Skip to main content
Fondi per l'assistenza psicologica in carcere

Carceri toscane, 300mila euro per l’assistenza psicologica

Fondi per l'assistenza psicologica in carcere
Fondi per l’assistenza psicologica in carcere

FIRENZE – La Regione destina 300.000 euro per il miglioramento dell’assistenza psicologica ai detenuti delle carceri toscane. La cifra sarà distribuita tra tutte le 10 aziende sanitarie in cui sono presenti istituti penitenziari (Massa Carrara, Lucca, Prato, Pisa, Livorno, Siena, Arezzo, Grosseto, Firenze, Empoli), per l’attivazione di progetti specifici.

«Già nel biennio precedente –sottolinea l’assessore alla Salute Luigi Marroni– sono stati realizzati progetti di assistenza psicologica in carcere, finanziati dalla Regione e progettati e attuati direttamente dalle Asl, che hanno avuto ricadute positive sullo stato di salute della popolazione detenuta. Per questo si è scelto di continuare a sostenere progetti mirati di assistenza psicologica».

Ogni azienda sanitaria dovrà presentare un progetto teso a contrastare il disagio psicologico indotto dalla detenzione, con azioni mirate, realizzate grazie all’inserimento di psicologi.

carceri, detenuti, regione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741