Lo denuncia il Codacons, effetto retroattivo sui consumi

Iva, nuova stangata sulle bollette

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa
Iva retroattiva sulle bollette domestiche

Iva retroattiva sulle bollette domestiche

FIRENZE – Un’ulteriore stangata legata all’Iva sta per abbattersi sulle tasche delle famiglie italiane. Il Codacons rileva infatti che l’aumento dell’aliquota entrato in vigore lo scorso 1 ottobre avrà per alcune bollette domestiche effetti retroattivi. Questo significa che gli utenti dovranno pagare bollette più salate per consumi riferiti al periodo in cui l’Iva era ancora al 21%. «Il dpr 633 del 1972 -spiega il Codacons- stabilisce che, indipendentemente dal periodo di riferimento dei consumi, l’aliquota Iva da applicare è quella relativa al momento in cui viene emessa la fattura. Ciò comporta che sulle prossime bollette di luce, gas, e telefonia riferite a consumi antecedenti la nuova aliquota, si applicherà comunque l’Iva al 22%».

«Si tratta di un esborso aggiuntivo di decine di milioni di euro da parte delle famiglie,  che si aggiungono agli effetti diretti sui prezzi al dettaglio, aumentati per effetto dell’Iva -afferma il presidente Carlo Rienzi- Ma problemi si registrano anche per chi ha acquistato mobili, elettrodomestici o automobili prima dell’1 ottobre, versando magari un anticipo, e si vedrà consegnata la merce in una data successiva. Costoro rischiano di pagare somme aggiuntive anche di centinaia di euro, in relazione alla maggiore Iva al 22%».

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.