Le scadenze per presentare la domanda

Concorsi per neolaureati: ecco i tirocini all’Unione Europea

di Paolo Padoin - - Cronaca

Unione Europea

Unione Europea

Opportunità di lavoro per i neo laureati. L’Unione Europea ha pubblicato, come ogni anno, un bando aperto per accedere ai tirocini presso i suoi uffici, destinato ai laureati. Le scadenze sono molto vicine: la prossima è il 30 agosto, la più lontana il 30 settembre 2013. Tutte le informazioni necessarie e i riferimenti per presentare la domanda on line sono reperibili al sito: http://europa.eu/about-eu/working-eu-institutions/graduates/index_it.htm

A questo indirizzo sono consultabili i bandi con prossima scadenza validi per tutte le istituzioni europee (Commissione, Parlamento, Comitato delle Regioni, Comitato Economico e Sociale, Corte dei Conti europea ecc..) e sono indicati numeri telefonici e e-mail per richiedere immediate precisazioni agli uffici UE in proposito.

Riteniamo opportuno offrire indicazioni più specifiche sui bandi per l’accesso alle due Istituzioni UE più importanti, nelle quali esiste anche maggiore disponibilità d’impiego.

COMMISSIONE EUROPEA

Veniamo quindi ai bandi per la Commissione: chi ha ottenuto la laurea di primo livello (ciclo di studi di durata almeno triennale) può candidarsi al tirocinio estivo: 1° marzo – 31 luglio, o al tirocinio invernale: 1° ottobre – 28 febbraio. Le sedi di servizio sono Bruxelles, Lussemburgo, le capitali dei paesi membri; due posti sono presso le delegazioni della Commissione nei paesi extra-UE. La Borsa è all’incirca di 1.100 euro al mese.

Modalità e termini di presentazione delle domande sono indicati al link: http://europa.eu/about-eu/working-eu-institutions/graduates/index_it.htm#5

Come candidarsi: atto di candidatura online (disponibile solo in fr, ing, ted) ai seguenti link:

https://ec.europa.eu/stages/online/contact/contact_fr.cfm

https://ec.europa.eu/stages/online/contact/contact_en.cfm

PARLAMENTO EUROPEO

Sono aperti anche bandi per analoghi tirocini per laureati al Parlamento europeo.

Riferimento: http://europa.eu/about-eu/working-eu-institutions/graduates/index_it.htm#10

Nel link sopraindicato sono definiti termini e modalità per la presentazione delle candidature. I tirocini avranno inizio il 1 marzo 2014. Durata del tirocinio: 5 mesi nelle sedi di  Bruxelles, Strasburgo, Lussemburgo, Uffici d’informazione negli Stati membri e nei paesi candidati. La borsa  è di circa 1 100 euro al mese per tirocini effettuati a Bruxelles o a Lussemburgo:

Come candidarsi: atto di candidatura online (disponibile solo in fr, ing, ted) ai seguenti link:

https://www.secure.europarl.europa.eu/parliament/public/traineeship/secured/pRequest.do?tab=1&typ=paid&language=fr

https://www.secure.europarl.europa.eu/parliament/public/traineeship/secured/pRequest.do?tab=1&typ=paid&language=en

———-

I tirocini presso le istituzioni UE costituiscono un’interessante esperienza per giovani laureati, una presa di contatto con gli uffici dell’UE essenziale anche al fine della partecipazione ai concorsi per funzionario UE, riservati a economisti, traduttori, giuristi, informatici, e amministratori, che vengono banditi dall’UE e che si possono reperire sul sito:  http://europa.eu/epso/index_it.htm

Vi sono indicati le motivazioni e i vantaggi della carriera nell’UE,  i profili professionali degli impieghi UE, le istituzioni e le agenzie, le attuali opportunità di lavoro, le modalità per presentare le candidature. Una volta iscritti con la presentazione della candidatura, si potrà seguire l’evoluzione della pratica on line nell’apposita sezione del sito.

Nella UE lavorano 55mila impiegati, provenienti da tutti gli Stati membri, e provvedono al funzionamento delle istituzioni europee. Sono funzionari, agenti contrattuali, temporanei e interinali. La concorrenza è dura e gli esami severi. Per partecipare ai concorsi per amministratore è necessaria almeno la laurea triennale. I posti messi a concorso non vanno a coprire impieghi vacanti in uno specifico ufficio, ma servono a formare liste di riserva da cui ciascuna istituzione sceglie il profilo idoneo in caso di bisogno. L’esito dell’esame resta valido da uno a tre anni, ma può capitare di non essere convocati per il colloquio conoscitivo finale, se le esigenze di assunzione sono state soddisfatte dai candidati che precedono in graduatoria.

Io stesso sono buon testimone della serietà dei concorsi per amministratore UE. Nel 1978 partecipai a un concorso con 4 prove scritte, una prova orale (in francese) e almeno quattro colloqui con i responsabili degli uffici della Commissione UE per valutare insieme il posto più idoneo alla mia esperienza e qualifica professionale. I quattro anni passati a Bruxelles sono stati per me un’eccellente esperienza di lavoro e di vita che consiglio a tutti i giovani che abbiano iniziativa, qualità e spirito d’avventura.

Tag:,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: