Miglior film Pablo Palazon, miglior regia Ali Asgari

Cinema, il Gran Prix di Capalbio ad uno spagnolo ed un iraniano

di Redazione - - Cultura

Il Premio Stella al cast femminile del corto «Meglio se stai zitta»

Il Premio Stella al cast femminile del corto «Meglio se stai zitta»

CAPALBIO (GROSSETO) – La ventesima edizione del Gran Prix Capalbio ha assegnato i premi. Per il miglior film a «Merry Christmas» dello spagnolo Pablo Palazon, mentre a «Bishtar az do saat» dell’iraniano Ali Asgari è andato il premio per la miglior regia e a «Honeymoon Suite» di Zao Wang il premio per la miglior fotografia.

Il film spagnolo è stato premiato perché capace di esprimere una svariata gamma di emozioni raccontando l’allegria natalizia e i passatempi inusuali di un solitario acquirente con un’aragosta prossima alla dolorosa dipartita, invece per quello iraniano la motivazione della giuria dice per la sensibilità con cui il film attraverso una magistrale interpretazione degli attori, getta uno sguardo sulla difficile condizione femminile della società iraniana contemporanea, commuovendo con il suo tragico epilogo.

Il premio Stella per la migliore attrice protagonista è andato all’intero cast femminile del corto «Meglio se stai zitta» della regista Elena Bouryka, composto da Valeria  Solarino, Claudia Pandolfi, Claudia Potenza e Donatella Finocchiaro. Ex aequo con Asia Lupo la bambina del corto «La legge di Jennifer» del regista Alessandro Capitani. A Maurizio Lombardi, protagonista dello stesso cortoè stato assegnato Il premio Stella per il miglior attore.

Tag:

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.