Luoghi e storia di Firenze

L’autografo del Ghiberti sul Battistero di Firenze

di Luciano Artusi - - Cultura, Lente d'Ingrandimento

Lorenzo Ghiberti

Lorenzo Ghiberti

Battistero di Firenze. Nelle cornici d’inquadratura delle due ante della Porta del Paradiso, sormontata dal gruppo marmoreo di Gesù e il battista di Andrea Sansovino del 1502, si notano ventiquattro testine in rilievo raffiguranti artisti dell’epoca fra le quali, la quarta iniziando dall’alto del- la fascia mediana sinistra, l’autoritratto dello stesso Lorenzo Ghiberti.«»

Ma l’artista ha lasciato ai posteri anche un altro ritratto di se stesso, quello che si vede nella porta nord, sempre del battistero, posta al centro dell’anta sinistra: è la quarta testina dal basso verso l’alto, che non lo raffigura a capo scoperto come la precedente, ma con un ricco copricapo che ricorda un turbante. Questa porta fu la prima, delle due realizzate da Lorenzo Ghiberti, ad essere eseguita tra il 1403 e il 1424, ed è stato il suo primo capolavoro; suddivisa in ventotto formelle di foggia polilobata, descrive Storie del Nuovo Testamento (le prime venti) seguite dalle altre otto che riproducono le Virtù Cardinali e Teologali.

L’opera porta addirittura la firma dell’artista sopra le formelle della Natività e dell’Adorazione dei Magi con questa scritta: «Opvs Laurentii Florentini».

Sopra al portale d’ingresso vi è il gruppo bronzeo la Predica del battista, di Giovan battista Rustici posto in loco nel 1511 e, infine, sulla finestra centrale lo stemma dell’Arte dei Mercadanti di Calimala con l’aquila che tiene con gli artigli il torsello ammagliato, ossia una balla legata contenente le pezze di stoffa.

———

Dal libro di Luciano e Ricciardo Artusi «A occhio e croce» – Passo dopo passo curiosando in piazza del Duomo – Firenze Leonardo Edizioni 2013. Per gentile concessione dell’Editore.

 

 

 

Tag:,

Luciano Artusi

Luciano Artusi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: