Mps, 500 dipendenti manifestano a Siena

La sede dell'Mps a Siena
La sede dell'Mps a Siena
La sede dell’Mps a Siena

SIENA – Cinquecento dipendenti dell’Mps hanno manifestano oggi a Siena per chiedere che siano riaperte le trattative sul piano del risanamento. Muniti di palloncini rossi, fischietti e striscioni, i dipendenti hanno preso parte ad un corteo che ha attraversato il centro storico soffermandosi davanti alla sede della banca in Piazza Salimbeni, della Fondazione Mps, del Comune per poi concludersi con un comizio in piazza del Mercato.

«Chiediamo che siano riaperte le trattative -ha sottolineato Antonio Damiani, segretario Fisac Cgil di Siena– e che i lavoratori non siano gli unici esclusi dal tavolo di discussione in merito alla revisione del piano di risanamento. Temiamo che ci possano essere ulteriori ripercussioni e tagli, per questo lavoratori e organizzazioni sindacali non possono essere tagliati fuori dalla discussione». La Fisac ribadisce il secco no alle esternalizzazioni e alla disdetta del contratto integrativo.

La mobilitazione proseguirà martedì 24 settembre con un presidio in piazza Salimbeni in concomitanza con la riunione del Cda della banca chiamato a pronunciarsi sulle modifiche al piano di risanamento dopo le indicazioni ricevute da Ue e Mef. La Fisac Cgil ha annunciato anche un’astensione dal lavoro, con un pacchetto di 15 ore complessive di sciopero, nelle giornate del 27 settembre e del 4 ottobre.

banca, lavoratori, manifstazione, mps

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080