Chiesti strumenti per agevolare l'inserimento dei docenti a ruolo

Scuola, ministro Carrozza incontra a Firenze precari in presidio

di Redazione - - Cronaca

Il ministro della Pubblica Istruzione, Università e Ricerca Maria Chiara Carrozza

Il ministro della Pubblica Istruzione, Università e Ricerca Maria Chiara Carrozza

FIRENZE – Il ministro per l’Istruzione Maria Chiara Carrozza, prima di salire sul palco della Festa del Pd di Firenze, ha incontrato un gruppo di insegnanti precari che, prima del suo arrivo, hanno fatto un presidio. Alle richieste degli insegnati che la incalzavano su quali potessero essere gli strumenti da attuare per agevolare l’inserimento dei docenti a ruolo, il ministro Carrozza ha risposto che sono al momento allo studio «meccanismi per contemperare l’introduzione nel sistema dei precari di lungo corso con l’inserimento di quelli più giovani, pur tenendo conto della mancanza di risorse a disposizione della scuola. Non bisogna però creare guerre fra le due categorie».

«Abbiamo rispettato la legge». Così il ministro per l’Istruzione ha risposto ai giornalisti che le chiedevano delle polemiche riguardo al bonus maturità, che sarebbe uno strumento di assegnazione di punteggio troppo discrezionale. «Questo meccanismo genera problemi perché il voto non è omogeneo ed è sempre soggettivo. Nella revisione del regolamento -ha aggiunto Carrozza- di tenere conto della singola commissione, e non di tutta la scuola; e poi abbiamo cercato di dare allo stesso voto gli stessi punti, come è previsto dalla legge. Noi abbiamo adesso una commissione bonus dove hanno lavorato professori di molte università e anche il responsabile del nostro ufficio legislativo. Ci stiamo impegnando per arrivare ad una revisione che possa entrare in funzione il prossimo anno accademico».

Tag:, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: