercenti la quota di reddito che ogni famiglia dedicherà agli acquisti di fine stagione è scesa infatti dal 13% al 7%, con un budget medio di 165 euro.

“Il nostro auspicio – spiega il presidente Massimo Vivoli – è che la stagione dei saldi segni almeno l’inizio di un’inversione di tendenza ma se continuasse così i nostri quartieri registreranno un’ulteriore peggioramento della qualità della vita”.

Previsioni a parte, non resta a questo punto che buttarsi a capo fitto tra le vetrine dei centri storici e commerciali delle nostre città. Ricordando che anche in periodo di saldi le transazioni che avvengono nei negozi sono identiche a quelle di tutti gli altri periodi, “per cui – rimarca l’Aduc – valgono le regole generali del commercio. E’ importante però seguire due consigli“.

I saldi dureranno 45 giorni. Attenzione alle false promozioni
I saldi dureranno 45 giorni. Attenzione alle false promozioni

Quali, per la precisione? Il primo, sottolinea l’Aduc, è di farsi un giretto prima dell’inizio dei saldi all’interno dei negozi che espongono ciò che ci interessa, e prendere nota dei prezzi riportati. Obiettivo: confrontare gli appunti con i prezzi praticati durante i saldi, per sapere se lo sconto è realmente calcolato sul prezzo antecedente alle svendite o su un prezzo taroccato per l’occasione. “Se si dovesse incappare in un saldo taroccato, è doverosa la segnalazione all’autorità di polizia municipale”, ricorda l’Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori.

Altra questione da tenere presente durante gli sconti di fine stagione è che nel periodo dei saldi, come in qualunque altro periodo, per gli acquisti fatti in negozio non si può esercitare il diritto di recesso o ripensamento, ma, in caso di un difetto di conformità dell’acquisto, si può pretendere riparazione, cambio o restituzione di quanto pagato. “Lo deve fare il commerciante, obbligato in merito da una precisa legge, venditore che, come talvolta accade, non può scaricare la responsabilità sul produttore”, conclude l’Aduc.

Che i saldi, insomma, abbiano inizio. La caccia alle offerte è appena incominciata.

aduc, saldi


Giulia Ghizzani

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080