Una gara di golf nel cuore di Firenze

Simulazione della buca presso la Biblioteca Nazionale di Firenze
Simulazione della buca presso la Biblioteca Nazionale di Firenze
Simulazione della buca presso la Biblioteca Nazionale di Firenze

FIRENZE – Seconda edizione della manifestazione golfistica «In City Golf» a manifestazione sportiva ideata da Kurt Anrather di Sports & More che porta gli amanti del green nel cuore delle città storiche più belle. Appuntamento, oggi e domani, venerdì 4 e sabato 5 ottobre a Firenze. Un percorso a 18 buche sarà dislocato in alcuni dei luoghi più belli del centro storico trasformandolo in un grande campo da golf.

Dopo il successo della passata edizione, anche quest’anno 72 golfisti dovranno sfidarsi a colpi di swing e putt, in un percorso a 18 buche che si snoderà nei luoghi più belli del centro storico, dalla Biblioteca Nazionale alla terrazza di Villa Bardini, dal giardino di Boboli al Teatro della Pergola.

«Il nostro obiettivo è quello di raccontare le città in maniera diversa e crediamo che il  golf sia lo strumento migliore per farlo, ovviamente nel rispetto dell’ambiente e con il massimo stile che ci contraddistingue» spiega Kurt Anrather, il cui progetto nell’aprile 2012 realizzò l’impresa di condurre la campionessa triestina Giulia Sergas a lanciare palline bianche dai 77 metri della Torre di Arnolfo di Palazzo Vecchio e che lo scorso giugno ha ricevuto un’altra importante consacrazione all’Arena di Verona.

A rinsaldare un legame con la città di Firenze arriva una collaborazione ancora più stretta tra gli organizzatori e il mondo delle Belle Arti, grazie all’interesse della Sovrintendente al Polo Museale Fiorentino Cristina Acidini, attenta e sensibile nel valorizzare questa kermesse golfistica che coniuga alla perfezione golf e cultura, senza dimenticare i valori sociali dello sport. Edizione di «In City golf» con momenti indoor, che si immergerà ancora di più nel patrimonio artistico fiorentino con affascinanti e suggestive location. Il percorso a 18 buche si snoderà nei locali della imponente Biblioteca Nazionale Centrale (un patrimonio librario di 6 milioni di volumi a stampa), sulla storica terrazza di Villa Bardini, in quel museo granducale open-air che è il Giardino di Boboli e perfino dentro il settecentesco Teatro della Pergola, dove i giocatori dal palco saranno impegnati in uno swing che dovrà oltrepassare la platea. Ma ci sarà spazio anche per una passerella golfistica tra alcuni dei più prestigiosi ritrovi del centro storico (Nannini, Hard Rock Cafè, passando per la griffe Gherardini), senza dimenticare il paddock predisposto ai piedi dell’Arno in prossimità del Ponte Vecchio, ovvero sul green della Società Canottieri Firenze.

Arte, biblioteca nazionale, Golf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080