Preziosi manoscritti esposti alla Biblioteca Laurenziana

Boccaccio, settimo centenario della nascita

di Redazione - - Cultura

Boccaccio, in mostra i suoi manoscritti nel settimo centenario della nascita

Boccaccio, in mostra i suoi manoscritti nel settimo centenario della nascita

FIRENZE – Preziosi manoscritti di Giovanni Boccaccio sono in mostra a Firenze in occasione delle celebrazioni per il VII centenario della nascita dell’autore del Decameron. La Biblioteca Medicea Laurenziana ospita da venerdì 11 ottobre, sino all’11 gennaio 2014, l’esposizione dal titolo «Boccaccio autore e copista», che  costituisce una complessiva messa a punto delle ricerche su uno dei più grandi autori della letteratura italiana. L’apertura della mostra coincide con il culmine delle celebrazioni dedicate allo scrittore del Decameron, che oggi hanno visto a Firenze l’apertura del convegno internazionale di studi «Boccaccio letterato», dove sono  radunati oltre cento specialisti, in collaborazione con l’Accademia della Crusca, l’Associazione per la Storia della Lingua Italiana e l’Università. Il convegno indaga il rapporto di Boccaccio con i classici, base dei nuovi generi letterari italiani del primo Medioevo. Il percorso espositivo della mostra presenta 56 manoscritti, in massima parte posseduti dalla Biblioteca Laurenziana, e un ampio supporto di materiali multimediali, con l’obiettivo di offrire un quadro di tutta la produzione letteraria di Boccaccio autore, illustrando con almeno un manoscritto tutte le sue opere volgari e latine.

A questa prima sezione dedicata a Boccaccio autore segue una sezione dedicata a Boccaccio copista e scopritore di testi. Costituiscono sezioni speciali della mostra il Decameron, con una sala appositamente dedicata alla presentazione dell’autografo ora a Berlino e con la presentazione di alcune novelle in video, in versione recitata, e il Teseida con presentazione interattiva delle sue varie redazioni e del progettato programma illustrativo.

Tag:, , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: