Pd, Cuperlo: «Le primarie sono per il segretario non per il premier»

L'esponente Pd Gianni Cuperlo
L'esponente Pd Gianni Cuperlo
L’esponente Pd Gianni Cuperlo

PIOMBINO (LI) – «D’Alema ha detto che è difficile immaginare che un presidente del Consiglio possa mettersi nella posizione dove rischia, secondo la tesi più diffusa in questo momento. Poi io ho un’opinione un po’ diversa sul perdere il congresso». Così Gianni Cuperlo a margine della festa democratica del Pd di Piombino, riguardo le previsioni sull’esito del congresso Pd.

«Non ho mai negato la forte popolarità del sindaco di Firenze -ha spiegato- è evidente che è una personalità, per quanto giovane, in campo da diverso tempo con un ruolo, una visibilità che si è accentuata nei mesi delle primarie con Bersani. Non si tratta di fare le primarie per scegliere il candidato premier, si tratta di scegliere il segretario del Pd sulla base di una proposta, di una piattaforma».

«Mi auguro che sia un congresso di libertà -ha concluso Cuperlo- Guai a noi se incanaliamo, irreggimentiamo questa discussione, fin dalle prime mosse, fin dai primi vagiti, in una collocazione legata alle correnti, alle componenti che ci sono, abbiamo bisogno di un confronto libero».

Cuperlo, pd, primarie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080